Il Canada vuole altri 1,45 milioni di immigrati entro il 2025 per colmare il divario occupazionale

Sospensione

Il Canada sta fissando obiettivi record di immigrazione per portare 1,45 milioni di immigrati entro il 2025 per aiutare a colmare la carenza di manodopera.

“Senti, ragazzi, per me è semplice. Il Canada ha bisogno di più persone”, Sean Fraser, ministro dell’Immigrazione, dei rifugiati e della cittadinanza canadese, Raccontare Martedì conferenza stampa. Ha affermato che il governo sta cercando di rafforzare il mercato del lavoro che ha lasciato quasi un milione di posti di lavoro vacanti a causa della pandemia.

Il nuovo piano di immigrazione mira ad accogliere 465.000 persone nel 2023, per salire a 500.000 nel 2025. Immigration Canada afferma di aver accolto 405.000 nuovi arrivati ​​l’anno scorso, “il massimo che abbiamo accolto in un anno”.

“Ci stiamo basando su questo e stabilendo obiettivi più elevati nei prossimi anni, perché l’immigrazione è fondamentale per far crescere la nostra economia e aiutare le imprese a trovare l’occupazione di cui hanno bisogno”, ha affermato il primo ministro Justin Trudeau. cinguettare.

La retorica canadese contrasta con molti alti funzionari del governo in altri paesi occidentali, dove i funzionari hanno parlato di limitare l’immigrazione e hanno visto gli immigrati come un onere economico.

ministro dell’Interno britannico Suila BravermanAd esempio, questa settimana è stato criticato per aver descritto i migranti che attraversano il confine La Manica come “invasione della nostra costa meridionale”. cercando di fermare il flusso richiedenti asilo Mentre percorreva la pericolosa strada verso la Gran Bretagna, Braverman ha appoggiato un tentativo di deportare le persone in Ruanda per fare pressione sulle richieste di asilo lì – un precedente piano del governo che ha suscitato indignazione e Colpisci un muro legale.

READ  Putin ospita la cerimonia del Cremlino per annettere parti dell'Ucraina

L’Europa ha riscritto il suo manuale sui migranti per i rifugiati ucraini. Alcuni temono che non sia abbastanza.

L’aumento dei valichi di frontiera è anche in prima linea nei problemi di polarizzazione negli Stati Uniti, dove ci sono alcuni politicamente ambiziosi governatori repubblicani Hai I democratici hanno portato gli immigrati a protestare contro le politiche dell’amministrazione Biden.

In Canada, che è spesso meta di immigrazione economica, la politica di crescita del Paese è apparsa meno divisiva. Gli immigrati quest’anno rappresentavano il 23% della popolazione, la percentuale più alta nel paese in oltre 150 anni Agenzia di censimento annunciato la scorsa settimana.

Il Canada ha adottato da tempo un approccio per attirare gli immigrati per compensare l’impatto del calo dei tassi di natalità e dell’invecchiamento della popolazione e ha rimodellato alcune politiche per superare le interruzioni della mobilità e dell’immigrazione legate alla pandemia. “I canadesi comprendono la necessità di continuare a far crescere la nostra popolazione se vogliamo soddisfare le esigenze della forza lavoro, se vogliamo riequilibrare una preoccupante tendenza demografica e se vogliamo continuare a riunire le famiglie”, ha affermato Fraser.

Il paese ha circa tre lavoratori per ogni cittadino in pensione, ha detto Fraser, descrivendo gli obiettivi come senza precedenti per l’immigrazione economica. “Abbiamo bisogno di più lavoratori in ogni settore in ogni regione del paese, non importa se sono operatori sanitari in prima linea, conducenti di camion, costruttori di case o ingegneri del software”, ha affermato.

Il Canada vuole gli immigrati ma l’epidemia è in arrivo. Quindi sta cercando di mantenere davvero le persone lì.

Sebbene martedì il partito conservatore di opposizione abbia criticato l’annuncio del governo, ha comunque espresso sostegno agli sforzi per aumentare l’immigrazione.

READ  Boris Johnson si è ritirato dalla gara lasciando Rishi Sunak in pole position

Il piano è stato anche accolto con domande da parte dei giornalisti sul fatto che il governo avrebbe affrontato la pressione sugli alloggi a prezzi accessibili in alcune parti del Canada e su eventuali discriminazioni o sfide che gli immigrati potrebbero dover affrontare per trovare un sostegno adeguato dopo il loro arrivo.

Mentre il nuovo piano prevede una diminuzione del numero di rifugiati, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati Egli ha detto Ha accolto con favore la “continua leadership del Canada nel reinsediamento dei rifugiati”.

Questa politica “ha senso in molti modi”, l’avvocato canadese per i rifugiati Maureen Silkoff Ha scrittoMa ha esortato il governo a “concentrarsi sulle disuguaglianze affrontate dai rifugiati che sono vulnerabili a causa dei massimali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.