Esperti di politica estera democratica divisi sulla trasferta di Pelosi a Taiwan: ‘bene per lei’, ‘non è una buona idea’

il nuovoOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

democratico esperti di politica estera Opinioni contrastanti sulla saggezza della presidente della Camera Nancy Pelosi, una democratica della California, le hanno fatto una probabile visita a Taiwan il mese prossimo, con alcuni che la applaudono e altri avvertono che il viaggio potrebbe innescare ritorsioni cinesi.

Il Financial Times lo ha riportato all’inizio di questa settimana Pelosi ha intenzione di visitare Taiwan ad agosto, dopo che un volo programmato per l’inizio di quest’anno è stato posticipato perché risultato positivo al COVID-19.

“Direi che è un bene per lei”, ha detto a Fox News Digital all’Aspen Security Forum, Michelle Flournoy, che in precedenza era stata sottosegretario alla Difesa per la politica nell’amministrazione Obama.

“Dobbiamo mostrare a Taiwan che li supportiamo, che ci impegniamo a sostenere la loro autodifesa, che ci preoccupiamo, che ci presenteremo, che cercheremo di scoraggiare qualsiasi aggressione ingiustificata contro di loro”, ha continuato Flournoy.

L’ex editore dei media cinesi suggerisce che Nancy Pelosi è “legata” e “punita” dal Partito Comunista Cinese per aver visitato Taiwan

Il presidente della Camera democratica Nancy Pelosi e il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer parlano a un evento.
(Getty Images)

Joseph Nye, che in precedenza era stato Assistente Segretario alla Difesa per gli Affari di Sicurezza Internazionale degli Stati Uniti, aveva un’opinione diversa.

“Penso che dovremmo stare attenti a non avere Visitatori di alto livello a Taiwan“Quello che dobbiamo fare è dissuadere Pechino dal pensare di poter usare la forza. Ma allo stesso tempo, non vogliamo mettere un dito negli occhi di Xi Jinping e indurli a prendere decisioni avventate”, ha detto a Fox News Digitale.

READ  L'agente dei servizi segreti è tornato negli Stati Uniti da Israele dopo un presunto "scontro fisico"

Nye ha affermato che gli Stati Uniti dovrebbero stare attenti a far sembrare Taiwan un “paese indipendente” e dovrebbero piuttosto rafforzare le proprie capacità di autodifesa.

“Quindi direi di fornire ai taiwanesi la capacità di difendersi”, ha detto. “Trasformali in un porcospino come si suol dire. Ma non cercare di farli sembrare un paese indipendente, perché questa è la cosa che farà intraprendere a Xi Jinping un’avventura rischiosa, e per lei staremo tutti peggio. “

La Cina “cerca di studiare” i fallimenti della Russia; Il direttore della CIA “non governerà” nel breve termine dell’invasione di Taiwan

Il presidente Biden ha anche criticato la visita del suddetto portavoce, affermandolo Era l’esercito americano opposizione, dando alla storia ulteriore attenzione dei media in merito a una possibile divisione tra due leader del Partito Democratico.

“Beh, penso che i militari pensino che non sia una buona idea in questo momento”, ha detto Biden mercoledì quando gli è stato chiesto del viaggio di Pelosi. “Ma non so quale sia la situazione”.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, 31 marzo 2022.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, 31 marzo 2022.
(Reuters/Kevin Lamarck/foto d’archivio)

Il governo cinese Si è anche espresso contro il viaggio, con il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian che ha affermato che il paese “adotterà sicuramente misure risolute e vigorose per difendere risolutamente la sua sovranità nazionale e l’integrità territoriale”.

“Gli Stati Uniti devono assumersi la piena responsabilità di tutte le conseguenze che ne derivano”, ha aggiunto.

L’ambasciatore cinese sottolinea Taiwan come una questione “più delicata”, le affermazioni degli Stati Uniti non supportano l’indipendenza

L’ex caporedattore del tabloid statale del Partito Comunista Cinese, Global Times, ha anche suggerito che lo stato detenga e punisca Pelosi per la sua visita a Taiwan.

Taiwan si è dichiarata un paese indipendente, ma la Repubblica popolare cinese rivendica ancora la proprietà dell’isola, rendendola quella che l’ambasciatore cinese negli Stati Uniti Chen Gang definisce “la questione più delicata” tra Stati Uniti e Cina.

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

“La questione di Taiwan è la questione centrale più delicata e importante nelle relazioni sino-americane”, ha affermato Chen all’Aspen Security Forum. “La Cina ama le persone di pace su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan. I nostri compatrioti”.

Timothy Nirouzi di Fox News ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.