12 persone sono state uccise e 251 ferite in una fuga di gas cloro nel porto della Giordania

(Reuters) – Almeno 12 persone sono rimaste uccise e 251 ferite quando il gas di cloro è fuoriuscito da un serbatoio di stoccaggio nel porto giordano di Aqaba, secondo quanto riferito lunedì da funzionari e media statali.

I funzionari hanno affermato che la perdita è avvenuta dopo che un serbatoio pieno di 25 tonnellate di gas cloro che veniva esportato a Gibuti è caduto mentre veniva trasportato.

Un video pubblicato sulla pagina Twitter della televisione di stato mostrava un serbatoio di stoccaggio che cadeva da una gru e colpiva il ponte di una nave, seguito da gas giallo che si alzava nell’aria mentre le persone fuggivano.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

I funzionari del Dipartimento della Salute hanno affermato che si aspettano che solo un piccolo numero di persone rimarrà in ospedale entro martedì.

Il cloro è un disinfettante e un agente purificatore dell’acqua ampiamente utilizzato, ma se inalato, il gas si trasforma in acido cloridrico, che può portare a bruciature interne e annegamento innescando una reazione dell’acqua nei polmoni.

Funzionari in Giordania hanno affermato che i silos per il grano ad Aqaba hanno interrotto i lavori per consentire l’ispezione del grano e cercare eventuali segni di contaminazione, ma che il traffico marittimo nei porti di Aqaba continua.

Hanno aggiunto che non c’erano navi che scaricassero carichi di grano al momento dell’incidente.

READ  Con l'Ucraina che perde le sue forze, per quanto tempo può continuare a combattere?

Il porto di Aqaba, situato all’estremità settentrionale del Mar Rosso, è stato a lungo un’importante via di transito per le importazioni e le esportazioni irachene.

La TV di Stato ha riferito che il primo ministro Bishr Al-Khasawneh è arrivato ad Aqaba ed è andato in un ospedale dove cura alcuni dei feriti.

La televisione di stato ha citato il ministro dell’Informazione dicendo che anche Al-Khasawneh ha formato una squadra investigativa sull’incidente, guidata dal ministro dell’Interno.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Copertura di Moataz Muhammad, Omar Fahmy, Naira Abdullah e Suleiman Al-Khalidi). Montaggio di Deepa Babington, Mark Porter e Lisa Schumaker

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.