Il Cremlino boccia il tetto al prezzo del petrolio nell’Unione Europea: l’Europa vivrà senza il petrolio russo

Sabato il Cremlino ha respinto la decisione dell’Unione Europea Piano per ridurre il petrolio russo I prezzi sono a 60 dollari al barile mentre cerca di far morire di fame la cassa di guerra di Mosca e avverte che “l’Europa sopravviverà senza petrolio russo”.

“Mosca ha già chiarito che non fornirà petrolio a quei paesi che sostengono un tetto dei prezzi anti-mercato”, ha detto sabato in un tweet Mikhail Ulyanov, rappresentante permanente della Russia presso le organizzazioni internazionali a Vienna.

L’accordo raggiunto venerdì Secondo quanto riferito, l’UE aprirà la strada a ulteriori misure dal G7 per prendere di mira la Russia mentre continua la sua guerra mortale in Ucraina.

L’Unione Europea raggiunge un accordo su 60 dollari USA al prezzo di un barile di petrolio russo

Una vista generale mostra l’impianto di lavorazione del petrolio presso il giacimento petrolifero di Yarakta, di proprietà di Irkutsk Oil Company (INK), nella regione di Irkutsk, Russia, 10 marzo 2019. (Reuters/Vasily Fedosenko/Foto Reuters)

I leader mondiali hanno cercato di bilanciare un piano che avrebbe raggiunto il più grande dividendo per il Cremlino, consentendo anche a parte del petrolio russo di rimanere sul mercato tra le preoccupazioni globali per l’aumento dei costi energetici e l’inflazione.

Il massimale dei prezzi previene efficacemente A tutte le società occidentali è vietato assicurare, finanziare o spedire petrolio russo a meno che non venda a meno di 60 dollari al barile, una condizione che probabilmente si farà sentire in Russia dato il prezzo di oltre 85 dollari al barile quotato sabato sotto il Brent, il punto di riferimento internazionale per il greggio . . olio.

READ  Najib Razak, ex primo ministro della Malesia, incarcerato dopo aver perso l'ultimo appello di 1MDB

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha fatto eco ai commenti di Ulyanov, dicendo sabato ai giornalisti che stavano “valutando la situazione” e osservando che “alcuni preparativi” erano già stati fatti in caso di un tetto ai prezzi del petrolio.

Peskov non ha dettagliato le misure precauzionali adottate dal Cremlino, ma ha detto: “Vi informeremo su come sarà organizzato il lavoro una volta terminata la valutazione”, ha riferito Tass.

Sebbene ogni membro dell’UE fosse tenuto a firmare un accordo venerdì, non tutti i paesi ritenevano che il tetto avesse colpito abbastanza la Russia.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov

MOSCA, RUSSIA – 17 DICEMBRE: Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov modera la conferenza stampa annuale del presidente russo Vladimir Putin a Mosca, in Russia, il 17 dicembre 2020. (Foto di Sefa Karacan/Anadolu Agency via Getty Images/Getty Images)

Il Tesoro degli Stati Uniti chiede che le sanzioni sul petrolio del G-7 vengano introdotte gradualmente come il divieto dell’UE

Alcuni paesi come la Polonia e gli stati baltici hanno spinto per un limite più severo a 30 dollari al barile, e il primo ministro estone Kaja Kallas ha notato che ogni dollaro rimosso dal tetto porta 2 miliardi di dollari in meno nella cassa di guerra della Russia.

Nonostante alcune preoccupazioni che il tetto possa portare a prezzi più alti prosciugando il mercato petrolifero, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha sostenuto che il nuovo limite aiuterebbe ad abbassare il prezzo del petrolio a livello globale.

Ha detto: “Il tetto dei prezzi incoraggerà il flusso di petrolio russo ridotto verso i mercati globali ed è progettato per aiutare a proteggere i consumatori e le aziende dalle interruzioni dell’offerta globale”, considerando che aiuterà i paesi a basso e medio reddito a sopportare il peso di ” l’aumento dei prezzi dell’energia”.

READ  L'Ucraina afferma che decine di migliaia di persone sono state uccise a Mariupol e accusa la Russia di abusi

Ha aggiunto: “Indipendentemente dal fatto che questi paesi acquistino energia all’interno o all’esterno del massimale, il limite consentirà loro di contrattare per sconti più profondi sul petrolio russo”.

Il presidente russo Vladimir Putin tiene un incontro vicino a Mosca

Il presidente russo Vladimir Putin partecipa a un incontro su questioni economiche tramite videoconferenza presso la residenza Novo-Ogaryovo fuori Mosca, in Russia, martedì 7 giugno. (Mikhail Metzel, Sputnik, foto della piscina del Cremlino via AP/Associated Press)

Fare clic qui per l’app FOX Business

L’ambasciata russa negli Stati Uniti ha definito le sue osservazioni “arroganti” e ha affermato che la mossa era “pericolosa”, sostenendo che la Russia continuerà a cercare acquirenti per il suo petrolio.

“Tali misure porteranno inevitabilmente a una maggiore incertezza e a costi più elevati per i consumatori di materie prime”, ha aggiunto l’ambasciata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.