Dirigente di banca licenziato per aver urinato su un passeggero dell’aereo – DW – 06/01/2023

Il gigante bancario statunitense Wells Fargo afferma di aver licenziato un dirigente in India, Shankar Mishra, dopo aver presumibilmente urinato su un altro passeggero su un volo Air India.

Mishra, l’ex vicepresidente delle operazioni di Wells Fargo in India, ha perso il lavoro dopo aver presumibilmente urinato su una donna di 72 anni. Ho scritto alla compagnia aerea per sporgere denuncia in merito al presunto incidente avvenuto lo scorso novembre.

Wells Fargo ha dichiarato in una dichiarazione che “obbliga i dipendenti ai più alti standard di condotta professionale e personale e troviamo queste accuse profondamente inquietanti”.

“Questo individuo è stato licenziato da Wells Fargo”, afferma la dichiarazione.

Wells Fargo ha anche osservato che la banca “collabora con le autorità incaricate dell’applicazione della legge e richiede che vengano indirizzate loro eventuali ulteriori richieste”.

Volare ubriaco

Mishra, di Mumbai, sarebbe stato ubriaco al momento del suo volo da New York a Delhi il 26 novembre, quando è avvenuto il presunto incidente.

La polizia di Nuova Delhi ha detto che Mishra era ancora latitante, sebbene fossero in contatto con la sua famiglia.

Tuttavia, Mishra ha rilasciato una dichiarazione tramite un avvocato affermando di aver già raggiunto un accordo con la donna su cui avrebbe urinato, dal Karnataka, e di averle pagato i danni.

La vittima denuncia l’angoscia

L’India oggi Ha affermato che la dichiarazione di Mishra, rilasciata tramite il suo avvocato, affermava in parte che “i messaggi WhatsApp tra l’imputato e la signora mostrano chiaramente che l’imputato ha pulito vestiti e borse il 28 novembre e la stessa cosa è stata consegnata il 30 novembre. “

READ  Gli incendi infuriano in Francia e Spagna in mezzo a un'ondata di caldo, mentre il Regno Unito affronta la sua giornata più calda di sempre

La dichiarazione ha aggiunto che la donna ha restituito l’importo del risarcimento pagato da Mishra il 19 dicembre tramite sua figlia e poi ha presentato un reclamo il 20 dicembre dello scorso anno alla compagnia aerea.

Nella sua denuncia, ha affermato di aver detto all’equipaggio di farsi prendere dalla polizia dell’aeroporto e che avrebbe dovuto starle lontano. Invece, afferma, “l’equipaggio ha portato l’autore di fronte a me contro la mia volontà e ci ha costretti a sederci uno di fronte all’altro nei sedili dell’equipaggio”, Tempi dell’India menzionato.

Quando Mishra si è svegliata, ha detto la donna, si è scusato e ha iniziato a piangere. Si presumeva che l’avesse supplicata di non sporgere denuncia.

Secondo quanto riferito, ha trovato difficile insistere affinché fosse arrestato o accusato dopo aver espresso rimorso per le sue azioni.

Air India è stata recentemente acquisita dal Gruppo Tata dopo decenni di controllo statale. La compagnia aerea ha dovuto affrontare pesanti critiche per la gestione della denuncia della donna.

L’autorità di regolamentazione dell’aviazione indiana ha criticato la compagnia aerea per non aver segnalato l’incidente.

In una dichiarazione, la direzione generale dell’aviazione civile ha affermato: “Il comportamento della compagnia aerea interessata sembra poco professionale e ha portato a un fallimento sistematico”.

ar/aw (AFP, Reuters)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.