I mercati brasiliani sono aumentati quando è iniziata la forte performance di Bolsonaro nel ballottaggio

SAN PAOLO/BRASILIA (Reuters) – La valuta reale e il mercato azionario del Brasile sono aumentati lunedì dopo che il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro ha sovraperformato nei sondaggi e si è assicurato il suo posto in un teso ballottaggio, negando a Luiz Inacio Lula da Silva di sinistra una vittoria elettorale assoluta . . primo round.

La performance inaspettatamente forte di Bolsonaro domenica ha deluso le speranze di una rapida soluzione alle elezioni profondamente polarizzate nella quarta democrazia più grande del mondo. Ha anche rivitalizzato la campagna del presidente, ponendo le basi per una replica altamente competitiva e tesa il 30 ottobre.

I mercati locali si sono rallegrati per il risultato, tra le aspettative che potrebbe costringere Lula a trasferirsi al centro e limitare la sua possibilità di drastici cambiamenti politici. Il real brasiliano è salito di quasi il 3% rispetto al dollaro negli scambi mattutini, mentre l’indice azionario Ibovespa è salito (.BVSP) Inoltre è aumentato del 3%.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Le società statali hanno guidato i guadagni del principale indice azionario brasiliano, con le azioni del gigante petrolifero Petrobras (PETR4.SA) L’istituto di credito Banca del Brasile (BBAS3.SA) saltare di oltre il 7%.

Con il 99,9% dei voti elettronici contati, Lula ha ricevuto il 48,4% dei voti contro il 43,2% di Bolsonaro, portando a un ballottaggio in cui nessuno dei due ha ottenuto la maggioranza.

Elezioni generali brasiliane 2022

La gara si è rivelata più dura di quanto suggerito dalla maggior parte dei sondaggi, dando slancio a Bolsonaro, che ha insistito sui sondaggi non ci si poteva fidare. Se riuscirà a fare una rimonta, interromperà l’ondata di vittorie lasciate in tutta la regione negli ultimi anni, inclusi Messico, Colombia, Argentina e Cile.

READ  Gli argentini desiderano Evita, 70 anni dopo la sua morte

Capital Economics ha affermato in una nota che Lula rimane il favorito per essere eletto. Ma ha detto che la “prestazione sorprendentemente forte” di Bolsonaro e dei suoi alleati porrebbe seri ostacoli al governo del più grande paese dell’America Latina.

“Questo dovrebbe aiutare a dissipare i timori di una brusca svolta a sinistra”, ha scritto.

Domenica sera, Bolsonaro sembrava fiducioso che la vittoria fosse a portata di mano e non ha ripetuto le recenti critiche al sistema di voto brasiliano. Nella corsa al voto, ha lanciato attacchi infondati all’integrità del sistema di voto elettronico e ha suggerito che non può concedere se perde.

“Ho in programma di stringere le giuste alleanze politiche per vincere queste elezioni”, ha detto ai giornalisti, riferendosi ai progressi significativi che il suo partito ha fatto al Congresso.

Gli alleati di destra di Bolsonaro hanno vinto 19 dei 27 seggi al Senato e i risultati preliminari indicano una buona dimostrazione della sua base alla Camera dei Rappresentanti.

Lula era ottimista riguardo al risultato, dicendo che non vedeva l’ora di un altro mese in campagna elettorale e l’opportunità di discutere di Bolsonaro faccia a faccia.

Ma all’interno della sua campagna, c’era una chiara frustrazione per non essere stato all’altezza delle aspettative della maggioranza ristretta in alcuni sondaggi d’opinione, insieme a scarsi risultati nelle gare di stato al di fuori della tradizionale roccaforte del suo partito nel nord-est.

READ  Il capo della società ucraina di costruzione di motori aeronautici è stato arrestato con l'accusa di alto tradimento

“C’è stato un chiaro movimento di voti nel sud-est che va oltre ciò che i sondaggi e persino la campagna sono stati in grado di rilevare”, ha affermato una fonte della campagna, che ha chiesto di non essere identificata.

Anche il sostegno del lontano terzo e quarto posto non è stato all’altezza dei recenti sondaggi, suggerendo che alcuni dei loro sostenitori potrebbero essersi rivolti a Bolsonaro quando è arrivato il momento di votare.

Il senatore centrista Simone Tibet, che ha ricevuto il 4% dei voti, e l’ex parlamentare di centrosinistra Ciro Gomez, che ha ottenuto il 3%, hanno detto domenica sera che annunceranno le decisioni sull’approvazione nei prossimi giorni.

Con lo slancio sul favore di Bolsonaro, Lula potrebbe aver bisogno di tutto l’aiuto possibile.

“È chiaro che il bolsonarismo è stato sottovalutato”, ha affermato il senatore Humberto Costa, alleato del partito laburista di Lula.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Lisandra Paraguaso a San Paolo e Maria Carolina Marcelo a Brasilia I giornalisti sono Eduardo Simos e Ricardo Brito a Brasilia

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.