Alcune stime non sono molto ottimistiche per il colosso dello streaming.

Con oltre 210 milioni di abbonati in tutto il mondo, Netflix non conosce la crisi e può in gran parte affrontare il futuro con serenità. Tuttavia, un recente studio condotto dalla società Digital TV Research ha qualcosa per allertare l’azienda.

L’azienda stima quindi che il numero di abbonati Disney+ raggiungerà i 284,2 milioni entro il 2026, superando così il totale di Netflix che sarà di circa 270,7 milioni, secondo gli esperti. Nel dettaglio, il rapporto citato dal New York Post indica che il passaggio all’euro avverrà nel 2025, ed è dunque quell’anno che Disney supererà la rivale.

Disney + è pronto a capitalizzare il successo dei suoi franchise Marvel e Star Wars

Un’altra lezione da questa analisi: entro il 2026 Disney+, Netflix e Amazon insieme rappresenteranno più della metà degli abbonamenti streaming nel mondo, il che è tutt’altro che sorprendente.

Per spiegare la crescita spettacolare di Disney+, gli autori pensano che sarà localizzato principalmente nel mercato asiatico dove il servizio dovrebbe avere 121 milioni di abbonati sulla sua offerta “Hotstar” con cui opera già in India.

Infine, si noti che questo studio è molto ottimista per Amazon Prime Video, che dovrebbe avere 243,4 milioni di utenti in cinque anni. Lo è invece molto meno per quanto riguarda HBO Max e Apple TV+, il cui numero di abbonati nel 2026 dovrebbe essere di 67 e 35,6 milioni.

Ricordiamo che non è la prima volta che gli analisti anticipano uno scenario del genere. Lo scorso gennaio, John Hodulik della banca UBS, pensava che Disney+ potesse diventare leader in questo settore avendo 340 milioni di abbonati in tutto il mondo entro il 2024.

A sostegno della sua previsione, l’esperto ritiene che il colosso dell’intrattenimento abbia franchise molto popolari come Marvel e Star Wars. Ciò dovrebbe quindi attrarre il pubblico nel lungo periodo e consentire loro di spendere meno dei loro rivali per l’acquisizione dei diritti.

Fonte: Nypost