Il presidente ha affermato che la battaglia “brutale” per il controllo dell’Ucraina Severodonetsk determinerà il destino del Donbass

  • Chiave della battaglia di Severodonetsk nel Donbass – Zelensky
  • La città industriale è distrutta, governatore di Luhansk
  • Le forze ucraine si ritirano alla periferia della città
  • Le forze russe sono più numerose delle forze ucraine nel Donbass – Stati Uniti

Kiev/SLOVENIA, Ucraina, 9 giugno (Reuters) – Il presidente dell’Ucraina ha affermato che la battaglia per la città di Severodonetsk è brutale e determinerà il destino della regione del Donbass, poiché le forze russe distruggono la città con un’offensiva che la prende di mira. controllo dell’Ucraina orientale.

Dopo aver fallito nel catturare la capitale, Kiev, il Cremlino afferma che ora sta cercando di “liberare” completamente il Donbass, dove i separatisti sostenuti dalla Russia hanno rotto il controllo del governo ucraino nel 2014.

I separatisti controllavano circa un terzo del Donbass prima dell’invasione del 24 febbraio.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Questa è una battaglia molto brutale, molto difficile e forse una delle più dure di tutta questa guerra”, ha dichiarato mercoledì il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in una dichiarazione video.

“Severdonetsk rimane il fulcro del confronto nel Donbass … In larga misura, è qui che ora si decide il destino del Donbass”, ha aggiunto.

I combattenti ucraini si sono ritirati nella periferia della città mercoledì, ma hanno promesso di combattere lì il più a lungo possibile.

“Il nemico ha sparato contro le nostre unità con mortai, artiglieria e lanciarazzi multipli. Ha sparato contro le infrastrutture civili negli insediamenti di Severodonetsk, Lysichansk, Previlia, Ustinivka, Horsky e Katrinivka”, ha detto giovedì lo stato maggiore ucraino.

La Russia nega di prendere di mira i civili.

Il bombardamento dell’artiglieria ha trasformato la città nella provincia ucraina di Luhansk in una terra desolata bombardata. Il governatore della regione di Luhansk, Serhiy Gaidai, ha detto che il centro della città è stato distrutto.

READ  Almeno 12 persone sono rimaste uccise e centinaia ferite in una fuga di gas in Giordania nel porto di Aqaba

Gaidai ha detto che un impianto chimico è stato bombardato a Severodonetsk e quattro civili sono stati uccisi nell’area nelle ultime 24 ore.

Gidayi ha affermato che le forze ucraine controllano ancora tutta la piccola città gemella di Lysekhansk a Severodonetsk sulla riva occidentale del fiume Seversky Donets, ma che le forze russe stanno distruggendo condomini lì.

La Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente la situazione sul campo in nessuna delle due città.

L’ambasciatore di Kiev negli Stati Uniti ha detto alla Galileus Web che le forze ucraine erano significativamente in inferiorità numerica a Luhansk e Donetsk, che insieme costituiscono il Donbass, una regione in gran parte di lingua russa.

Ma “come abbiamo già visto nella battaglia di Kiev, possiamo temporaneamente perdere qualcosa. Certo, stiamo cercando di ridurlo perché sappiamo cosa (può) succedere (quando) i russi si impadroniranno dei territori, ma prenderemo indietro”, ha detto Oksana Markarova.

Gaidai ha affermato che la Russia ora controlla oltre il 98% di Luhansk.

“Dio Salvami”

A ovest di Severodonetsk a Slovyansk, una delle principali città del Donbass nelle mani dell’Ucraina, mercoledì donne con bambini piccoli si sono messe in fila per raccogliere aiuti mentre altri residenti trasportavano secchi d’acqua in giro per la città.

La maggior parte dei residenti è fuggita, ma le autorità affermano che circa 24.000 sono ancora in città, sulla strada per un’attesa offensiva delle forze russe che si sono raggruppate nel nord.

