Il capo del gruppo russo Wagner afferma che le truppe sono state sequestrate Solidar | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

La città dell’estrazione del sale dell’Ucraina orientale è stata al centro di giorni di feroci combattimenti.

Il capo del mercenario russo Wagner Group ha affermato di aver preso il controllo della città mineraria di sale di Solidar nell’Ucraina orientale, ma il mistero rimane tra le battaglie in corso nel centro della città.

Solidar è stato al centro di giorni di intensi combattimenti poiché la Russia lo vede come la chiave della sua campagna per la vicina città strategica di Bakhmut e la più ampia regione orientale dell’Ucraina del Donbass.

Non è stato possibile verificare la situazione sul campo e le autorità ucraine non hanno commentato la situazione.

Le unità di Wagner controllavano l’intero territorio di Solidar. “Nel centro della città si è formato un calderone dove si svolgono i combattimenti urbani”, ha detto il capo della Wagner Yevgeny Prigozhin, uno stretto alleato del presidente russo Vladimir Putin, secondo le agenzie di stampa russe.

“Il numero dei prigionieri sarà annunciato domani”, ha aggiunto Prigozhin. Il gruppo ha detto tramite Telegram che i soldati ucraini intrappolati erano stati avvertiti prima di mezzanotte (22:00 GMT).

Solidar si trova a circa 15 chilometri (9 miglia) da Bakhmut e la sua cattura avrebbe un valore simbolico, militare e commerciale per la Russia.

L’agenzia di stampa statale russa ha successivamente pubblicato un rapporto in cui affermava che il gruppo Wagner aveva sequestrato le miniere di sale di Solidar dopo “pesanti combattimenti”, mentre Prigozhin ha pubblicato una foto di se stesso circondato dai suoi mercenari in quella che ha detto essere una delle miniere.

READ  Migliaia di persone si radunano in Perù per chiedere le dimissioni del presidente di sinistra Castillo

Tuttavia, l’Institute for the Study of War, un think tank con sede a Washington, DC, ha espresso cautela riguardo alle accuse russe.

“#Soledar non è stato completamente catturato dalle forze russe nonostante le false affermazioni russe secondo cui la città è caduta e #Bakhmut rischia un imminente accerchiamento”, ha detto in un tweet, osservando che lo stesso Prigozhin ha riconosciuto che la guerriglia urbana continua.

Caro

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky non ha fatto menzione del controllo di Solidar nel suo consueto discorso video di martedì sera, quando ha ribadito la sua richiesta di più armi occidentali, dicendo che la Russia sta cercando di intensificare la sua campagna militare. Non ha approfondito.

Ma il ministero della Difesa ucraino ha twittato martedì scorso: “Anche dopo aver subito enormi perdite, la Russia sta ancora cercando follemente di catturare Solidar, sede della più grande miniera di sale d’Europa”.

L’Ucraina ha affermato in precedenza che le sue forze stanno ancora mantenendo le loro posizioni in Solidar, respingendo gli attacchi seguiti da ondate dopo ondate di forze russe che cercano la loro prima vittoria sul campo di battaglia da mesi.

La cattura di Solidar sarebbe il più grande guadagno della Russia da agosto, dopo una serie di umilianti ritirate nel nord-est e nel sud nella seconda metà del 2022.

Ma qualsiasi vittoria a Bakhmut avrebbe avuto un costo pesante, poiché le forze di entrambe le parti hanno subito pesanti perdite in alcune delle battaglie più feroci dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia il 24 febbraio dello scorso anno.

Kyiv nei giorni scorsi ha pubblicato fotografie che mostrano quelli che si dice fossero molti soldati russi uccisi nei campi fangosi.

READ  Sanguinose battaglie scoppiarono a Tripoli, sollevando i timori di una guerra più ampia in Libia

Mosca afferma che la cattura di Bakhmut sarebbe un passo decisivo verso il pieno controllo della regione ucraina di Donetsk, una delle quattro province che ha affermato di aver annesso due mesi fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.