Il cinese Xi Jinping chiede il terzo mandato come leader del Partito Comunista

Xi Jinping ha consolidato il suo status di leader più cool della Cina dai tempi di Mao Zedong estendendo il suo mandato come capo del Partito Comunista nel secondo decennio e Il rifiuto di promuovere un potenziale successore è ovvio.

Il signor Xi è apparso per la prima volta domenica mentre la nuova leadership cinese di sette uomini avanzava su un podio con il tappeto rosso all’interno della Grande Sala del Popolo a Pechino, dopo una riunione a porte chiuse di quasi 370 alti funzionari che hanno posto fine all’adesione alla decisione suprema del partito -fare corpi.

La formazione del nuovo Comitato Permanente del Politburo, il santuario interno del potere in Cina, era interamente controllata dagli alleati e dai mecenati del signor Xi, sebbene nessuno con una combinazione di età ed esperienza li avrebbe distinti come un successore praticabile.

Il signor Xi, 69 anni, si è assicurato un terzo mandato di cinque anni come segretario generale del partito. Sebbene il partito non fissi limiti al mandato presidenziale per la sua massima posizione politica, Xi sta interrompendo il ciclo di leadership di 10 anni stabilito dal suo predecessore, che ha servito due mandati come capo del partito.

Il nuovo Comitato permanente del Politburo si schiera davanti ai media domenica.


immagine:

Tingshu Wang / Reuters

Estendendo il suo governo senza alcun apparente erede, il signor Xi ha effettivamente eliminato gli sforzi decennale del partito per garantire l’ordinata successione della leadership e Impedire un ritorno alla dittatura in stile maoista. Da quando ha preso il potere nel 2012, il signor Xi ha ribaltato l’abbraccio del partito alla leadership collettiva, concentrato il potere decisionale nelle proprie mani e rimosso le restrizioni costituzionali alla presidenza.

Questo potere ha anche rimosso i funzionari che in precedenza erano visti come portabandiera di politiche relativamente pluralistiche e orientate al mercato, lasciando la Cina saldamente nelle mani del signor Xi e dei suoi sostenitori, che sostengono una società più equa, un’economia guidata dallo stato e Forza muscolare. Politica estera – sotto la supervisione di un forte partito centrale.

Nelle sue prime osservazioni dopo aver assunto il suo terzo mandato, Xi ha ribadito il suo programma a grandi linee, comprese le richieste del suo partito di continuare l'”autorivoluzione”, riorientare l’economia verso uno “sviluppo di alta qualità” e garantire che la Cina affermi una leadership positiva negli affari globali.

“Il viaggio da percorrere è lungo e arduo, ma con passi risoluti raggiungeremo la nostra destinazione”, ha detto il signor Xi in una conferenza stampa, insieme ai suoi aiutanti nella dirigenza senior. “Dobbiamo rimanere in allerta, rimanere vigili e prudenti”.

“Il viaggio da percorrere è lungo e arduo, ma con passi fermi raggiungeremo la nostra destinazione”.


– Xi Jinping, leader del Partito Comunista Cinese

“Penso che Xi abbia chiarito la tendenza generale”, ha affermato Joseph Viussmith, professore della Boston University specializzato in politica cinese. “La sicurezza al di sopra della crescita economica. Questo è un cambiamento notevole e suggerisce quanto Xi sia nervoso per il futuro [Chinese Communist Party]. “

Il segretario del partito di Shanghai Li Qiang, che è diventato l’obiettivo dell’indignazione pubblica per l’estenuante blocco Covid della città all’inizio di quest’anno, si è rivelato davanti alle telecamere come il numero 2 nella nuova leadership. Dissero le persone vicine alla leadership Potrebbe diventare il primo ministro della Cina Il Wall Street Journal ha riportato la prossima primavera. L’attuale primo ministro, Li Keqiang, dovrebbe dimettersi la prossima primavera in base alle norme costituzionali che lo limitano a due mandati di cinque anni.

Il risultato ha cementato la posizione di Xi come un leader importante, nonostante il crescente malcontento pubblico nei suoi confronti Politiche di tolleranza zero per Covid e gestione L’economia stagnante della Cina. La mancanza di un chiaro successore suggerisce anche che Xi potrebbe cercare di estendere il suo governo oltre il suo terzo mandato, che terminerà nel 2027.

Il signor Xi è destinato a diventare il terzo incarico politico più longevo del partito. Solo Mao Zedong, che è stato Presidente del Partito per più di tre decenni, e Jiang Zemin, che ha servito come Segretario Generale per 13 anni in due mandati e mezzo, sono rimasti per quasi due anni Presidente della Commissione Militare Centrale del Partito. Deng Xiaoping, il leader supremo della Cina dalla fine degli anni ’70 fino alla sua morte nel 1997, non ha ricoperto la carica di presidente onorario del partito.