Albina Petrovna, 85 anni, ha descritto il momento in cui c’è stato un attacco all’edificio in cui si trovava, sfondando le finestre della sua casa e distruggendo il suo balcone.

READ  Blinken afferma che le sfide dell'immigrazione che devono affrontare gli Stati Uniti al confine meridionale "al di là di qualsiasi cosa chiunque abbia mai visto prima".

“Vetri rotti mi sono caduti addosso, ma Dio mi ha salvato”, ha detto, “ho graffi dappertutto”.

L’esercito ucraino ha detto che quattro persone sono state uccise durante i bombardamenti russi di circa 20 città del Donbass nelle ultime 24 ore e che le sue forze hanno ucciso 31 soldati russi. La Reuters non è stata immediatamente in grado di verificare i numeri.

A Solidar, Donetsk, i residenti si sono rifugiati nelle cantine mentre i proiettili hanno colpito la città mercoledì.

Ha detto una residente, che non ha dato il suo nome.

Antonina, 65 anni, singhiozzava con i suoi residenti e chiedeva: “Quando finirai?”

Il dipartimento di emergenza regionale di Kharkiv ha affermato che due persone sono rimaste uccise e quattro ferite in un incendio scoppiato a seguito dell’attentato e diffusosi in un bar, un negozio di alimentari e una biblioteca scolastica.

Mosca dice di essere impegnata in una “operazione militare speciale” per disarmare e “screditare” il suo vicino. L’Ucraina ei suoi alleati affermano che Mosca ha lanciato una guerra di aggressione non provocata che ha ucciso migliaia di civili e raso al suolo le città.

I dati delle Nazioni Unite mostrano che oltre 7 milioni di persone hanno attraversato il confine dall’Ucraina dall’invasione russa del 24 febbraio.

Paura delle pillole

L’Ucraina è uno dei maggiori esportatori di grano al mondo e i paesi occidentali accusano la Russia di creare la minaccia di una carestia globale bloccando i porti ucraini sul Mar Nero e sul Mar d’Azov. Mosca afferma che le sanzioni occidentali sono responsabili della carenza di cibo.

La Turchia sta cercando di mediare i negoziati per aprire i porti dell’Ucraina sul Mar Nero. Il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu ha ricevuto mercoledì il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e ha affermato che un accordo sui porti sostenuto dalle Nazioni Unite è possibile con ulteriori colloqui. Leggi di più

READ  Cosa è successo il 108° giorno di guerra in Ucraina

Lavrov ha detto che i porti ucraini potrebbero essere aperti, ma l’Ucraina dovrebbe prima liberarli. L’Ucraina ha respinto le affermazioni russe definendole “parole vuote” e ha affermato che gli attacchi russi a terreni agricoli e siti agricoli stavano esacerbando la crisi.

Vitaly Kim, il governatore della regione di Mykolaiv, dove i magazzini di uno dei più grandi terminal di merci agricole dell’Ucraina sono stati distrutti dai bombardamenti russi nel fine settimana, ha detto a Reuters che Mosca stava cercando di intimidire il mondo affinché soddisfacesse le sue condizioni. Leggi di più

Il Cremlino ha citato il presidente russo Vladimir Putin dicendo che le sanzioni occidentali devono essere revocate affinché il grano russo raggiunga il mercato. Leggi di più

Parlando mercoledì al vertice dei leader aziendali dell’Università di Yale tramite collegamento video, Zelensky ha affermato di ritenere che la Russia non avrebbe cercato una fine diplomatica alla guerra a meno che il mondo non avesse sostenuto le forze ucraine nella loro lotta.

“Siamo un paese indipendente, giusto e normale”, ha detto Zelensky, aggiungendo dei suoi sforzi bellici: “Lo stiamo facendo sul nostro suolo e lentamente li respingiamo. È così che continueremo a muoverci”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazioni aggiuntive da parte degli uffici Reuters; Scritto da Ramy Ayoub e Michael Perry. Montaggio di Cynthia Osterman, Lincoln Fest e Kim Coogill

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.