Il leader del Partito conservatore britannico Truss dovrebbe essere nominato nuovo primo ministro

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Annuncio del vincitore della gara di guida
  • Truss era ampiamente previsto per essere il vincitore
  • Inizia la consegna

LONDRA (Reuters) – La leader del Partito conservatore britannico e prossimo primo ministro, Liz Truss, dovrebbe essere nominata lunedì al culmine della presa del potere in un momento in cui il Paese è alle prese con una crisi del costo della vita e disordini industriali e tumulto. Recessione.

Dopo settimane di gare per la leadership del partito spesso povero e divisivo che ha contrapposto Truss a Rishi Sunak, l’ex ministro delle finanze, l’annuncio di lunedì alle 1130 GMT darà il via al passaggio del potere da Boris Johnson. È stato costretto ad annunciare le sue dimissioni a luglio, mesi dopo lo scandalo.

Martedì, il vincitore si recherà in Scozia per incontrare la regina Elisabetta, che chiederà al nuovo leader di formare un governo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

A lungo il capofila nella corsa per succedere a Johnson, Truss, se nominato, diventerebbe il quarto primo ministro conservatore dalle elezioni del 2015. Durante quel periodo, il paese ha lottato da una crisi all’altra e ora sta affrontando ciò che dovrebbe essere una stagnazione prolungata causata dall’impennata dell’inflazione che ha raggiunto il 10,1% a luglio.

Il ministro degli Esteri di Boris Johnson, Truss, 47 anni, ha promesso di agire rapidamente per affrontare la crisi del costo della vita in Gran Bretagna, dicendo che entro una settimana elaborerà un piano per affrontare l’aumento delle bollette energetiche e garantire future forniture di carburante.

READ  I genitori di Archie Battersby, un ragazzo inglese in coma, perde la battaglia per il supporto vitale

Parlando in un’intervista televisiva domenica, ha rifiutato di fornire dettagli sulle misure, che secondo lei rassicureranno milioni di persone che temono di non essere in grado di pagare le bollette del carburante con l’arrivo dell’inverno. Leggi di più

Durante la sua campagna elettorale ha segnalato che sfiderà la tradizione eliminando gli aumenti delle tasse e tagliando altre tasse che, secondo alcuni economisti, alimenteranno l’inflazione.

Questo, combinato con l’impegno a rivedere i trasferimenti della Banca d’Inghilterra proteggendo la sua indipendenza, ha spinto alcuni investitori a scaricare la sterlina e i titoli di stato.

L’Institute for Fiscal Studies il mese scorso ha messo in dubbio chi il prossimo primo ministro britannico avrebbe la possibilità di fare tagli fiscali grandi e permanenti. Leggi di più

“Un secondo, più difficile brief postbellico”

Truss deve affrontare una lista lunga, costosa e difficile da implementare che secondo i parlamentari dell’opposizione è il risultato di 12 anni di debole governo conservatore. Molti di loro hanno chiesto elezioni anticipate, cosa che Truss ha detto che non avrebbe permesso.

Il deputato conservatore veterano David Davis ha descritto le sfide che dovrà affrontare come primo ministro come “forse il secondo mandato più difficile del dopoguerra per i primi ministri” dopo la conservatrice Margaret Thatcher nel 1979.

“In realtà non penso che nessuno dei candidati, e nessuno di loro che lo attraversa, sappia davvero quanto sia grande”, ha detto, aggiungendo che i costi potrebbero arrivare a decine di miliardi di sterline.

Truss ha detto che avrebbe nominato un governo forte, rinunciando a quello che una fonte a lei vicina ha descritto come uno “stile presidenziale” di governo.

READ  Biden e il principe ereditario saudita hanno in programma di incontrarsi alla fine di questo mese

In primo luogo, toccherà la questione urgente dell’aumento dei prezzi dell’energia. Le bollette medie annuali delle utenze domestiche saliranno dell’80% in ottobre a 3.549 sterline ($ 4.084), prima che la previsione salga a 6.000 sterline nel 2023, distruggendo le finanze personali.

La Gran Bretagna è rimasta indietro rispetto ad altri grandi paesi europei nel suo tentativo di sostenere le bollette energetiche dei consumatori, che i legislatori dell’opposizione attribuiscono a un governo zombi incapace di agire mentre i conservatori organizzavano una gara di leadership. Leggi di più

A maggio, il governo ha messo in atto un pacchetto di sostegno da 15 miliardi di sterline per aiutare le famiglie con bollette energetiche come parte del suo programma di sostegno per il costo della vita di 37 miliardi di sterline.

L’Italia ha impegnato finora oltre 52 miliardi di euro (51,75 miliardi di dollari) quest’anno per aiutare la sua gente. In Francia, gli aumenti delle bollette elettriche sono stati limitati al 4% e domenica la Germania ha dichiarato che spenderà almeno 65 miliardi di euro per proteggere i consumatori e le imprese dall’aumento dell’inflazione.

(dollaro = 0,8690 sterline)

(1 dollaro = 1.0049 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Elizabeth Piper; Montaggio di Frances Kerry)

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.