Il nuovo presidente del Senato italiano ha un caveau pieno di cimeli fascisti della seconda guerra mondiale

Roma — Il primo giorno freddo e piovoso di capitale italiana Dopo una lunga e calda estate, i senatori italiani elessero il loro presidente, Ignazio Benito Maria La Rosa, che raccolse pubblicamente la seconda guerra mondiale Cimeli fascisti, tra cui busti e statue del dittatore Benito Mussolini nei sotterranei della sua abitazione. Suo padre era un segretario del Partito Fascista sotto Mussolini, e alcuni dei simboli sono direttamente collegati a Il Doss, ha detto a una troupe televisiva italiana a cui è stato permesso di entrare nella sala dei trofei.

È stato eletto sullo sfondo delle elezioni del 25 settembre in Italia Giorgia Meloni Festa dei Fratelli d’Italia Divenne il governo eletto di più estrema destra in Italia dalla fine della seconda guerra mondiale. La Rosa ha vinto nonostante l’astensione del membro della coalizione di Forza Italia Silvio Berlusconi, dopo che Berlusconi – dopo essere stato escluso dall’incarico per un decennio a causa di reati fiscali – ha voluto il lavoro. I voti aggiuntivi sono stati ottenuti da 17 membri dell’opposizione che chiaramente non sono tanto all’opposizione e che darebbero più potere alla maggioranza di estrema destra se il primo test creasse un precedente.

La Rossa è stato Ministro della Difesa italiano ed è ben noto negli ambienti internazionali. Ha mantenuto le sue opinioni sul proseguimento delle sanzioni russe sul petto, ma in precedenza ha parlato a favore di Vladimir Putin. La leader del partito e potenziale primo ministro italiano Georgia Meloni ha esortato i membri del suo partito a sostenere l’Ucraina e ha affermato che la sua prima visita di stato dopo il giuramento potrebbe essere a Kiev.

READ  La morte di Daria Dugina: gli Stati Uniti ritengono che elementi all'interno del governo ucraino abbiano permesso l'assassinio vicino a Mosca, affermano fonti

L’elezione di La Rosa apre la strada all’elezione del presidente della camera bassa del parlamento, che dovrebbe passare a un deputato della Lega di estrema destra guidata da Matteo Salvini.

La sopravvissuta all’Olocausto Liliana Sejri, 92 anni, ha inaugurato il nuovo parlamento, una versione in miniatura dei parlamenti precedenti grazie alle modifiche apportate nell’ultimo governo prima della sua caduta, che ha ricordato ai legislatori, 92 anni, che il 25 ottobre segnerà il centenario di marzo per Mussolini. A Roma. “Per me è impossibile non provare una sorta di vertiginoso ricordo che la stessa bambina che, in un giorno come questo del 1938, perse conforto e smarrimento, fu costretta dalle leggi razziali a lasciare il suo banco vuoto alle elementari, ora sia “, con uno strano tocco di destino, Sulla carica più prestigiosa del Senato”, ha detto tra gli applausi prima del voto e prima di consegnare la simbolica campana di apertura a La Rosa.

Meloni dovrebbe prestare giuramento come prima donna primo ministro d’Italia il 21 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.