I futures azionari sono piatti per iniziare la settimana con dati chiave sull’inflazione e utili in vista

I mercati azionari sono rimasti piatti lunedì mattina mentre gli investitori attendevano i principali utili e rapporti sull’inflazione che faranno luce sull’economia statunitense dopo una settimana traballante per i mercati.

I futures sono collegati Media industriale del Dow Jones 16 punti in più. S&P 500 I futures sono scesi dello 0,03%, mentre i futures Nasdaq 100 sono scesi dello 0,18%. Le azioni di Merck sono aumentate di oltre il 2% nel trading pre-mercato Promosso dal Guggenheim.

Gli osservatori del mercato generalmente vedono la prossima settimana come l’inizio della stagione degli utili, con le quattro banche più grandi del mondo – JP Morgan, Wells Fargo, Morgan Stanley E Città – Rapporto del venerdì. PepsiCo, Delta E Domino Le aziende che segnalano la prossima settimana includono

Anche l’inflazione sarà al centro della scena con l’arrivo di nuovi dati mensili sull’indice dei prezzi al consumo giovedì mattina.

I mercati hanno vacillato la scorsa settimana, a partire da un rally di sollievo che ha fatto salire l’S&P 500 di oltre il 5% nel suo più grande guadagno di due giorni dal 2020. Quando i dati sull’occupazione sono stati più forti del previsto, indicando anche ulteriori aumenti dei tassi La decisione dell’OPEC+ di tagliare l’offerta di petrolio Investitori frustrati. Alla chiusura delle contrattazioni di venerdì, l’S&P era in rialzo dell’1,5% per la settimana. Il Dow e il Nasdaq sono aumentati rispettivamente dell’1,5% e dello 0,7%.

Tuttavia, il Dow, l’S&P 500 e Nasdaq È stata la prima settimana positiva su quattro. Tutti sono in calo significativo finora nel 2022, tuttavia, con il Nasdaq a meno dell’1% dal suo minimo di 52 settimane.

READ  La NASA e SpaceX hanno lanciato il Delay Crew-4 sulla Stazione Spaziale Internazionale

“È probabile che la direzione del mercato azionario sia ribassista perché l’economia e i profitti aziendali o diminuiranno in modo significativo o la Fed dovrà aumentare i tassi ancora più in alto e mantenerli alti più a lungo”, ha affermato il capo investitore Chris Zaccarelli. Friday è un funzionario presso l’Independent Counsel Alliance.

“Nelle condizioni in cui operiamo, riteniamo che sia prudente iniziare a prepararsi per una recessione”, ha aggiunto.

La scorsa settimana ha accresciuto le preoccupazioni sul fatto che gli utili aziendali possano mostrare il lato negativo di un dollaro in aumento. Levi Strauss È stato l’ultimo a tagliare le indicazioni a causa del calo delle vendite internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.