Bernanke e altri due americani hanno vinto il premio Nobel per l’economia

L’ex presidente della Federal Reserve Bank Ben S. Bernanke, Università di Chicago Douglas W. Diamond e Philip H. della Washington University di St. Louis. Dybwick ha ricevuto lunedì il Premio Nobel per le scienze economiche per il suo lavoro su banche e crisi finanziarie.

La ricerca pubblicata nel 1983 e nel 1984 da tre americani presso la Royal Swedish Academy of Sciences di Stoccolma ha fornito una nuova comprensione del ruolo svolto dalle banche nel mantenere l’economia in funzione e impantanata nella crisi.

“I loro risultati hanno migliorato il modo in cui la società affronta le crisi finanziarie”, ha affermato il team, accreditando gli accademici per aver mostrato ai responsabili politici che impedire alle banche di fallire è fondamentale.

Bernanke, che ha presieduto la Fed durante la crisi finanziaria del 2008, è riconosciuto per la sua analisi pionieristica della Grande Depressione del 1983. Il team ha affermato che la sua ricerca mostra che le corse agli sportelli negli anni ’30 hanno trasformato una modesta recessione nella peggiore crisi economica globale della storia.

Bernanke ha dimostrato che i fallimenti bancari, non il risultato di recessioni, erano responsabili di renderli più profondi e più lunghi. Quando le banche sono crollate, le informazioni preziose sui mutuatari sono scomparse, rendendo difficile per le nuove imprese incanalare i risparmi in investimenti produttivi, ha affermato il gruppo.

Durante la crisi del 2008, Bernanke ha ordinato alla Fed di espandere i poteri della banca centrale, di ridurre i tassi di interesse vicino allo zero e di accumulare 4 trilioni di dollari di attività nel tentativo di stimolare l’attività economica.

READ  Nome delizioso ma ribattezzato Big Mac I ristoranti McDonald's non hanno aperto in Russia

L’ex capo della Fed, ora associato alla Brookings Institution, ha detto di aver appreso del premio in una telefonata da sua figlia questa mattina.

“E ‘stato completamente inaspettato”, ha detto ai giornalisti. “Mia moglie ed io abbiamo spento i nostri telefoni cellulari quando siamo andati a letto ieri sera e non ci abbiamo pensato fino a quando finalmente nostra figlia a Chicago ci ha chiamato sulla linea fissa per farci sapere cosa è successo”.

Diamond e Dybwick sono stati premiati per il loro lavoro teorico pionieristico nel 1983, che ha spiegato il ruolo delle banche nel collegare risparmiatori e mutuatari in una relazione reciprocamente vantaggiosa.

Entrambi hanno mostrato come le banche risolvano il conflitto intrinseco tra coloro che hanno più soldi in un dato momento e coloro che hanno bisogno di più soldi di loro. I risparmiatori vogliono l’accesso immediato ai loro soldi in caso di spese impreviste, mentre i mutuatari vogliono la certezza che non saranno costretti a rimborsare anticipatamente il loro prestito, ha affermato il gruppo.

Agendo come intermediari, le banche raccolgono i risparmi di molti individui e concedono prestiti a lungo termine alle imprese e ad altri, consentendo loro di soddisfare le richieste dei risparmiatori di un facile accesso ai loro depositi.

Diamond e Dybvig mostrano come le operazioni essenziali delle banche le rendano vulnerabili alle voci di un possibile crollo. Se i risparmiatori temono che una banca fallisca, i prelievi possono destabilizzare la banca e portare a una “corsa” che si autoavvera. Come negli Stati Uniti, il governo può evitare questo terribile esito fornendo un’assicurazione sui depositi, proteggendo i risparmiatori da tali perdite e facendo prestare la banca centrale come ultima risorsa.

READ  40 La migliore macchinetta per sigarette del 2022 - Non acquistare una macchinetta per sigarette finché non leggi QUESTO!

Diamond è stato premiato nel 1984 per il suo lavoro sull’importante ruolo svolto dalle banche nella raccolta di informazioni preziose sui mutuatari, nella valutazione del loro merito creditizio e nell’assicurare che i prestiti siano utilizzati per buone cause.

Il comitato dei premi ha svegliato Diamond con la notizia del Nobel e si è unito a lui per la cerimonia.

“È stata una sorpresa”, ha detto Diamond al telefono. “Ho dormito molto bene.”

I tre economisti divideranno il montepremi di 10 milioni di corone svedesi, ovvero circa 885.810 dollari.

Il premio arriva mentre i leader finanziari globali si preparano per l’incontro annuale del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale a Washington questa settimana, in mezzo a un rallentamento dell’economia globale a causa dell’elevata inflazione.

Sebbene le condizioni attuali somigliano poco alla crisi del 2008 che ha supervisionato alla Fed, Bernanke ha affermato che i rischi finanziari possono emergere senza preavviso.

“Anche se i problemi finanziari non avviano un episodio, se l’episodio peggiora le condizioni finanziarie nel tempo, possono aumentare il problema e intensificarlo”, ha affermato. “Quindi penso che sia davvero qualcosa su cui dobbiamo concentrarci”.

Parlando al telefono, Diamond ha detto ai giornalisti a Stoccolma che il sistema finanziario è migliore oggi rispetto al 2008 e che le banche centrali riusciranno a controllare l’inflazione.

Ha anche affermato che gli sforzi per progettare un sistema finanziario insolvente interferirebbero con le sue funzioni principali di creazione di attività liquide o prontamente disponibili piuttosto che attività illiquide.

“È possibile, ma non necessario” cercare tale perfezione, ha detto.

La cerimonia di premiazione è stata trasmessa in diretta sul sito web del Nobel Institute.

READ  Oroscopo del Toro per luglio 2022

Prima dell’annuncio di lunedì, un totale di 89 persone avevano ricevuto il premio, formalmente noto come Premio Sveriges Riksbank per le scienze economiche in onore di Alfred Nobel.

Premio dell’anno scorso Una metà del premio è stata condivisa tra due economisti, David Card dell’Università della California, Berkeley, e Joshua Angrist del Massachusetts Institute of Technology e Guido Impens della Stanford University, per il loro lavoro. Causa ed effetto dell’attività economica nel mondo reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.