Il nuovo primo ministro Rishi Sunak ha promesso di far uscire la Gran Bretagna dalla crisi economica

  • Sunak incontra re Carlo martedì mattina
  • Si impegna a ricostruire la fiducia nel Paese
  • Si prevede di iniziare a formare il tesoro
  • Sunak affronta un’enorme sfida per ricostruire la stabilità

LONDRA (Reuters) – Rishi Sunak è diventato il terzo primo ministro britannico in due mesi martedì, impegnandosi a guidare il Paese fuori da una profonda crisi economica e ricostruire la fiducia nella politica.

Ben presto, Sunak ha riconfermato Jeremy Hunt come suo ministro delle finanze con una mossa volta a calmare i mercati che avevano respinto i piani economici alimentati dal debito del suo predecessore.

L’ex capo degli hedge fund ha detto che unirà il paese e dovrebbe nominare un governo di tutte le ali del partito per porre fine alle lotte intestine e agli improvvisi cambiamenti nella politica che hanno terrorizzato gli investitori e allarmato gli alleati internazionali.

Parlando fuori dalla sua residenza ufficiale di Downing Street, Sunak ha elogiato l’ambizione del suo predecessore Liz Truss di riaccendere la crescita economica, ma ha riconosciuto che erano stati commessi errori.

“Sono stato eletto leader del mio partito e primo ministro, in parte per riformarli”, ha detto Sunak, che ha rotto con la tradizione di stare al fianco della sua famiglia e incoraggiare i suoi sostenitori politici.

“Capisco anche che ho del lavoro da fare per ripristinare la fiducia, dopo tutto quello che è successo. Tutto quello che posso dire è che non ho paura. Conosco la posizione elevata che ho accettato e spero di essere all’altezza delle sue richieste”.

Sunak ha detto che lo attendono decisioni difficili mentre cerca di tagliare la spesa pubblica. Nominato da Truss per calmare i mercati alle prese con la corsa alla crescita, Hunt stava preparando un nuovo budget insieme alle previsioni di crescita e indebitamento previste per il rilascio lunedì, e martedì ha ribadito il suo avvertimento che “sarà dura”.

READ  Un manifestante di Hong Kong ha preso d'assalto il terreno del consolato cinese a Manchester ed è stato picchiato

Ha anche reintegrato il nuovo Primo Ministro Dominic Raab come Vice Primo Ministro, un ruolo che aveva perso nei 44 giorni in carica di Truss, ma ha riconfermato James Cleverly come Segretario di Stato e Ben Wallace come Difesa.

Penny Mordaunt, che lunedì ha concluso la sua candidatura per vincere la gara di leadership contro Sunak, ha mantenuto la sua posizione di leader della Camera dei Comuni, il ruolo che regola gli affari del governo nella camera bassa del parlamento.

Fonti hanno detto che vuole diventare ministro degli Esteri.

Con le nuove nomine, Sunak è stato visto come un attrattore di ministri da tutto il Partito conservatore lasciando altri in carica, una mossa che avrebbe dissipato i timori che Sunak potesse nominare lealisti piuttosto che cercare di unire il partito.

decisioni difficili

Sunak, uno degli uomini più ricchi in parlamento, dovrebbe tagliare la spesa per colmare un divario stimato di 40 miliardi di sterline (45 miliardi di dollari) nelle finanze pubbliche a causa del rallentamento economico, dell’aumento dei costi dei prestiti e di un regime di sussidi energetici.

Ora dovrà rivedere tutta la spesa, anche in aree politicamente sensibili come salute, istruzione, difesa, welfare e pensioni. Ma con la popolarità del suo partito in calo, dovrà affrontare crescenti richieste di elezioni se rinuncerà a molte delle promesse che il Partito conservatore sta facendo per le elezioni nel 2019.

Economisti e investitori hanno accolto favorevolmente la nomina di Sunak – Michael O’Leary, presidente di Ryanair, ha detto che gli adulti hanno ripreso a guidare – ma attenzione che ha poche opzioni per riparare le finanze del paese mentre milioni di persone sono alle prese con una crisi del costo della vita.

Sunak, che gestiva il Tesoro durante la pandemia di COVID-19, ha promesso di mettere la stabilità economica e la fiducia al centro dell’agenda. “Questo significa prendere decisioni difficili”, ha detto poco dopo aver accettato la richiesta di re Carlo di formare un governo.

Sunak si è anche impegnato a porre i bisogni del pubblico al di sopra della politica, in riconoscimento della crescente rabbia nei confronti della classe politica britannica e delle battaglie ideologiche scoppiate dopo lo storico voto del 2016 per lasciare l’Unione Europea.

Il 42enne Sunak, il più giovane primo ministro britannico in oltre 200 anni e il primo leader di colore, ha detto che Sunak, 42 ​​anni, sembrava essere il migliore di un cattivo gruppo, che lavorava per la City di Londra.

“Penso che sia qualificato, ed è davvero quello che dovremmo sperare in questo momento”, ha affermato il consulente di gestione James Eastbock, 43 anni.

Con due primi ministri nominati in due mesi senza voto popolare, alcuni hanno indetto ora le elezioni generali, ma altri sperano che Sunak rimanga fino alle prossime elezioni programmate, previste per gennaio 2025.

macchine politiche

Sunak, un analista di Goldman Sachs entrato in Parlamento solo nel 2015, affronta la sfida di porre fine alle lotte intestine tra fazioni che hanno fatto deragliare il suo partito. Molti conservatori rimangono arrabbiati con lui per le sue dimissioni da cancelliere a luglio e per aver fomentato una ribellione più ampia che ha posto fine alla premiership di Boris Johnson.

READ  AGGIORNAMENTI IN DIRETTA: Liz Truss si dimette da Primo Ministro del Regno Unito

Altri si chiedono come un milionario possa guidare il paese quando milioni di persone lottano con l’aumento delle bollette alimentari ed energetiche.

“Penso che questa decisione ci stia facendo precipitare come partito nelle prossime elezioni”, ha detto a Reuters un parlamentare conservatore.

Lo storico e biografo politico Anthony Seldon ha affermato che anche Sunak sarebbe stato limitato dagli errori del suo immediato predecessore.

“Non c’è spazio per lui per essere nient’altro che straordinariamente conservatore e straordinariamente cauto”, ha detto a Reuters.

La nomina di Sunak è stata accolta favorevolmente da molti politici e funzionari all’estero, dopo aver visto un paese un tempo considerato un pilastro della stabilità economica e politica precipitare in un brutale conflitto interno.

Sunak, un indù, divenne anche il primo primo ministro britannico di origine indiana.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lo ha definito un “momento clou”, mentre i leader dell’India e di altri paesi hanno accolto con favore la notizia. Il suocero miliardario di Sonak, NR Narayana Murthy, ha detto che avrebbe servito bene il Regno Unito.

“Siamo orgogliosi di lui e gli auguriamo successo”, ha dichiarato il fondatore del gigante del software Infosys.

(dollaro = 0,8864 sterline)

Scritto da Kate Holton e Elizabeth Piper; Montaggio di Hugh Lawson e John Boyle

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.