Il presidente Gotabaya Rajapaksa lascia le Maldive per Singapore dopo essere fuggito dalla crisi in Sri Lanka

La fonte della sicurezza ha detto che dovrebbe arrivare all’aeroporto Changi di Singapore giovedì sera. La fonte ha aggiunto che Rajapaksa era in attesa di assicurarsi un “aereo privato” da un parente stretto a Colombo, ma che “non si è concretizzato”.

La fonte ha detto che Rajapaksa ha lasciato Malé, la capitale delle Maldive, con un “volo saudita”.

La CNN ritiene che la fonte si riferisse al volo Saudia 788, che ha lasciato il Mali alle 11:30 ora locale di giovedì.

L’Arabia Saudita è il vettore nazionale del Regno dell’Arabia Saudita.

La CNN ha contattato il Ministero degli Affari Esteri di Singapore e Arabia Saudita ma non ha ricevuto risposta.

Rajapaksa è stato alle Maldive per un giorno dopo essere fuggito dallo Sri Lanka nelle prime ore di mercoledì, lo stesso giorno in cui ha detto che si sarebbe dimesso.

Ma entro giovedì, il presidente del parlamento dello Sri Lanka non aveva ricevuto alcuna lettera ufficiale di dimissioni, sollevando interrogativi sulle intenzioni di un leader apparentemente esiliato che ha nominato il primo ministro presidente ad interim mentre era lontano dalla sua nazione insulare.

Poco dopo che Rajapaksa ha lasciato il paese, i manifestanti hanno preso d’assalto l’ufficio del presidente ad interim Ranil Wickremesinghe per chiederne la rimozione. Wickremesinghe ha risposto chiedendo un coprifuoco nazionale durante la notte.

Diversi manifestanti hanno promesso di continuare a manifestare fino a quando i due uomini non si dimetteranno.

Un alto funzionario militare ha detto alla CNN che Wickremesinghe aveva nominato un comitato di alti comandanti delle forze armate per “ristabilire la legge e l’ordine” in tutto il paese.

READ  I fuochi bruciano la Spagna e la Francia, mentre le fiamme raggiungono la riva

Giovedì mattina, mentre si diffondevano domande sul futuro dello Sri Lanka, le strade della capitale commerciale Colombo erano calme, secondo il capo della polizia Nehal Tldwa.

Ma ovunque ci sono segnali che il Paese è ancora sul filo del rasoio.

In mezzo a una grave carenza di carburante, le auto abbandonate fiancheggiano le strade vicino alle stazioni di servizio. Le persone non sono più in grado di guidare per andare al lavoro, quindi vanno invece in bicicletta. Alcuni si sono addormentati nelle loro macchine.

La polizia dello Sri Lanka ha detto che un agente di polizia è stato gravemente ferito durante le proteste e sta ricevendo cure in ospedale. Ha aggiunto che anche un ufficiale dell’esercito è stato ferito.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato giovedì che sta seguendo gli eventi in Sri Lanka “da vicino” e ha chiesto una “transizione pacifica e democratica”.

“È importante affrontare le cause profonde del conflitto e le lamentele dei manifestanti”, ha scritto su Twitter. “Esorto tutti i leader di partito ad abbracciare lo spirito di compromesso per una transizione pacifica e democratica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.