Il primo ministro israeliano chiede legami con l’Arabia Saudita prima della visita di Biden

Gerusalemme — Il primo ministro israeliano ha espresso domenica la speranza che il suo Paese stabilisca relazioni diplomatiche ufficiali con esso Regno Arabia Sauditagiorni prima che il presidente Joe Biden visiti i due paesi nell’ambito di un viaggio regionale.

Non ci sono relazioni diplomatiche ufficiali tra Israele e l’Arabia Saudita, ma hanno legami di sicurezza segreti a causa della reciproca ostilità nei confronti dell’Iran, il suo acerrimo nemico regionale. È opinione diffusa che il regno sia tra una manciata di paesi arabi che considerano relazioni aperte con Israele.

Il primo ministro israeliano Yair Lapid ha dichiarato durante una riunione settimanale di gabinetto che “Israele tende la mano a tutti i paesi della regione e li invita a costruire relazioni con noi, stabilire relazioni con noi e cambiare la storia dei nostri figli”. Ha detto che Biden porterebbe “un messaggio di pace e speranza da parte nostra” quando si recherà in Arabia Saudita.

Le relazioni di Israele con i paesi arabi sono cresciute dalla normalizzazione delle relazioni con quattro paesi arabi nel 2020 come parte degli Accordi di Abraham mediati dagli Stati Uniti. La cooperazione in materia di difesa è stata rafforzata da quando il Pentagono ha spostato il coordinamento con Israele dal comando statunitense in Europa al comando centrale, o comando centrale, l’anno scorso. La mossa ha riunito l’esercito israeliano con l’esercito di ex stati nemici, tra cui l’Arabia Saudita e altri paesi arabi che non hanno ancora riconosciuto Israele.

Biden dovrebbe arrivare in Israele mercoledì per un viaggio di tre giorni che include anche incontri con funzionari palestinesi nella Cisgiordania occupata. Da lì, volerà direttamente in Arabia Saudita.

READ  Regno Unito: I manifestanti per il clima gettano zuppa sui girasoli di Van Gogh

In un articolo di opinione sul Washington Post di domenica, Biden ha affermato che mira ad avvicinare i due paesi.

“Sarò anche il primo presidente a volare da Israele a Jeddah, in Arabia Saudita”, ha scritto Biden. “Questo viaggio sarà anche un piccolo simbolo delle relazioni emergenti e dei passi verso la normalizzazione tra Israele e il mondo arabo, che la mia amministrazione sta lavorando per approfondire ed espandere”.

Le relazioni ufficiali con l’Arabia Saudita equivarrebbero a un importante colpo di stato diplomatico per Israele. Il regno era pubblicamente reticente nel riconoscere la cooperazione con Israele. Il re saudita Salman ha sempre sostenuto i palestinesi e il loro desiderio di stabilire uno stato indipendente in Cisgiordania, nella Striscia di Gaza ea Gerusalemme est. Israele ha catturato le tre aree nel 1967, anche se ha ritirato le sue forze e i suoi coloni da Gaza nel 2005.

Il regno ha condizionato a lungo le piene relazioni diplomatiche con Israele su una soluzione a due stati al conflitto decennale con i palestinesi. Israele ei palestinesi non tengono negoziati sostanziali da più di un decennio.

Ma negli ultimi anni si sono visti segnali di un cambiamento nella situazione. L’Arabia Saudita ha consentito ai voli tra Israele e gli stati del Golfo di attraversare il suo spazio aereo. Secondo quanto riferito, nel 2020, l’allora primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si sarebbe recato in Arabia Saudita per incontrare il principe ereditario Mohammed bin Salman e la scorsa settimana diversi corrispondenti della difesa israeliani hanno visitato il regno e pubblicato notizie sul loro benvenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.