440 riservisti russi sono stati uccisi in Ucraina dopo che gli ufficiali sono scappati, dice un soldato

  • Un riservista russo ha detto che la sua unità è stata uccisa in un attacco ucraino dopo che i suoi ufficiali sono fuggiti.
  • Ha detto che circa 570 riservisti nella sua unità provenivano dalla sua città e solo 130 sono sopravvissuti.
  • Le loro mogli supplicano le autorità di salvare gli schiavi, in Porto russo Verstka.

Secondo vari resoconti dei media, circa 440 coscritti russi inviati a combattere a Luhansk sono stati uccisi nei bombardamenti ucraini dopo che i loro comandanti di unità li hanno abbandonati.

Ha detto il soldato di riserva russo Alexei Agafonov Guardiano quello delle 570 reclute mobilitate nella sua unità, solo 130 sopravvissero all’attacco ucraino il 1 novembre.

“Ho visto uomini che si squarciavano davanti a me e la maggior parte della nostra unità era sparita e distrutta. È stato un inferno”, ha detto Peter Sauer, corrispondente per la Russia del Guardian.

Un altro soldato, che non è stato nominato, ha confermato il racconto di Agafonov, dicendo che “centinaia” di riservisti sono morti quel giorno, secondo il Guardian. “Due settimane di formazione non si qualificano per quello”, ha detto ai punti vendita.

Agafonov e il suo battaglione ordinarono di scavare trincee vicino alla città di Makevka a Luhansk, ma c’erano solo tre pale nel battaglione, I media russi hanno riferito di Verstka. Verstka è una testata giornalistica indipendente che pubblica regolarmente notizie che sfidano o sfidano le narrazioni del Cremlino.

READ  Guerra ucraino-russa: notizie e aggiornamenti in tempo reale

Quando l’Ucraina ha bombardato l’area con artiglieria, elicotteri e mortai la mattina del 1 novembre, i riservisti sono stati “semplicemente licenziati”, ha detto Agafonov all’outlet.

Secondo Verstka, ha detto: “Quando tutto è iniziato, gli ufficiali sono scappati immediatamente”.

Gli uomini furono reclutati nell’unità Agafonov come parte dell’unità russa Mobilitazione di massa di 300.000 riservistiLo ha annunciato il presidente Vladimir Putin nella speranza di rafforzare le forze di Mosca in Ucraina. Putin ha detto il 21 ottobre Che 33.000 riservisti si sono già uniti alle loro unità di combattimento e 16.000 di loro stanno già combattendo.

Verstka ha affermato che l’unità di Agafonov includeva residenti della città di Voronezh. In un videomessaggio al governatore locale, le mogli delle reclute hanno protestato contro le circostanze che circondano lo spiegamento dei loro mariti, secondo l’outlet.

Hanno chiesto alle autorità russe di salvare gli uomini e portarli fuori dalla prima linea, secondo Verstka, che ha ripubblicato il video.

Una donna ha detto: “Il giorno in cui sono arrivati, sono stati messi in prima linea. La leadership ha lasciato il campo di battaglia ed è scappata”.

“I nostri soldati sono sopravvissuti nel miglior modo possibile”, ha aggiunto. “Non hanno dormito e non hanno mangiato, sono rimasti in fila per tre giorni e non sono fuggiti, a differenza dei loro capi”.

Mosca si oppone alla notizia della caduta di un gran numero di riservisti

Le reclute sono viste come parte della mobilitazione mentre l'addestramento militare continua nell'ambito della mobilitazione a Rostov, in Russia, il 31 ottobre 2022.

Le reclute sono viste come parte della mobilitazione mentre l’addestramento militare continua nell’ambito della mobilitazione a Rostov, in Russia, il 31 ottobre 2022.

Arkady Budnitsky / Agenzia Anadolu tramite Getty Images



I rapporti sul massacro di Makeyevka si sono trasformati in uno scandalo pubblico per i funzionari russi, Secondo il Washington Post.

In una denuncia separata, domenica diversi corrispondenti militari filo-russi hanno pubblicato una lettera aperta di membri della 155a brigata di fanteria russa, secondo il giornale. Hanno affermato che 300 soldati nella loro unità sono stati uccisi e metà del loro equipaggiamento è andato perso nei primi quattro giorni del loro dispiegamento a Donetsk, secondo il punto vendita.

Il 13 ottobre, Anastasia Kashivarova, una blogger russa pro-guerra, ha dichiarato: Si è lamentata sul suo canale Telegram Come vengono trattati i riservisti russi? Ha scritto: “Devo dire questo, alcuni comandanti dovrebbero essere fucilati. Signori ufficiali, non avete assolutamente il diritto morale di indossare il vostro grado e le vostre spalle”.

“Le bare di zinco stanno già arrivando. Ci avevi detto che ci sarebbe stato un addestramento e che non sarebbero stati mandati al fronte in una settimana. Hai mentito di nuovo?” Libri Kashivarova.

Il canale russo Telegram “War on Fakes” che Diffonde disinformazione a favore del Cremlino Viene spesso citato dalle autorità russe, Domenica, ha affermato che le notizie di vittime di massa tra i riservisti russi erano false.

Gli esperti delle forze armate russe affermano che è probabile che lo sia Molti riservisti russi saranno solo carne da cannonecon alcune truppe che hanno ricevuto meno di 10 giorni di addestramento, Sul New York Times.

L’intelligence occidentale ora riferisce regolarmente che i riservisti russi arrivano in prima linea con attrezzature scadenti e armi dell’era sovietica. Alcune truppe sono arrivate sul campo di battaglia “con cannoni appena utilizzabili”, Lo ha detto il ministero della Difesa britannico il 31 ottobre.

Come riportato dai media russi I prezzi sono saliti alle stelle nei negozi che vendono equipaggiamento militare e da esterno, indicando una corsa tra gli uomini rannicchiati per acquistare articoli di base che Mosca non è riuscita a fornire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.