I migliori legislatori rinnovano la richiesta al DHS IG di mettere da parte le indagini sui testi mancanti, riferisce la CNN

Il presidente del comitato di sorveglianza della Camera Carolyn Maloney e il presidente del Consiglio per la sicurezza interna Benny Thompson hanno ribadito la loro richiesta all’ispettore generale Joseph Kovary di farsi da parte nel discorso di lunedì, citando le preoccupazioni per la sua “mancanza di trasparenza e indipendenza, che sembra minacciare l’integrità di un’indagine critica condotta dal tuo ufficio.”

Maloney e Thompson stanno anche richiedendo interviste scritte con i dipendenti chiave di IG DHS. La CNN ha riferito per la prima volta che gli investigatori del DHS hanno abbandonato i loro sforzi per recuperare i messaggi di testo persi dai servizi segreti nel luglio 2021, un anno prima che Kovari avesse sollevato preoccupazioni sulla trasparenza dei servizi segreti e del DHS ai comitati di supervisione del Congresso.

“Le commissioni hanno ottenuto nuove prove che il suo ufficio potrebbe aver segretamente abbandonato gli sforzi di raccolta dei messaggi di testo dei servizi segreti più di un anno fa”, affermava la lettera. “Questi documenti indicano anche che il tuo ufficio potrebbe aver adottato misure per coprire il volume dei documenti mancanti, sollevando ulteriori preoccupazioni sulla tua capacità di svolgere in modo indipendente ed efficace le tue funzioni di ispettore generale (IG).”

I comitati richiedono un elenco di comunicazioni e documenti entro lunedì, che vanno dalla corrispondenza relativa a eventuali decisioni di non raccogliere o recuperare messaggi di testo alle comunicazioni relative alla notifica al Congresso.

In una dichiarazione alla CNN, un portavoce del Dipartimento per la sicurezza interna, Ufficio dell’ispettore generale, ha affermato che “non discute le revisioni amministrative in corso né conferma o commenta l’esistenza di indagini penali”.

READ  Blinken, il cinese Wang Yi ha colloqui sulla guerra e sul commercio in Ucraina

Guardia che si difende

Tuttavia, in un’e-mail interna dei dipendenti ottenuta dal Progetto di supervisione del governo e condivisa con la CNN, Kaffari si è difeso e ha elogiato il loro lavoro in mezzo a un “attacco critico indegno”.

“Nelle ultime due settimane, l’Ufficio per la sicurezza interna del Dipartimento per la sicurezza interna è stato oggetto di una schiacciante quantità di speculazioni pubbliche”, ha detto Kovari allo staff in un’e-mail ottenuta dal Progetto di supervisione del governo e condivisa con la CNN.

Ha scritto: “A causa delle linee guida e degli standard di qualità del procuratore degli Stati Uniti, non siamo sempre in grado di rispondere pubblicamente a bugie e informazioni false sul nostro lavoro”. “Sono molto orgoglioso della resilienza a cui ho assistito di fronte all’assalto di critiche indegne”.

L’e-mail, inviata lunedì alle 14:28, è arrivata poco prima che i membri chiave della Camera accusassero l’ufficio di Kovari di aver manomesso e cancellato le informazioni relative alla sua indagine sulla perdita di messaggi di testo da parte dei servizi segreti di alti funzionari del Dipartimento della sicurezza interna.

La lettera mostra che il vice ispettore generale del DHS Thomas Kate ha scritto un’e-mail al collegamento del DHS, Jim Krampbacher, il 27 luglio 2021, dicendo agli investigatori del DHS che non stavano più cercando messaggi di testo. Kate è uno dei dipendenti che il comitato vuole incontrare ora.

Jim, usa questa email come riferimento per la nostra conversazione poiché hai detto che non richiediamo più tabulati telefonici e messaggi di testo USSS. [United States Secret Service] Per quanto riguarda gli eventi del 6 gennaio”, si legge nell’e-mail.

READ  Avvisi di forte calore sono in vigore in 28 stati degli Stati Uniti | crisi climatica

La lettera conferma anche che la CNN ha riaperto le indagini sui messaggi di testo nel dicembre 2021.

I legislatori hanno affermato in una lettera lunedì che Kate ha anche omesso il “linguaggio chiave” dalla nota di febbraio al Dipartimento per la sicurezza interna, sottolineando l’importanza dei messaggi di testo per le indagini dell’ispettore generale. La nota originale affermava che la maggior parte dei componenti del DHS non forniva le informazioni richieste e che il contenuto dei messaggi di testo era una “fonte di informazioni significativa per la revisione dell’Office of Homeland Security del DHS”, ma la versione finale affermava il contrario, affermando che ha ricevuto risposte, secondo la lettera.

“Questi documenti sollevano nuove inquietanti preoccupazioni sul fatto che non solo il vostro ufficio non ha notificato al Congresso per più di un anno che mancano prove cruciali in questa indagine, ma il vostro personale senior ha deliberatamente scelto di non perseguire tali prove e quindi sembra che abbia preso provvedimenti per coprire anche questi fallimenti”, afferma la lettera.

Continua citando i messaggi di testo mancanti dei massimi funzionari della sicurezza interna sotto l’ex presidente Donald Trump: il segretario ad interim Chad Wolf e il vice segretario di Stato ad interim Ken Cuccinelli. Le informazioni ottenute dal comitato hanno rivelato che l’Ufficio dell’ispettore generale era a conoscenza a febbraio che non era possibile accedere a queste lettere, ma non l’ha notificata al Congresso. La CNN ha contattato Cuccinelli per un commento.

L’ultimo sviluppo della saga

Il messaggio di lunedì segna un altro sviluppo nella saga in corso sui messaggi mancanti del 6 gennaio. I promemoria ottenuti dalla CNN indicano che il Dipartimento per la sicurezza interna ha ripetutamente ricordato alla forza lavoro di conformarsi all’ispettore generale e ai relativi comitati.

READ  Pechino e Shanghai iniziano a riaprire con il calo dei casi di COVID

Dopo che l’ufficio dell’ispettore generale ha sollevato preoccupazioni al segretario per la sicurezza interna Alejandro Mallorcas in merito al rispetto delle richieste, il segretario ha emesso una nota del settembre 2021 alla forza lavoro affermando che i dipendenti dovrebbero collaborare alle interviste e fornire informazioni.

“Il Dipartimento si impegna a sostenere la missione dell’Ufficio dell’Ispettore generale. Il personale del DHS è tenuto a collaborare con gli audit, le ispezioni, le indagini e altre indagini dell’OIG. Qualsiasi tentativo di nascondere informazioni o ostacolare l’Ufficio dell’Ispettore generale nel portare il suo lavoro critico va contro la direzione del Dipartimento e potrebbe portare a conseguenze disastrose”.

Quindi, nell’ottobre 2021, il consigliere generale del Dipartimento per la sicurezza interna Jonathan Mayer ha emesso una nota speciale datata 6 gennaio 2021, affermando che l’ufficio stava collaborando con il comitato ristretto della Camera per indagare sull’ammutinamento di Capitol Hill.

Tale memorandum afferma: “Sto quindi indirizzando il Dipartimento e i suoi componenti a rispondere prontamente e in modo completo a qualsiasi richiesta dal Comitato Ristretto che riceve”. “Tale cooperazione e trasparenza sono vitali per l’impegno del dipartimento a proteggere la nostra nazione e i suoi principi democratici fondanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.