Il più grande alleato di Putin ha affermato che la Russia sta ora combattendo la NATO in Ucraina

  • Patrushev dice che l’Occidente cerca di distruggere la Russia
  • La Russia si adopererà per l’indipendenza economica, rafforzando l’esercito
  • Patrushev è un alleato chiave della linea dura di Putin

MOSCA (Reuters) – Uno dei più stretti alleati del presidente Vladimir Putin ha dichiarato martedì che Mosca sta ora combattendo l’alleanza NATO guidata dagli Stati Uniti in Ucraina e che l’Occidente sta cercando di cancellare la Russia dalla mappa politica mondiale.

Putin descrive la guerra in Ucraina come una battaglia esistenziale con l’aggressivo e arrogante Occidente, e ha affermato che la Russia utilizzerà tutti i mezzi disponibili per proteggere se stessa e il suo popolo da qualsiasi aggressore.

Il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev è visto dai diplomatici come una delle principali influenze intransigenti su Putin, che ha promesso la vittoria in Ucraina nonostante una serie di battute d’arresto sul campo di battaglia.

“Gli eventi in Ucraina non sono uno scontro tra Mosca e Kiev – è uno scontro militare tra Russia e NATO, e soprattutto Stati Uniti e Gran Bretagna”, ha dichiarato Patrushev al quotidiano Argumenti i Fakti in un’intervista.

Patrushev ha detto: “Il piano degli occidentali è continuare a smantellare la Russia e alla fine cancellarla dalla mappa politica del mondo”.

Gli Stati Uniti hanno negato le accuse russe di voler distruggere la Russia, il più grande produttore mondiale di risorse naturali, mentre il presidente Joe Biden ha avvertito che il conflitto tra Russia e NATO potrebbe portare allo scoppio della terza guerra mondiale.

Alla domanda sui commenti di Patrushev, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che la NATO e gli Stati Uniti facevano parte del conflitto in Ucraina.

READ  Il governo del Regno Unito annulla il piano per tagliare le tasse ai lavoratori ad alto reddito a un punto di svolta importante

“De facto sono già diventati una parte indiretta di questo conflitto, pompando l’Ucraina con armi, tecnologie, intelligence e così via”, ha detto Peskov in una regolare conferenza stampa.

L’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio ha innescato uno dei conflitti più mortali in Europa dalla seconda guerra mondiale e il più grande scontro tra Mosca e l’Occidente dalla crisi dei missili cubani del 1962, quando l’Unione Sovietica e gli Stati Uniti si avvicinarono a una deliberata guerra nucleare.

Gli Stati Uniti ei loro alleati hanno condannato l’invasione russa dell’Ucraina come un furto di terra imperialista, mentre l’Ucraina ha promesso di combattere fino a quando l’ultimo soldato russo non sarà stato espulso dal suo territorio.

Russia sola

In qualità di ex spia sovietica che conosce Putin dagli anni ’70, le opinioni di Patrushev danno un’idea del pensiero ai più alti livelli del Cremlino. Ha respinto gli avvertimenti del direttore della CIA William Burns nel 2021 contro l’invasione dell’Ucraina.

In un’analisi dell’Occidente in stile sovietico, Patrushev ha descritto le élite politiche occidentali come corrotte e controllate da corporazioni transnazionali e clan imprenditoriali che hanno pianificato e realizzato “rivoluzioni colorate” in tutto il mondo.

“Lo stato americano è solo un guscio di un gruppo di enormi società che governano il paese e stanno cercando di conquistare il mondo”, ha detto Patrushev.

Patrushev ha affermato che gli Stati Uniti hanno seminato il caos in Afghanistan, Vietnam e Medio Oriente e hanno cercato per anni di minare la cultura e la lingua “uniche” della Russia.

Ha detto che la Russia è stata vittima dei piani occidentali per riportarla entro i confini della città di Mosca nel XV secolo, e ha accusato l’Occidente di prosciugare l’Ucraina per minare la Russia.

READ  Momento terrificante, un'enorme grandinata ha fracassato il finestrino di un'auto in Canada mentre le persone si affrettavano a mettersi al riparo all'interno.

“Non c’è posto per il nostro paese in Occidente”, ha detto.

In risposta, ha affermato, la Russia raggiungerà la sovranità economica e l’indipendenza finanziaria, rafforzando al contempo le sue forze armate e i suoi servizi speciali per scoraggiare un potenziale aggressore.

Ha detto che le imprese russe e il capitale privato devono essere più “orientati a livello nazionale”.

“La generazione più giovane dovrebbe essere ispirata da idee per un lavoro creativo a beneficio della nostra Patria e non sedersi negli uffici delle aziende occidentali”, ha affermato.

Montaggio di Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.