Opendoor Technologies è una piattaforma digitale leader per il settore immobiliare residenziale.

Nel 2014, l’azienda ha lanciato Opendoor per reinventare una delle transazioni più significative della vita con un nuovo modo completamente semplice di acquistare e vendere una casa.

L’azienda crede che la sua esperienza digitale on-demand sarà il futuro del modo in cui le persone comprano o vendono una casa.

Eppure, in un mondo in cui gli acquisti migrano sempre più online, la transazione immobiliare è rimasta sostanzialmente invariata.

Quindi, il mercato indirizzabile totale di Opendoor è virtualmente illimitato. 

Come fa Opendoor a guadagnare?

Se hai mai venduto o acquistato una casa, in una vendita tradizionale (con la maggior parte delle vendite di case al giorno d’oggi ancora offline), il venditore si rivolge ai servizi di un’agenzia immobiliare i cui rappresentanti inseriscono la casa in più servizi di annunci, con foto o tour virtuali, con l’obiettivo di programmare visite di persona per i potenziali acquirenti.

Inoltre, gli agenti danno consigli di mercato e aiutano il venditore a vendere la casa e chiudere la vendita. A secondo della vendita della casa, l’agente guadagna una commissione che può arrivare fino al 6% (a seconda di molti fattori) del prezzo di acquisto. La commissione viene quindi divisa tra l’agenzia e l’agente.

Opendoor sta sconvolgendo questo vecchio modello acquistando la casa dal venditore senza intermediari.

Il proprietario della proprietà può vendere la propria casa andando online e ricevendo un’offerta in contanti generata da un algoritmo basata su oltre 100 punti dati relativi a casa e quartiere forniti dal venditore, nonché da informazioni disponibili pubblicamente.

Una volta fatta l’offerta, Opendoor valuta l’immobile per confermare le informazioni fornite dal venditore. Una volta che questo è andato a buon fine, il venditore può organizzare una data di chiusura in appena tre giorni.

In cambio della concessione al venditore di comodità e certezza riguardo al prezzo e alla data di chiusura, la società di solito addebita una commissione compresa tra il 5% e l’8% del prezzo di acquisto concordato della casa.

Una volta che Opendoor viene lasciata con la proprietà nelle sue mani, mira a ripararla o aggiornarla e rivenderla mettendola in vendita sul suo sito web.

Opendoor può quindi generare ulteriori profitti vendendo la casa a un prezzo superiore al suo costo netto di acquisto. La società ha scambiato case a prezzi di acquisto compresi tra $ 100.000 e $ 750.000.

Ultimamente, ha ampliato la sua portata, facendo offerte fino a quasi $ 1,6 milioni.

Come valutare il titolo

Sebbene Opendoor stia crescendo a un ritmo folle, con i suoi ultimi risultati che pongono una crescita dei ricavi del 59% in sequenza, il suo modello di business è suscettibile di margini sottilissimi.

Le commissioni sono a una cifra, e anche quando l’azienda rivende una casa a un prezzo più alto, anche lì il margine difficilmente supererà le due cifre.

Per questo motivo, a differenza di altre società tecnologiche, valutare Opendoor in base al suo multiplo P/S non è significativo.

Uno scenario medio include i margini lordi di Opendoor che si attengono a circa il 7% nel lungo periodo. Supponendo che le vendite raggiungano circa $ 15 miliardi all’attuale tasso di esecuzione dell’azienda, i margini lordi potrebbero raggiungere circa $ 1,1 miliardi, a cui l’assegnazione di un multiplo 15x dovrebbe sembrare abbastanza equo.

A tal proposito, Opendoor potrebbe essere piuttosto sottovalutato ai suoi livelli attuali. Tuttavia, ci sono rischi coinvolti nel caso di investimento del titolo. Un mercato immobiliare ribassista potrebbe infliggere gravi danni ai finanziari di Opendoor.

La presa di Wall Street

Passando a Wall Street, Opendoor Technologies ha un rating di consenso Strong Buy, basato su quattro Buys, una Hold e zero Sell assegnati negli ultimi tre mesi. A $ 31,67, l’  obiettivo di prezzo medio di Opendoor  implica un potenziale di rialzo del 32,8%.

Fonte: Tipranks