La Casa Bianca: il Gruppo dei Sette annuncerà la messa al bando dell’oro russo in risposta alla guerra in Ucraina

Il presidente Joe Biden ha detto domenica che gli Stati Uniti e altri Un gruppo di sette principali economie Vieterà le importazioni di oro dalla Russia, l’ultima di una serie di sanzioni che il Club delle Democrazie spera possa isolare ulteriormente la Russia dal punto di vista economico dopo la sua invasione. Ucraina.

Martedì è previsto un annuncio ufficiale mentre i leader terranno il loro vertice annuale.

Biden e le sue controparti si incontreranno domenica nel giorno di apertura del vertice per discutere su come garantire l’approvvigionamento energetico e affrontare l’inflazione, con l’obiettivo di evitare che le ricadute dell’invasione russa dell’Ucraina distruggano la coalizione globale che lavora per punire Mosca.

Vitali Klitschko, sindaco di Kiev, ha affermato che la Russia ha lanciato attacchi missilistici sulla capitale ucraina domenica prima dell’apertura ufficiale del vertice, colpendo almeno due condomini. Gli scioperi sono stati i primi del loro genere in Russia in tre settimane.

Alti funzionari dell’amministrazione Biden hanno affermato che l’oro è la seconda maggiore esportazione di Mosca dopo l’energia e che vietare le importazioni renderà difficile per la Russia partecipare ai mercati globali. I funzionari hanno parlato in condizione di anonimato per discutere i dettagli prima dell’annuncio.

Martedì il Tesoro degli Stati Uniti emetterà una decisione per vietare l’importazione di nuovo oro negli Stati Uniti, ha affermato un alto funzionario dell’amministrazione statunitense, che isolerà la Russia dall’economia globale impedendo la sua partecipazione al mercato dell’oro.

I leader del G7 si incontrano per il vertice a Schloss Elmau
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden partecipa alla prima giornata del vertice di tre giorni del G7 a Schloss Elmau il 26 giugno 2022 vicino a Garmisch-Partenkirchen, in Germania.

Sean Gallup / Getty Images


Primo ministro britannico Boris Johnson Ha detto che il divieto dell’oro russo “colpirà direttamente gli oligarchi russi e colpirà il cuore della macchina da guerra di Putin”, riferendosi al presidente russo Vladimir Putin.

“Putin sta sprecando le sue risorse in diminuzione in questa guerra barbara e assurda. Sta finanziando la sua vanità a spese sia del popolo ucraino che di quello russo”, ha detto Johnson. “Dobbiamo far morire di fame il regime di Putin dei finanziamenti”.

Negli ultimi anni, l’oro è stata la più grande esportazione della Russia dopo l’energia, raggiungendo quasi $ 19 miliardi, o circa il 5% delle esportazioni globali di oro, nel 2020, secondo la Casa Bianca.

Delle esportazioni di oro della Russia, il 90% è stato inviato ai paesi del G7. Di queste esportazioni russe, oltre il 90%, ovvero circa 17 miliardi di dollari, è stato esportato nel Regno Unito. Gli Stati Uniti hanno importato meno di 200 milioni di dollari in oro dalla Russia nel 2019 e meno di 1 milione di dollari nel 2020 e nel 2021.

Biden è arrivato nelle pittoresche Alpi bavaresi in Germania domenica mattina presto per unirsi ai suoi omologhi all’incontro annuale delle principali economie democratiche del mondo. Gli echi della brutale guerra in Ucraina saranno al centro delle loro discussioni. Biden e i suoi alleati mirano a presentare un fronte unito a sostegno dell’Ucraina mentre il conflitto entra nel suo quarto mese.

Unità è stato il messaggio che Biden ha portato alla sessione pre-vertice con il cancelliere tedesco Olaf Schulz, che detiene la presidenza di turno del G7 e ospita l’incontro.

“Dobbiamo assicurarci di stare tutti insieme. Sai, continueremo a lavorare sulle sfide economiche che stiamo affrontando, ma penso che stiamo superando tutto questo”, ha detto Biden .

Schultz ha risposto che il “buon messaggio” era che “siamo riusciti tutti a rimanere uniti, cosa che Putin non si sarebbe mai aspettato”, riferendosi al presidente russo Vladimir Putin.

“Dobbiamo stare insieme, perché Putin ha contato, fin dall’inizio, che la NATO e il G7 si scioglieranno in qualche modo, ma non l’abbiamo fatto e non lo faremo”, ha detto Biden. Non possiamo lasciare che questa aggressività prenda la forma che era e farla franca”.

Biden e i leader di Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Italia e Giappone, nonché dell’Unione Europea, hanno trascorso la domenica in contesti sia formali che informali, comprese sessioni di lavoro sull’affrontare gli effetti della guerra sull’economia globale, compresa l’inflazione e sulle infrastrutture.

Biden stava ufficialmente lanciando una partnership infrastrutturale globale progettata per contrastare L’influenza della Cina nel mondo in via di sviluppo. La Casa Bianca ha affermato che l’iniziativa mira a raccogliere 600 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni, con gli Stati Uniti che contribuiranno con 200 miliardi di dollari attraverso investimenti privati ​​e finanziamenti governativi.

I leader del G7 si incontrano per il vertice a Schloss Elmau
Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il primo ministro giapponese Fumio Kishida, il primo ministro canadese Justin Trudeau, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, il cancelliere tedesco Olaf Schulz e il presidente del Consiglio dell’UE Charles Michel mentre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden parla del partenariato per le infrastrutture globali durante il Vertice del G7 a Schloss Elmau il 26 giugno 2022 vicino a Garmisch-Partenkirchen, in Germania.

Stefan Russo / Getty Images


Tra le questioni da discutere c’è un tetto ai prezzi dell’energia, che ha lo scopo di limitare i profitti russi di petrolio e gas che Mosca può utilizzare nel suo sforzo bellico. Il segretario al Tesoro americano Janet Yellen ha difeso l’idea.

Un alto funzionario tedesco, che ha parlato a condizione di anonimato in linea con le regole del dipartimento, ha affermato che l’idea statunitense di un limite di prezzo è ampiamente discussa, in termini di come funziona e come si adatta a Stati Uniti, UE, Britannici, canadesi e giapponesi. Sistemi penali.

I funzionari discuteranno anche su come mantenere gli impegni per affrontare il cambiamento climatico, risolvendo al contempo le esigenze critiche di approvvigionamento energetico a seguito della guerra.

“Non c’è allentamento degli impegni sul clima”, ha detto sabato il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale di Biden John Kirby mentre il presidente si dirigeva in Germania.

Biden dovrebbe anche lanciare domenica formalmente una partnership infrastrutturale globale volta a contrastare l’influenza della Cina nei paesi in via di sviluppo. Si chiama “Ricostruire un mondo migliore” e ha presentato il programma al vertice del G-7 lo scorso anno.

Kirby ha affermato che Biden e altri leader annunceranno i primi progetti per trarre vantaggio da ciò che gli Stati Uniti vedono come “un’alternativa ai modelli infrastrutturali che vendono trappole del debito ai paesi partner a basso e medio reddito e migliorano la competitività economica degli Stati Uniti e la nostra sicurezza nazionale”.

Dopo che il Gruppo dei Sette si è concluso martedì, Biden si dirigerà a Madrid per un vertice dei leader dei 30 Stati membri della NATO per allineare la strategia sulla guerra in Ucraina.

READ  Gli attacchi alla centrale nucleare ucraina hanno spinto il segretario generale delle Nazioni Unite a chiedere una zona smilitarizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.