La Germania intensifica le misure per conservare il gas mentre la Russia rallenta le forniture all’Europa

BERLINO – La Germania riavvierà le centrali a carbone e fornirà incentivi alle aziende per ridurre il consumo di gas naturale, segnando un nuovo passo nella guerra economica tra Europa e Russia.

Berlino ha svelato le misure domenica dopo la Russia Tagliare le forniture di gas all’Europa E la scorsa settimana ha risposto alle sanzioni europee e al sostegno militare all’Ucraina.

I passaggi, parte di una più ampia strategia lanciata dopo l’invasione dell’Ucraina, mirano a ridurre il consumo di gas e a deviare le spedizioni di gas verso strutture di stoccaggio per garantire che il Paese disponga di riserve sufficienti per resistere all’inverno.

Il graduale taglio delle forniture di gas alla Russia Ha sollevato lo spettro di una possibile carenza di carburante Se l’Europa entra in inverno, i servizi di stivaggio sono meno che pieni. Ha anche spinto al rialzo i prezzi, esercitando una maggiore pressione sulle economie già afflitte da un’elevata inflazione, da elevati costi finanziari e dalla prospettiva di una recessione.

Torrente Nord Il canale principale per il carburante russo verso l’Europaha registrato un forte calo della fornitura di gas.

Ovviamente, la strategia di Putin è allarmarci, aumentare i prezzi e dividerci. Non lo permetteremo. “Ci difenderemo con fermezza, meticolosa e ponderata”, ha affermato Robert Habeck, ministro dell’Economia tedesco.

Un impianto di stoccaggio di gas naturale in Germania. Il graduale taglio delle forniture della Russia ha sollevato lo spettro di una possibile carenza di carburante.


immagine:

David Hecker / Getty Images

Gazprom incolpato Carenza di parti della turbina mancanti che è rimasto bloccato in Canada a causa delle sanzioni. Funzionari e analisti europei hanno respinto la spiegazione.

La Germania importa circa il 35% del suo gas naturale dalla Russia, Meno del 55% prima della guerraLa maggior parte viene utilizzata per il riscaldamento e la produzione, secondo le stime del governo tedesco. L’anno scorso, la produzione di energia elettrica utilizzando il gas naturale ha rappresentato circa il 15% dell’elettricità pubblica totale della Germania, ha affermato Habeck, aggiungendo che la quota di gas nella produzione di energia è probabilmente diminuita quest’anno.

Per accelerare il declino del gas nel mix energetico, Habek ha delineato una serie di passi che il governo stava adottando per ridurre la dipendenza dal gas e costruire depositi per il prossimo inverno.

A sua volta per il leader del Partito dei Verdi ambientali, che ha condotto una campagna per ridurre l’uso di combustibili fossili, Habeck ha affermato che il governo consentirà alle società di servizi pubblici di estendere l’uso delle centrali elettriche a carbone.

Ciò garantirebbe alla Germania una fonte di energia alternativa, ma ritarderebbe ulteriormente gli sforzi del paese per ridurre le emissioni di carbonio.

“È amaro”, ha detto il signor Habek della necessità di fare affidamento sul carbone. Ma in questo caso è necessario ridurre il consumo di gas. I depositi di gas dovrebbero essere pieni entro l’inverno. Questo ha la massima priorità”.

Habeck ha affermato che la legislazione sull’uso del carbone dovrebbe essere approvata l’8 luglio nel Bundesrat, la camera alta del parlamento. La misura scade il 31 marzo 2024, momento in cui il governo spera di trovare un’alternativa sostenibile al gas russo.

Mr. Habek ha anche affermato che il governo introdurrà un sistema di aste che stimolerebbe l’industria a ridurre i consumi.

Il governo non ha rilasciato alcun dettaglio su come funzionerà l’asta, ma Habek ha affermato che inizierà quest’estate.

L’aumento dei costi del petrolio ha contribuito a spingere per la prima volta il prezzo medio nazionale di un gallone di benzina a $ 5, aumentando le pressioni inflazionistiche in tutta l’economia statunitense. Didascalia immagine: Todd Johnson

Habek ha affermato che le nuove misure mirano a deviare le spedizioni di gas in diminuzione dalla Russia verso serbatoi di stoccaggio da utilizzare durante la stagione invernale. La Germania punta a riempire i suoi impianti di stoccaggio del gas al 90% entro dicembre. Il signor Habeck ha affermato che gli impianti di stoccaggio del gas in Germania sono attualmente pieni al 56%.

Queste misure si aggiungono a una serie di misure precedentemente annunciate volte a ridurre la dipendenza della Germania dal gas russo. Secondo i piani elaborati in precedenza, il governo potrebbe razionare il gas per gli utenti industriali se si esaurisce in inverno.

Il governo ha preso accordi per l’acquisto di gas da fonti non russe e per accelerare la costruzione di un terminale di gas naturale liquefatto nel Mare del Nord vicino a Wilhelmshaven.

Habeck ha affermato che due delle quattro navi private progettate per deviare il gas naturale liquefatto che può essere immesso nella rete tedesca entreranno in funzione questo inverno, consentendo al paese di rifornire le forniture di gas indipendentemente dalla Russia.

scrivere a William Boston a william.boston@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  I missili russi hanno colpito il porto dell'Ucraina; Kiev dice che si sta ancora preparando ad esportare grano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.