La Corea del Sud potrebbe essere collegata al mistero ‘Bambini neozelandesi in valigia’ | Nuova Zelanda

Una donna ritenuta membro della famiglia di due bambini i cui resti sono stati trovati in due valigie Nuova Zelanda Lo ha detto la polizia di Seoul in Corea del Sud.

Un agente di polizia ha detto lunedì a Reuters che la donna neozelandese di origine coreana è arrivata in Corea del Sud nel 2018 e da allora non ha avuto precedenti di partenza.

Non si sapeva immediatamente dove fosse e se avesse altri parenti con sé quando arrivò in Corea del Sud.

“La polizia neozelandese ha chiesto conferma se la persona possa essere collegata a un caso di crimine in Corea del Sud”, ha detto l’ufficiale di polizia, aggiungendo che, dato il suo indirizzo e l’età precedenti, potrebbe essere la madre dei bambini.

NZ Herald ha Ho anche menzionato Una fonte ha indicato che uno dei parenti dei bambini si trovava in Corea del Sud.

KBSLa radio nazionale sudcoreana ha riferito lunedì che l’Interpol ha chiesto alla polizia sudcoreana di rintracciare la posizione di una donna.

Il rapporto citava l’Agenzia nazionale di polizia che confermava che era entrata in Corea del Sud e non c’era traccia della sua partenza dal paese.

Una fonte della polizia ha detto all’emittente che le forze locali non avrebbero potuto tentare di localizzare la donna a meno che non fosse stato emesso un mandato di arresto.

anche il lunedì, HankyuréUn quotidiano ha citato una fonte del Dipartimento per gli affari internazionali della polizia secondo cui la polizia potrebbe trattenere la donna se l’Interpol avesse emesso un avviso rosso.

La polizia neozelandese non ha confermato di aver contattato la polizia di Seoul e ha rifiutato di commentare ulteriormente lunedì, ma in precedenza aveva confermato che stavano lavorando con l’Interpol.

READ  Il principe William e Kate Middleton si irradiano mentre lasciano i bambini il primo giorno di scuola

La polizia neozelandese ha lanciato a indagine per omicidio ad Auckland la scorsa settimana dopo che una famiglia ha trovato i resti dei bambini mentre esploravano il contenuto di un armadietto che avevano acquistato senza essere visti a un’asta online.

La polizia ha ripetutamente affermato che la famiglia che ha trovato i corpi non aveva nulla a che fare con le morti.

In una conferenza stampa giovedì pomeriggio, il DI Tofilau Faamanuia Vaaelua ha affermato che l’autopsia ha indicato che i bambini erano in età scolare, tra i 5 ei 10 anni.

“I corpi erano nascosti in due valigie di dimensioni simili… Penso che le valigie siano state conservate per un certo numero di anni”, ha detto, aggiungendo che probabilmente erano tre o quattro anni.

Valois ha detto che gli occupanti della casa che hanno scoperto i resti erano “comprensibilmente rattristati dalla scoperta” e hanno chiesto privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.