I genitori di Archie Battersby, un ragazzo inglese in coma, perde la battaglia per il supporto vitale

Sospensione

I genitori di un ragazzo britannico di 12 anni in coma dopo aver subito una lesione cerebrale “catastrofica” tre mesi fa hanno perso un ricorso in tribunale per impedire ai medici di interrompere il trattamento di supporto vitale.

Archie Battersby è stato trovato privo di sensi nella sua casa il 7 aprile con una “cravatta” al collo, secondo i documenti del tribunale. Sua madre, Holly Dance, ha detto che crede che si sia soffocato mentre provava una moda virale su Internet nota come Sfida Blackout.

La mamma fa causa a TikTok dopo che un bambino di 10 anni è morto nel tentativo di “Blackout Challenge”.

I medici del Royal London Hospital, dove il ragazzo è in cura, credono che sia morto di cervello e che il suo corpo alla fine crollerà anche se il supporto vitale continua.

Un avvocato dei genitori del ragazzo ha detto alla corte che sua madre ha visto suo figlio respirare indipendentemente da un ventilatore venerdì e sabato, secondo il Guardian. menzionato.

secondo Atti del tribunaleIn un’occasione, Dance ha anche detto di aver sentito Archie tenerle la mano. Il personale medico ha detto di non aver visto “alcun segno di una vita spontanea in lui”, anche durante le procedure traumatiche.

Parlando con i giornalisti lunedì fuori dalla Royal Courts of Justice di Londra – dove tre giudici della corte d’appello hanno confermato una precedente sentenza secondo cui il trattamento di supporto vitale non era nel migliore interesse di Archie – Dance ha promesso di non rinunciare alla lotta.

READ  Immigrazione: il supervisore di Biden presenta un piano per gestire il flusso di immigrati venezuelani

“Al regime non dovrebbe essere consentito fare questo alle persone”, ha detto. “Tutto quello che ho chiesto sin dal primo giorno è il tempo… Questo è il mio figlioletto e combatterò il più a lungo possibile.”

Un certo numero di bambini sono stati uccisi durante l’esecuzione della Blackout Challenge dopo essere stati visti su TikTok, secondo una causa statunitense intentata dalla madre di Nylah Anderson, Bambina di 10 anni Da Chester, Pennsylvania. Sua madre l’ha trovata impiccata nel suo armadio e stava per morire a dicembre. La ragazza – descritta da coloro che l’hanno amata come una “farfalla” preziosa e amante del divertimento – è morta in ospedale cinque giorni dopo.

Altri decessi menzionati nella causa includono A Ragazzo australiano di 14 anni Ad aprile 2020, Ragazza italiana di 10 anni Nel gennaio 2021, a Ragazzo di 12 anni del Colorado Nell’aprile di quell’anno e a Ragazzo dell’Oklahoma di 12 anni Nel luglio 2021.

Un portavoce di TikTok ha detto al Washington Post che la fastidiosa “sfida”, di cui le persone sembrano aver appreso da fonti diverse da TikTok, precede la nostra piattaforma da molto tempo e non è mai stata una tendenza per TikTok”.

Sir Andrew MacFarlane, uno dei tre giudici nella sentenza del tribunale britannico di lunedì, ha affermato che le condizioni di Archie e la “terribile situazione” in cui si trovavano lui e la sua famiglia avevano ricevuto un’ampia attenzione da parte dei media, anche in una foto scattata prima dell’incidente.

Tuttavia, il giudice ha detto che Archie “non era più il ragazzo nella foto”. Ha aggiunto che il dodicenne è “una persona le cui funzioni corporee sono ora preservate con mezzi artificiali”.

READ  L'Alta Corte di Londra si pronuncia contro il venezuelano Maduro in una battaglia d'oro da miliardi di dollari

I tre giudici della corte d’appello hanno affermato che avrebbero ritardato la fine del trattamento di Archie di 48 ore – fino alle 14:00 ora locale di mercoledì – per consentire ai suoi genitori di chiedere alla Corte europea dei diritti umani di esaminare il caso.

Il padre del ragazzo, Paul Battersby, è stato portato in ospedale prima dell’udienza di lunedì dopo aver subito un infarto.

Jonathan Edwards ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.