La guerra Russia-Ucraina a colpo d’occhio: cosa sappiamo del giorno 285 dell’invasione | Ucraina

  • Un progetto di risoluzione in circolazione presso le Nazioni Unite Per un tribunale in stile Norimberga che ritenga la Russia responsabile dei crimini di aggressione in Ucraina. I segnali indicano anche che l’opposizione degli Stati Uniti al piano potrebbe attenuarsi di fronte alle pressioni del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. L’ambasciatrice degli Stati Uniti per la giustizia penale globale Beth Van Schaak ha dichiarato questa settimana: “Finora, tutto [UN general assembly] Le risoluzioni sull’Ucraina hanno avuto successo. I numeri sono molto forti. La Corte penale internazionale ha già iniziato a indagare sui crimini di guerra in Ucraina, ma poiché la Russia non ha firmato la legislazione pertinente, non può processare la leadership del Cremlino per il più ampio crimine di aggressione.

  • C’è la leadership dell’Iran Si è chiuso in un “circolo vizioso”. Proteste e armamento della Russia, ha detto l’inviato speciale degli Stati Uniti. “Più l’Iran è repressivo, più sanzioni ci sono; più sanzioni, più l’Iran si sente isolato”, ha detto l’inviato speciale Usa per l’Iran Rob Malley in una conferenza a Roma. “Più sono isolati, più si rivolgono alla Russia ; Più si rivolgono alla Russia, più sanzioni ci sono, peggiore è il clima, meno diplomazia nucleare c’è. Quindi ora è vero che tutti i circoli viziosi si auto-rinforzano. Il capo dell’intelligence statunitense Avril Haynes afferma che ci sono prove preoccupanti che la Russia stia cercando di approfondire la cooperazione militare con l’Iran.

  • La Russia non venderà petrolio soggetto ai limiti di prezzo occidentali anche se taglia la produzione, ha detto domenica il vice primo ministro russo Alexander Novak. Venerdì il G7 e l’Australia hanno concordato il prezzo massimo.

    READ  Scimmia: i primi casi possibili sono stati segnalati nel Missouri, nell'Indiana
  • L’Opec+ ha accettato di attenersi ai suoi obiettivi di produzione di petrolio in una riunione di domenica. L’OPEC+, che comprende l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e alleati tra cui la Russia, ha fatto arrabbiare gli Stati Uniti e altre nazioni occidentali a ottobre quando ha accettato di tagliare la produzione di 2 milioni di barili al giorno, il 2% della domanda globale, da novembre . Entro la fine del 2023.

  • Più di 500 regioni dell’Ucraina sono rimaste senza elettricità domenica settimane dopo gli attacchi aerei russi sulla rete elettrica, ha detto un funzionario del ministero dell’Interno.

  • L’Ucraina ha imposto sanzioni a 10 alti religiosi legati a una chiesa filo-moscovita. Il servizio di sicurezza ha affermato di aver accettato di lavorare con i funzionari dell’occupazione russa o di giustificare l’invasione di Mosca.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.