Il consigliere speciale Smith sta accelerando le indagini penali su Trump


Washington
Cnn

Il nuovo consigliere speciale Jack Smith, che si sta muovendo velocemente su un paio di indagini penali che circondano Donald Trump, si è concentrato negli ultimi mesi sullo stato d’animo dell’ex presidente dopo le elezioni del 2020, conoscendo i piani per bloccare la transizione del potere. Le persone che hanno familiarità con la questione dicono alla CNN.

Nonostante sia in Europa per riprendersi da un incidente in bicicletta, Smith ha fatto una serie di mosse di alto profilo da allora. Ha assunto l’incarico il mese scorsoCompreso chiedere a un giudice federale Trump deve essere insultato per non aver rispettato un mandato di comparizione che ordinava il rilascio di documenti contrassegnati come classificati.

Dal Ringraziamento, Smith ha portato diversi stretti collaboratori di Trump davanti a un gran giurì a Washington. Due ex avvocati della Casa BiancaTre dei più stretti collaboratori di Trump e il suo FIl primo interlocutore è Stephen Miller. Inoltre, ha emesso una raffica di citazioni in giudizio. Compresi gli ufficiali elettorali Negli stati del campo di battaglia in cui Trump sta cercando di ribaltare le sue perdite nel 2020.

Smith sta assumendo uno staff due volte più grande di quello che aveva già nel team di avvocati di Robert Mueller. Studio russo. Un gruppo di 20 avvocati sta lavorando sotto Smith il 6 gennaio per indagare e provare a cambiare le elezioni del 2020, secondo più persone che hanno familiarità con il pannello.

Smith sarà già coinvolto con gli investigatori della sicurezza nazionale che indagano sulla possibile cattiva gestione dei registri federali. Trasportato a Mar-a-Lago Dopo che Trump ha lasciato la Casa Bianca.

Insieme, le indagini gemelle hanno già stabilito più prove di quelle con cui Mueller ha iniziato, inclusa un’indagine finanziaria durata un anno che è volata sotto il radar.

“Mueller è partito da zero, mentre Jack Smith sta coordinando un’indagine attiva e in rapido movimento”, ha affermato Eli Honig, ex procuratore federale e analista legale senior della CNN.

Smith non sarebbe stato limitato come Mueller, che ha rinviato le decisioni sull’opportunità di incriminare Trump perché era un presidente in carica.

Sebbene Trump abbia condannato la nomina di Smith sui social media, alcuni degli avvocati dell’ex presidente, che hanno familiarità con la questione, pensano che sarebbe potuta andare peggio. Quegli avvocati ritengono improbabile che l’ex presidente sia accusato, secondo due fonti note. Credono che la nomina di Smith sia una buona cosa perché “non era emotivamente attaccato” al caso originale e poteva vederlo “senza emozioni e in modo veritiero”, ha detto una delle fonti.

READ  40 La migliore barbie ginnastica artistica del 2022 - Non acquistare una barbie ginnastica artistica finché non leggi QUESTO!

“È una buona cosa che abbiano trovato un ragazzo che è stato in Europa negli ultimi anni senza che il suo cervello si marinasse in una zuppa di copertura il 6 gennaio”, ha detto la fonte.

Ma altri membri del team di Trump temono che la nomina di Smith segnali una posizione più aggressiva del procuratore generale Merrick Garland, che potrebbe essere definito un “sicario” che potrebbe perseguire un procedimento giudiziario, hanno detto persone che hanno familiarità con il loro pensiero.

Venerdì, l’approccio del Dipartimento di Giustizia al caso Mar-a-Lago ha incontrato un lieve urto con un giudice federale Rifiuta di insultare Trump Il tribunale, il DOJ e il team di Trump li stanno esortando a prendere una risoluzione mentre gli investigatori cercano di garantire che tutti i registri della sicurezza nazionale siano di nuovo nelle mani del governo federale.

Dietro le quinte, in procedimenti separati e sigillati relativi al 6 gennaio, alcune fonti hanno affermato che Smith era già responsabile del processo presso il tribunale federale. Sebbene gli avvocati di Trump non abbiano contattato direttamente Smith a questo punto dell’udienza del 6 gennaio, alcune fonti dicono che si aspettano di parlare con lui quando tornerà negli Stati Uniti.

Non è chiaro per quanto tempo Smith possa continuare a prestare servizio prima che qualsiasi accusa venga decisa in qualsiasi processo. Sebbene entrambe le indagini potrebbero portare ad accuse entro pochi mesi, Smith potrebbe dedicare del tempo a organizzare ed espandere la sua squadra e continuare a vagliare le informazioni raccolte, secondo persone che hanno familiarità con parti dell’indagine.

“Jack Smith si muove più velocemente di Merrick Garland e costringe una decisione alla scrivania di Merrick Garland più velocemente di quanto farebbe altrimenti”, ha detto Honig.

C’è ancora del lavoro da fare per centralizzare tutte le parti mobili delle grandi squadre dell’accusa sotto il nuovo ufficio del consiglio speciale, secondo diverse persone che hanno familiarità con le indagini.

Smith dovrebbe istituire un ufficio fisico per le due squadre investigative dal quartier generale della giustizia del centro, come ha fatto Mueller con la sua indagine e John Durham, che è alla fine della sua indagine. Una revisione dell’indagine Trump-Russia del 2016.

