Fiona combatte il Canada atlantico: i funzionari valutano l’intera entità del danno



CNN

Tempesta di nome Fiona Ha colpito la costa orientale del Canada Sabato, con venti da uragano e piogge torrenziali, che trascinano edifici nell’oceano, crollano case, abbattono alberi e tagliano l’elettricità a centinaia di migliaia di persone.

Fiona prima fare il caos nei Caraibi come un uragano prima di attraversare l’Atlantico e approdare di nuovo come ciclone post-tropicale. La tempesta ha squarciato il sentiero della distruzione Nuova Scozia, New Brunswick, Isola del Principe Edoardo e Terranova prima di indebolirsi e spostarsi in mare domenica.

Si prevede che i resti di Fiona continueranno a portare venti di tempesta tropicale, grandi onde e 1-2 pollici di pioggia in alcune parti del Canada atlantico fino all’inizio di domenica.

Ora, i funzionari stanno iniziando a spiegare i danni alla zona.

La tempesta ha colpito la Nuova Scozia, dove Fiona ha effettuato il suo primo touchdown durante le prime ore del mattino di sabato. Il primo ministro Tim Houston ha affermato che i forti venti hanno abbattuto una “quantità incredibile” di alberi e linee elettriche, spazzato strade e quartieri disseminati di detriti e, in molti casi, tagliato a metà interi pali della corrente.

“Ci vorrà tempo prima che la Nuova Scozia si riprenda”, ha detto, riportando danni “devastanti”.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dichiarato sabato che il governo ha approvato la richiesta di assistenza federale della Nuova Scozia e che le forze armate canadesi saranno dispiegate per assistere nella regione. Sabato, ha detto il primo ministro, i residenti hanno vissuto 12 ore “terribili”.

“Le persone hanno visto le loro case allontanarsi e hanno visto i venti strappare i tetti delle scuole”, ha detto Trudeau. “E come canadesi, come facciamo sempre nei momenti difficili, saremo lì l’uno per l’altro”.

A Charlottetown, sull’isola del Principe Edoardo, la polizia ha condiviso foto di linee elettriche crollate su edifici e alberi caduti che bloccavano le strade e penetravano nelle strutture. Maritime Electric, nella zona, si è detta preoccupata per le persone che escono per camminare e guidare per le strade dove ci sono danni diffusi a causa di linee elettriche rotte e possibili cavi sotto tensione.

Molte contee sono state colpite da forti venti e pioggia, ma non più della Nuova Scozia. A partire da domenica mattina, circa 370.000 clienti erano ancora senza elettricità domenica presto in Nuova Scozia, Isola del Principe Edoardo e New Brunswick, di cui circa 268.000 in Nuova Scozia, secondo Poweroutage.com.

Houston ha detto sabato che quasi tre quarti della Nuova Scozia hanno perso il potere mentre Fiona avanzava. Sabato sono stati registrati venti di picco di 171 km/h (106 mph) nella città di Arezig, in provincia. Nel frattempo, Wreckhouse a Terranova ha visto raffiche di 170 km / h (105 mph).

Il presidente e CEO di Nova Scotia Power Peter Gregg ha affermato che sabato le condizioni meteorologiche avverse hanno ostacolato gli sforzi di recupero energetico. Ha detto che più di 900 elettricisti stanno arrivando nella zona, ma alcuni clienti potrebbero subire interruzioni di corrente per diversi giorni.

Il video del drone mostra onde di 50 piedi e venti di 100 mph all’interno dell’uragano Fiona

Nella capitale della Nuova Scozia, Halifax, forti venti hanno sradicato alberi e abbattuto linee elettriche, emettendo scintille e luci lampeggianti.

Il tetto di un complesso di appartamenti ad Halifax è crollato, costringendo circa 100 persone a trasferirsi in un rifugio, ha detto sabato alla Galileus Web il sindaco Mike Savage.

“La portata di questa tempesta è stata mozzafiato”, ha detto Savage più tardi in una conferenza stampa sabato. “Si scopre che tutto è previsto”.

Osborne Head in Nuova Scozia ha ricevuto 192 mm (7,55 pollici) di pioggia e Crowe Brook nel New Brunswick ha ricevuto 107 mm (4,2 pollici), tra le altre forti precipitazioni nelle province.

Sabato una casa combatte contro i forti venti causati dalla tempesta tropicale Fiona a Port au Basque Country, Terranova e Labrador.

E a Terranova, un video mostrava edifici galleggianti nell’acqua e automobili sommerse da piogge torrenziali. Una donna è stata salvata dall’acqua dopo che la sua casa è crollata, secondo la Royal Canadian Mounted Police. È stata portata in ospedale. La polizia ha detto che l’entità delle sue ferite non è stata immediatamente nota.

Sabato, Trudeau ha affermato che la città di Port-au-Pasque, situata nella punta sud-occidentale di Terranova, è stata anche una delle zone più colpite.

“Stiamo vedendo immagini orribili che escono da Port-au-Basque”, ha detto. “Ovviamente quando vediamo immagini di case che cadono in mare e onde che distruggono proprietà ed edifici, il nostro primo pensiero dovrebbe essere le persone”.

I primi soccorritori si sono occupati di numerosi incendi elettrici, allagamenti residenziali e lavanderia.

“Abbiamo un’intera zona di guerra qui, abbiamo devastazioni ovunque”, ha detto il sindaco di Port-au-Pasco Brian Patton in un aggiornamento video, avvertendo di aspettarsi più tempeste.

Port aux Basques è ora soggetta a una domanda di acqua bollente e l’elettricità è ancora interrotta per molti residenti. Il sindaco ha affermato che sono state erette barriere di cemento anche attorno alle aree che erano diventate “zone di pericolo” a causa della tempesta.

Il mareografo di Port aux Basques ha registrato un livello totale massimo dell’acqua di 2,73 metri (8,96 piedi), superando il precedente record di 2,71 (8,89 piedi) stabilito nel 2017, secondo il Canadian Hurricane Center.

READ  La Russia si muove per annettere i territori occupati mentre l'Ucraina preme offensiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.