Il signor Xi si sta anche preparando ad assumere un terzo mandato come capo di stato della Cina la prossima primavera. Lo ha reso possibile nel 2018, quando ha revocato le restrizioni costituzionali che avevano impedito al presidente di scontare più di due mandati quinquennali consecutivi. La presidenza è una posizione prevalentemente cerimoniale, con l’autorità del signor Xi che deriva principalmente dai suoi ruoli di segretario generale e presidente della Commissione militare.

Il presidente cinese Xi Jinping ha usato la propaganda per estendere il suo governo e aprire la strada a un terzo mandato. Il Wall Street Journal esamina tre momenti durante i suoi 10 anni al potere che ripercorrono la sua ascesa per diventare il leader più potente del paese dai tempi di Mao Zedong. Didascalia immagine: Adam Adada

Sei uomini hanno seguito il signor Xi mentre apparivano davanti alle telecamere dei telegiornali in ordine di rango nel loro partito, secondo le clip trasmesse dalla televisione di stato. La maggior parte dei membri di questo vertice del potere comunista sono funzionari promossi dal signor Xi o hanno stretti legami con lui. Il signor Shi ha accumulato il suo potere negli ultimi dieci anni Campagna anticorruzione Ciò ha ripulito gli avversari e premiato i lealisti.

Zhao Leji, che ha guidato il massimo comitato disciplinare del partito negli ultimi cinque anni, è emerso terzo nella nuova leadership, un grado che suggerisce che potrebbe diventare il massimo funzionario nella legislatura nazionale cinese, l’Assemblea nazionale del popolo. Sia il signor Zhao che il signor Xi avevano radici familiari nella provincia settentrionale dello Shaanxi, che era la base del potere del defunto padre del signor Xi, l’anziano rivoluzionario Xi Zhongxun.

Il leader al quarto posto era Wang Huning, che sembra essere a capo del più alto organo consultivo politico cinese, in un precedente precedente. Il signor Wang, il principale ideologo del partito, è stato uno dei più stretti consiglieri del signor Xi negli ultimi dieci anni, ha dato forma alle sue campagne politiche e spesso ha accompagnato il leader cinese nei suoi viaggi all’estero.

Il capo del partito di Pechino, Cai Zhi, che ha lavorato per decenni con il signor Xi nelle province del Fujian e dello Zhejiang, è emerso come il quinto membro della nuova leadership. Il signor Kai è destinato a diventare la figura principale che supervisionerà l’apparato di propaganda e supervisione del partito e i suoi sforzi per contrastare l’influenza occidentale.

Un agente di sicurezza osserva la Grande Sala del Popolo a Pechino.


immagine:

Thomas Peter/Reuters

Il sesto membro ad apparire è stato il 60enne Ding Shuixiang, il membro più giovane della nuova leadership. Un recente precedente indica che diventerà il primo vicepremier cinese la prossima primavera.

Li Shi, il capo del partito di recente nella provincia del Guangdong, è emerso come il settimo membro del Comitato permanente. È stato anche nominato capo del più grande organismo di vigilanza anticorruzione del partito, la Commissione centrale per l’ispezione disciplinare, un compito che il quotidiano probabilmente ha riportato all’inizio di questa settimana.

La dimensione del nuovo Politburo è stata ridotta a 24 membri da 25 – la prima volta che questo organismo ha avuto un numero pari di membri a pieno titolo in 15 anni. L’ultimo politburo con 24 membri a pieno titolo è rimasto in carica dal 2002 al 2007. Negli ultimi decenni, il partito ha generalmente evitato di assegnare membri pari ai suoi organi superiori per ridurre le possibilità di una situazione di stallo nel voto.

La nuova formazione segna anche la prima volta in 25 anni che il Politburo femminile non compare, né come membro a pieno titolo né come sostituto.

Il vicepremier Hu Chunhua, un tempo considerato un potenziale futuro leader, si è ritirato del tutto dai posti più alti del partito, perdendo domenica il suo seggio nel Politburo. Il membro più giovane del Politburo uscente, 59 anni, aveva goduto di una rapida ascesa ed era considerato un sostenitore di politiche economiche relativamente liberali. Ma non è considerato parte della cerchia del signor Xi, essendo cresciuto con l’aiuto di altri mecenati politici.

scrivere a Keith Chai a keith.zhai@wsj.com e Chun Han Wong a chunhan.wong@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  Putin dice che l'Ucraina si sta dirigendo verso la "tragedia" e Kramatorsk si prepara a difenderla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.