READ  7 offerte del Black Friday di Apple offrono grandi risparmi sulla tecnologia di viaggio

Secondo diverse persone che hanno familiarità con la sua nomina, Smith agirà più come un avvocato degli Stati Uniti – gestendo un team di procuratori di carriera già al lavoro su casi e firmando le prove che gli portano – piuttosto che un capo dipartimento de facto per Mueller, che ha ha contattato diversi avvocati al di fuori del Dipartimento di Giustizia per riprendere parti dell’indagine sulla Russia.

Mueller ha i suoi consulenti legali e un team di appelli giudiziari e politiche ombra. Smith non avrà una struttura uniforme: gli avvocati di tutto il dipartimento daranno una mano secondo necessità, secondo diverse persone che hanno familiarità con lo sviluppo dell’ufficio.

Garland si è già ritirato dal Dipartimento di Giustizia all’inizio di quest’anno al capo della divisione d’appello penale di lunga data Patty Stemler per fornire consulenza legale nelle udienze del 6 gennaio durante tutto l’anno.

È probabile che l’ex divisione di Stemmler e altri di altre divisioni si allontanino dall’approccio da zuppa a noci di Mueller e si preparino per questioni costituzionali e appelli nell’indagine sulla Russia, guidando casi e questioni politiche secondo necessità, hanno affermato alcune fonti.

Una portavoce del Dipartimento di Giustizia non ha commentato questa storia.

I casi giudiziari pubblicati pubblicamente lo hanno già chiarito Trump è sotto inchiesta Per aver gestito male i segreti della sicurezza nazionale dopo essere diventato presidente.

Ma l’altra squadra investigativa sta esaminando gli sforzi per bloccare la transizione del potere da Trump al presidente Joe Biden dopo le elezioni del 2020, un anno prima che il Dipartimento di Giustizia desse a Trump il via libera per occuparsi di un caso. Secondo le fonti, se le fonti li portano lì. Il lavoro condotto dall’ufficio del procuratore degli Stati Uniti DC sui circoli politici intorno a Trump relativi al 6 gennaio si sposterà ora sotto consiglio speciale.

Guidato da Thomas Windom, un ex procuratore federale con sede nel Maryland, negli ultimi mesi il DOJ ha aggiunto procuratori di tutti i dipartimenti al panel del 6 gennaio. Windham e gli altri dovrebbero andare all’ufficio del consiglio speciale. Alcuni, come l’avvocato Mary Dorman, che ha già lavorato a diversi casi di sommossa capitale, sembrano riformarsi, secondo i documenti giudiziari dei casi di sommossa capitale.

Un altro avvocato anziano, J.P. Cooney, l’ex capo della corruzione pubblica presso l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti, sta supervisionando un’importante indagine finanziaria che Smith sta assumendo. Secondo alcune fonti, l’inchiesta includerà anche l’esame dell’uso improprio di contributi politici. L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti DC, prima dell’arrivo del consigliere speciale, ha indagato su potenziali crimini finanziari legati alle rivolte del 6 gennaio, tra cui il riciclaggio di denaro e il sostegno ai soggiorni in hotel dei rivoltosi e ai viaggi in autobus a Washington prima del 6 gennaio.

READ  Oroscopo del Toro per luglio 2022

L'ex presidente Donald Trump ha lanciato la sua campagna presidenziale per il 2024 il 15 novembre.

Tuttavia, negli ultimi mesi, l’indagine finanziaria ha richiesto informazioni sul PAC post-elettorale Save America di Trump e altri finanziamenti da parte di individui che hanno aiutato Trump, che è stato visto dalla CNN. L’indagine finanziaria ha guadagnato slancio quando gli investigatori del DOJ hanno elencato i collaboratori mesi dopo le rivolte del 2021, ha detto una delle fonti.

Nelle interviste con persone nell’orbita di Trump negli ultimi mesi, una parte dell’attenzione del DOJ si è concentrata sulla scadenza del 6 gennaio e sul coinvolgimento e sulla conoscenza di Trump di possibili eventi quel giorno, ha detto una fonte vicina alla questione.

Gli alleati di Trump continuano a sostenere che Trump non ha fatto nulla per le elezioni e che lo stesso 6 gennaio è stato un crimine. Hanno suggerito che se Trump alla fine dovesse affrontare un atto d’accusa, il livello per dimostrare di aver commesso un crimine sarebbe troppo alto e a una giuria verrebbe chiesto di ricevere consigli contrastanti da diversi avvocati. Ad esempio, gli alleati di Trump sottolineano che il consigliere della Casa Bianca Pat Cipollone ha detto a Trump che il vicepresidente Mike Pence non poteva bloccare la certificazione del 6 gennaio, mentre Rudy Giuliani e altri credevano di poterlo fare.

Anche all’inizio di quest’anno, i pubblici ministeri federali hanno chiesto espressamente ai testimoni se esistesse un piano per rubare le elezioni e Trump lo ha negato, secondo una fonte a conoscenza delle domande sollevate durante questa fase dell’indagine penale del Dipartimento di Giustizia.

L’indagine del DOJ è cresciuta in modo significativo da allora, ma fonti che hanno familiarità con la testimonianza davanti al gran giurì negli ultimi mesi hanno detto alla CNN che si concentra ancora sulla questione chiave se ci fosse un piano per rubare le elezioni e sulla comprensione di Trump della sua rilevanza. 6 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.