FX swap debito $ 80 trilioni ‘punto cieco’ regolatore globale dice

LONDRA, 5 dic (Reuters) – I fondi pensione e altri istituti finanziari “non bancari” hanno oltre 80 trilioni di dollari di debito in dollari nascosto fuori bilancio in swap FX, ha affermato la Banca dei Regolamenti Internazionali (BIS).

Anche la BRI, nota come le banche centrali del mondo, nel suo ultimo rapporto trimestrale ha affermato che la ripresa del mercato nel 2022 procederà senza grossi problemi.

Dopo aver ripetutamente esortato le banche centrali ad agire con forza per ridurre l’inflazione, ha assunto un tono più misurato e ha individuato le questioni del mercato delle criptovalute e le turbolenze del mercato obbligazionario britannico di settembre.

Il suo avvertimento principale descriveva gli swap FX come un “punto cieco” del debito che rischia di lasciare i politici “nella nebbia”.

I mercati degli swap FX, come un fondo pensione olandese o un assicuratore giapponese che prende in prestito dollari prima di rimborsare un prestito in euro o yen, hanno avuto una storia di problemi.

Quando la crisi finanziaria globale e la pandemia di Covid-19 hanno provocato il caos nel marzo 2020, hanno visto la necessità che le banche centrali come la Federal Reserve statunitense intervenissero nelle linee di cambio del dollaro.

Si stima che oltre 80 trilioni di dollari di debito “nascosto” superino le scorte di buoni del tesoro in dollari, pronti contro termine e carta commerciale, ha affermato la BRI. È cresciuto rispetto agli oltre 55 trilioni di dollari di dieci anni fa, mentre i contratti di swap FX ammontavano a quasi 5 trilioni di dollari al giorno ad aprile, circa i due terzi del fatturato globale giornaliero di FX.

READ  Virginia Walmart aggiornamenti in tempo reale sulla sparatoria di massa: 16 anni tra le vittime

Sia per le banche non statunitensi che per le “banche” non statunitensi come i fondi pensione, si stima che le passività in dollari derivanti dai trasferimenti in valuta raddoppieranno le passività in dollari del bilancio.

“Il debito in dollari mancante da swap/forward e swap su valute è enorme”, ha affermato l’azienda con sede in Svizzera, citando la mancanza di informazioni dirette sulla portata e sulla posizione dei problemi.

Debito in dollari fuori bilancio e in bilancio

Più vicino

La relazione valuta anche gli ampi sviluppi recenti del mercato.

Mentre l’inflazione ha preso piede, i funzionari della BRI sono stati espliciti nelle loro richieste di aumenti più energici dei tassi di interesse da parte delle banche centrali, ma questa volta ha toccato un tono più misurato.

Alla domanda se la fine del ciclo di inasprimento potrebbe arrivare il prossimo anno, Claudio Borrio, capo del dipartimento monetario ed economico della BRI, ha affermato che dipenderà da come si svilupperanno le condizioni, rilevando i problemi degli alti livelli di credito e l’incertezza sulla sensibilità dei mutuatari ora. Ci sono tassi in aumento.

La crisi scoppiata nei mercati dei gilt britannici a settembre ha evidenziato che le banche centrali possono essere costrette a intervenire e intervenire, nel caso del Regno Unito acquistando obbligazioni anche se alzano i tassi di interesse per controllare l’inflazione.

“La semplice risposta è che è più vicino di quanto non fosse inizialmente, ma non sappiamo fino a che punto devono spingersi le banche centrali”, ha detto Borrio dei tassi di interesse.

“Il nemico è un vecchio nemico e conosciuto”, dice, riferendosi all’inflazione. “Ma è passato molto tempo dall’ultima volta che abbiamo combattuto questa battaglia.”

READ  40 La migliore radiatore a olio del 2022 - Non acquistare una radiatore a olio finché non leggi QUESTO!
Volatilità del mercato

Dino-Mite

Il rapporto si concentra anche sui risultati dell’ultima indagine di mercato globale FX della BRI, che stima che $ 2,2 trilioni di scambi di valuta rischiano di essere sconvolti in un dato giorno a causa di problemi tra le controparti, minando la stabilità finanziaria.

L’importo a rischio rappresenta un terzo del totale delle entrate FX consegnabili ed è di $ 1,9 trilioni in più rispetto a tre anni fa, quando è stato condotto l’ultimo sondaggio FX.

Il trading FX si sta allontanando dalle piattaforme di trading multilaterali verso sedi “meno visibili”, impedendo ai responsabili politici di “monitorare adeguatamente i mercati FX”.

Il capo della ricerca e consulente economico della banca Hyun Chang Shin, nel frattempo, ha descritto i recenti problemi del mercato delle criptovalute come il crollo dell’exchange FTX e delle stablecoin TerraUSD e Luna come aventi caratteristiche simili ai fallimenti bancari.

Ha descritto molte criptovalute come “DINO – decentralizzate solo di nome” e che gran parte della loro attività associata ha avuto luogo attraverso intermediari tradizionali.

“Si tratta principalmente di prendere i depositi delle persone in banche non regolamentate”, ha detto Shin, aggiungendo che si tratta di sciogliere grandi indebitamenti e disallineamenti di scadenza, proprio come è stato durante il tracollo finanziario più di un decennio fa.

rapporti di Mark Jones; Montaggio di Toby Chopra e Alexander Smith

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.