I casi di COVID nel Regno Unito aumentano dopo il Giubileo; BA.4 e BA.5 divennero dominanti

Nuove stime dell’Office for National Statistics (ONS) del Regno Unito mostrano che un totale di 1.739.700 persone sono risultate positive al virus nella settimana terminata il 18 giugno.

Agenzia di stampa Xinhua | Agenzia di stampa Xinhua | Getty Images

LONDRA – Nuovi dati mostrano che i casi di COVID-19 nel Regno Unito sono di nuovo in aumento, indicando un aumento dei contagi dopo le celebrazioni del giubileo di platino della Regina.

Un totale di 1.739.700 persone sono risultate positive al virus nella settimana terminata il 18 giugno, secondo le stime Ufficio britannico di statistica nazionale Spettacolo venerdì.

Quel numero è aumentato del 75% rispetto alle due settimane precedenti, prima che i britannici celebrassero il 70° anniversario della regina sul trono con un lungo weekend di feste e incontri sociali.

L’aumento arriva quando l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha dichiarato venerdì che gli ultimi dati tecnici indicano due nuove varianti di Omicron – BA.4 e BA.5 -. Diventa dominante nel Regno Unito E porta ad un aumento dell’infezione di recente.

Le due opzioni ora costituiscono più della metà dei nuovi casi di Covid in Inghilterra, rappresentando rispettivamente circa il 22% e il 39% dei casi.

“È chiaro che la maggiore prevalenza di Omicron BA.4 e BA.5 sta aumentando significativamente il numero di casi che abbiamo osservato nelle ultime settimane”, ha affermato venerdì il consulente medico senior dell’UKHSA, la professoressa Susan Hopkins.

Le ultime analisi dell’UKHSA indicano che BA.5 sta crescendo del 35,1% più velocemente rispetto a BA.2 precedentemente dominante, mentre BA.4 sta crescendo del 19,1% più velocemente. Ciò indica che è probabile che BA.5 diventi presto la variante Covid dominante nel Regno Unito

READ  Naftali Bennett perde la maggioranza dopo il ritiro di un deputato dalla coalizione | Israele

Entrambe le specie sono state classificate come “varianti preoccupanti” a maggio, anche se gli scienziati hanno affermato che al momento non ci sono prove che suggeriscano che entrambe causino malattie più gravi rispetto ai ceppi precedenti.

Tuttavia, gli esperti di salute hanno ricordato alle persone Assicurati che le loro vaccinazioni siano aggiornate E continuare a seguire un comportamento sicuro per il Covid. Ciò include restare a casa in caso di sintomi respiratori o febbre e limitare i contatti con gli altri finché non ti senti meglio.

Circa il 20-25% delle persone nel Regno Unito non è ancora vaccinato.

“Con l’aumento della diffusione, è più importante che mai stare tutti vigili, prendere precauzioni e assicurarci di rimanere aggiornati con i vaccini COVID-19, che rimangono la nostra migliore difesa contro il virus”, ha affermato Hopkins.

Aumentano i casi e i ricoveri

I dati dell’ONS di venerdì hanno mostrato casi positivi con una percentuale della comunità la più alta in Scozia, dove una persona su 20 è risultata positiva al virus nell’ultima settimana.

È stata seguita dall’Irlanda del Nord (uno su 30), dall’Inghilterra (uno su 40) e dal Galles (uno su 45).

Complessivamente, l’Inghilterra ha riportato il numero più alto di casi con 1.360.600, seguita da Scozia (250.700), Galles (68.500) e Irlanda del Nord (59.900).

La Gran Bretagna ha celebrato il Queen’s Platinum Jubilee con un weekend di quattro giorni dal 2 al 5 giugno.

Mike Kemp | Immagini | Getty Images

Si ritiene che i dati, compilati testando casualmente migliaia di persone provenienti da famiglie private nel Regno Unito, indipendentemente dal fatto che mostrassero sintomi o meno, forniscano il quadro più chiaro dell’infezione da Covid in Gran Bretagna da quando i test pubblici gratuiti sono stati abbandonati in Inghilterra e Scozia.

Anche i ricoveri ospedalieri Covid sono aumentati in linea con le infezioni della comunità, aumentando dell’8,2% in Inghilterra la scorsa settimana, secondo i dati UKHSA.

“Lo stress sul sistema sanitario in relazione alla famiglia impegnata è in aumento”, ha detto il dottor Duncan Robertson, membro dell’Indy Sage Scholars Group, durante una conferenza stampa venerdì.

L’UKSHA ha dichiarato venerdì che le vaccinazioni continuano a mantenere bassi i ricoveri e i decessi gravi. Il tasso di ammissione in terapia intensiva e l’alto tasso dell’unità di dipendenza sono rimasti bassi allo 0,2% nello stesso periodo.

Tuttavia, Robertson ha messo in guardia dal compiacimento, indicando un leggero aumento dei decessi nella settimana terminata il 18 giugno, rilevando una possibile distorsione nella segnalazione della festa ufficiale del Giubileo.

“Se guardi i dati in termini di numero di decessi segnalati, è aumentato nell’ultima versione, ma ciò potrebbe essere dovuto agli effetti del giubileo”, ha affermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.