Aggiornamenti in tempo reale: la Cina conferma la riapertura del valico di Hong Kong l’8 gennaio

Un sistema missilistico di artiglieria altamente mobile M142 di fabbricazione statunitense, noto come HIMARS, viene schierato durante le esercitazioni militari vicino a Skidi, in Lettonia © Gints Ivuškāns / AFP / Getty Images

Il governo australiano ha dichiarato giovedì che spenderà più di 1 miliardo di dollari australiani (680 milioni di dollari USA) in difese missilistiche avanzate, incluso il sistema HIMARS di fabbricazione statunitense. Ha avuto successo nel difendere l’Ucraina dall’invasione russa.

Il ministro della Difesa australiano Richard Marless ha affermato che il pacchetto HIMARS, che include lanciatori, missili e missili di addestramento, fornirebbe all’esercito australiano un “significativo aumento delle capacità”.

Ha aggiunto che la società australiana CEA fornirà un sistema radar che sarà integrato con i lanciatori HIMARS.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato a maggio di aver approvato la vendita dei lanciatori del sistema di artiglieria ad alta mobilità M142 di Lockheed Martin e delle relative attrezzature per 385 milioni di dollari.

Il sistema dovrebbe essere implementato in Australia nel 2026-2027.

“Nell’attuale contesto strategico, è fondamentale che le forze di difesa australiane siano dotate di capacità militari avanzate e mirate”, ha affermato Marless.

L’annuncio di Himars arriva il giorno dopo che Canberra ha firmato un accordo con il gruppo norvegese Kongsberg per fornire missili navali a cacciatorpediniere e fregate australiane a partire dal 2024.

Negli ultimi anni l’Australia ha assunto un’importante posizione difensiva, con l’ex governo conservatore che ha aumentato le spese militari e ha firmato un patto di sicurezza trilaterale con Stati Uniti e Regno Unito nel 2021.

Il mese scorso, il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha dichiarato dopo un incontro con Marlies che Washington “Approfondire la nostra cooperazione in materia di difesacon Canberra.

Austin ha affermato che gli Stati Uniti intendono schierare più combattenti, bombardieri e altre risorse in Australia di fronte alle azioni cinesi “pericolose e coercitive” nella regione indo-pacifica.

READ  68 persone sono morte dopo che due aerei si sono schiantati nel Nepal centrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.