Boris Johnson lotta per ottenere supporto per l’offerta di rimonta del Primo Ministro britannico, Sunak entra in gara

  • Sunak ha annunciato ufficialmente che si candiderà
  • Il primo sondaggio si svolgerà lunedì
  • I sostenitori di Johnson dicono che può ottenere il ballottaggio
  • È chiaro che Sunak è in cima ai legislatori

LONDRA (Reuters) – Boris Johnson ha lottato domenica per ottenere abbastanza sostegno per fare una rimonta a sorpresa per il primo ministro britannico dopo che figure di spicco del Partito conservatore di destra si sono radunate attorno all’uomo accusato di tradire Rishi Sunak. .

Sunak, l’ex ministro delle finanze di 42 anni, ha confermato domenica che parteciperà al concorso per sostituire Liz Truss, promettendo di affrontare la “profonda crisi economica” del Paese con “integrità, professionalità e responsabilità”.

“Voglio riformare la nostra economia, unire il nostro partito e fornire aiuti al nostro paese”, ha affermato Sunak, l’uomo accusato dai sostenitori di Johnson di aver posto fine al suo precedente mandato di tre anni in carica.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Sunak si è dimesso dal governo a luglio, portando a una ribellione ministeriale senza precedenti contro Johnson.

L’annuncio del favorito sfida Johnson, che è tornato dalle vacanze nei Caraibi nel tentativo di assicurarsi il sostegno di 100 parlamentari per prendere parte al ballottaggio di lunedì.

Durante la sua prima permanenza a Downing Street, è stato sostenuto da molte diverse fazioni del partito, comprese le fazioni di destra che guidavano la Brexit.

Ma questa volta, molti degli ex sostenitori di Johnson hanno detto che dovrebbe dimettersi, suggerendo che il paese ha bisogno di stabilità dopo che il caos di sei settimane al potere di Truss ha innescato turbolenze nei mercati finanziari, danneggiando il valore della sterlina.

READ  Sorprendentemente, il nuovo Primo Ministro britannico è l'America

Johnson deve ancora affrontare un’indagine della commissione per le concessioni per sapere se ha fuorviato il Parlamento sulle feste di Downing Street durante il blocco del COVID-19. Può essere costretto a dimettersi o sospeso dall’incarico se ritenuto colpevole.

“Questo non è il momento per lo stile di Boris”, ha detto a Sky News Steve Baker, un influente legislatore di destra che sostiene Sunak. “Temo che il problema sarà dovuto ai privilegi di voto, Boris sarà un disastro garantito”.

La Gran Bretagna è entrata in un’altra battaglia per la leadership dopo che Truss è stato costretto a dimettersi quando le sue politiche economiche estreme hanno fatto aumentare i costi dei prestiti e i tassi dei mutui in un momento in cui le bollette dell’energia e del cibo erano alle stelle.

Sunak, Johnson e l’ex segretario alla Difesa Penny Mordaunt stanno lottando per diventare il quinto primo ministro della nazione in sei anni.

Il leader dell’opposizione Keir Starmer ha affermato che la battaglia alla guida del Partito conservatore è stata un “circo caotico e divertente” e che la sua attenzione era rivolta ai milioni di britannici che lottavano per pagare i conti.

Il leader del Partito laburista, insieme ad altri partiti di opposizione, ha indetto le elezioni nazionali.

profondamente impopolare

La prospettiva del ritorno di Johnson è una questione polarizzante per molti nel diviso partito conservatore, mentre la sua popolarità è diminuita anche tra gli elettori prima che fosse costretto a dimettersi.

READ  Il nuovo presidente del Senato italiano ha un caveau pieno di cimeli fascisti della seconda guerra mondiale

Per alcuni legislatori, è un vincitore di voti, in grado di attirare la sua immagine di celebrità e il suo marchio ottimista in tutto il paese. Per altri, è una figura tossica che potrebbe non riuscire a unire il partito e quindi può minare gli sforzi per costruire una leadership stabile per calmare i mercati finanziari turbolenti.

Il segretario di Stato James Cleverly ha sostenuto Johnson domenica, dicendo che aveva “imparato lezione dal suo decimo incarico e si assicurerà di concentrarsi sulle esigenze del paese sin dal primo giorno”.

Tuttavia, Sunak ha continuato a consolidare il suo vantaggio tra i legislatori. Sky News ha espresso supporto per 140 annunci, mentre Johnson ne aveva 59. Circa 130 legislatori non lo hanno annunciato pubblicamente.

Se selezionato, Sunak sarebbe il primo Primo Ministro indiano del Regno Unito.

La sua famiglia emigrò in Gran Bretagna negli anni ’60, periodo in cui molte ex colonie britanniche arrivarono per aiutare a ricostruire il paese dopo la seconda guerra mondiale.

Dopo essersi laureato a Oxford, in seguito è andato alla Stanford University dove ha incontrato sua moglie Akshata Murthy, il cui padre era il miliardario indiano NR Narayana Murthy, fondatore del gigante dell’outsourcing Infosys.

Sunak ha attirato per la prima volta l’attenzione nazionale quando all’età di 39 anni è diventato il cancelliere di Johnson quando la pandemia di COVID-19 ha colpito la Gran Bretagna, dove ha sviluppato un programma di congedo per sostenere milioni di persone attraverso più blocchi.

“Ho agito come tuo consigliere, aiutando a guidare la nostra economia nei momenti più difficili”, ha detto Sunak in una dichiarazione domenica. “Le sfide che dobbiamo affrontare ora sono maggiori. Ma le opportunità – se facciamo la scelta giusta – sono enormi”.

READ  Biden conclude frettolosamente la sua conferenza stampa mentre i giornalisti gridano domande: "Sono qui fuori"

Nonostante i sondaggi mostrino che Sonak è più popolare nel paese, rimane profondamente impopolare tra gran parte dei membri del partito dopo che lo hanno incolpato per la cacciata di Johnson.

Secondo le regole della concorrenza accelerata, se un solo candidato ha il sostegno di 100 parlamentari conservatori, lunedì sarà nominato primo ministro.

Se due dei candidati superano la soglia, andranno avanti con una votazione per l’adesione al partito, con il vincitore annunciato venerdì, pochi giorni prima che il segretario al Tesoro Jeremy Hunt annuncerà la salute finanziaria del paese il 31 ottobre.

Il Telegraph ha riferito che Johnson non avrebbe rimosso Hunt.

I sostenitori di Johnson affermano che ha il sostegno di oltre 100 legislatori, ma molti rimangono in silenzio poiché ricoprono ancora incarichi governativi.

Un sostenitore, James Dodridge, ha detto che Johnson ha parlato con i suoi sostenitori domenica ed era “in buona forma” e ben vestito.

Finora nessuno dei tre candidati ha fornito dettagli sulle politiche che adotteranno se diventeranno primo ministro.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Kate Holton. Montaggio di Paul Sandel e Toby Chopra

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.