La Malesia si trova di fronte a un parlamento sospeso per la prima volta nella storia

La Malesia si trovava di fronte a un parlamento sospeso per la prima volta nella sua storia poiché il sostegno di una coalizione islamista conservatrice ha impedito alle principali alleanze di ottenere una maggioranza semplice nel voto. Elezioni generali.

Senza un chiaro vincitore, l’incertezza politica potrebbe persistere Malaysia Affrontare una crescita economica lenta e un’inflazione elevata. Ha avuto tre primi ministri in altrettanti anni.

L’incapacità dei maggiori partiti di ottenere la maggioranza significa che una combinazione di loro dovrà costruire una coalizione di maggioranza per formare un governo. Potrebbe anche intervenire il monarca costituzionale della Malesia, dove ha il potere di nominare un primo ministro un legislatore che crede possa comandare la maggioranza.

Leader storico dell’opposizione Anwar IbrahimE i risultati della Commissione Elettorale hanno mostrato che la coalizione a cui appartiene il partito ha ottenuto il maggior numero di seggi alle elezioni generali che si sono svolte sabato.

La sorpresa più grande è arrivata dall’ex primo ministro Muhyiddin Yassin che ha portato il suo Brikatan National Bloc a una buona performance, traendo sostegno dalle tradizionali roccaforti dell’attuale governo.

L’alleanza di Muhyiddin include un partito conservatore incentrato sul malese e un partito islamico che promuove la Sharia, o legge islamica. La razza e la religione sono questioni controverse in Malesia, con i musulmani di etnia malese che costituiscono la maggioranza e le minoranze etniche cinesi e indiane.

Sia Anwar che Muhyiddin hanno affermato di avere il sostegno per formare il governo, sebbene non abbiano rivelato con quali partiti fossero alleati.

Muhyiddin ha detto che spera di concludere le discussioni domenica pomeriggio. La sua alleanza è un partner minore nella coalizione di governo guidata dall’attuale primo ministro Ismail Sabri Yaqoub, e può lavorare di nuovo con loro.

READ  Il principe William e Kate Middleton si irradiano mentre lasciano i bambini il primo giorno di scuola

Anwar ha detto che avrebbe inviato una lettera al re sultano Abdullah della Malesia in cui descriveva in dettaglio il suo sostegno.

Se Anwar prende il posto di vertice, sarà un viaggio straordinario per un politico che è passato, nell’arco di 25 anni, da erede apparente, a primo ministro, a condannato per sodomia a figura di spicco dell’opposizione del paese.

Dal 2015, la politica malese è stata messa in ombra dallo scandalo di corruzione 1MDB, che ha visto miliardi di dollari di denaro dei contribuenti sottratti al paese. Ha fatto cadere l’ex primo ministro Najib Razak, che ora sta scontando una pena detentiva di 12 anni per corruzione.

Tre primi ministri hanno governato il paese del sud-est asiatico da quando quattro anni fa ha combattuto un’accesa elezione con un’affluenza record sulla questione principale della corruzione.

La Malesia ha 222 seggi parlamentari, ma sabato si sono svolte le elezioni per soli 220 seggi.

La Commissione elettorale ha affermato che la coalizione multietnica Pakatan Harapan di Anwar ha vinto un totale di 82 seggi, mentre l’Alleanza nazionale Perikatan di Muhyiddin ha vinto 73 seggi. La coalizione barisan di Ismail ha vinto 30 seggi. Non era stato annunciato un solo posto alle 21:00 GMT.

“Il principale risultato di queste elezioni è che Perikatan è riuscito a interrompere il sistema bipartitico”, ha affermato Adeeb Zalkapli, direttore della società di consulenza politica Bower Group Asia.

Barisan e Bakatan sono sempre stati i blocchi principali in Malesia.

Barisan ha detto di aver accettato la decisione del popolo, ma non ha accettato la sconfitta. La coalizione ha dichiarato in una dichiarazione che rimane impegnata a formare un governo stabile.

READ  Quattro candidati presidenziali filippini, tra cui Pacquiao, non lasceranno la gara

Leader veterano Mahathir Mohamad Nel frattempo, ha subito la sua prima sconfitta elettorale in 53 anni, un colpo che potrebbe segnare la fine di una carriera politica durata sette decenni, e ha perso il seggio a favore della coalizione di Muhyiddin.

Un numero record di malesi ha votato sabato, sperando di porre fine a un’ondata di incertezza politica che ha portato a tre primi ministri in tempi economici incerti e la pandemia di COVID-19.

Il panorama politico è stato difficile da quando Barisan ha perso le elezioni del 2018 dopo aver governato per 60 anni dall’indipendenza.

Anwar si è fatto un nome come attivista studentesco in vari gruppi giovanili musulmani a Kuala Lumpur alla fine degli anni ’60, mentre il paese si stava riprendendo da una prolungata insurrezione comunista durante l’emergenza malese.

Arrestato nel 1974 durante le proteste studentesche contro la povertà rurale, Anwar è stato condannato a 20 mesi di carcere. Nonostante la sua controversa reputazione, nel 1982 confuse i sostenitori liberali unendosi alla conservatrice United Malays National Organization (UMNO) di Mahathir.

Il politico rilasciato era l’erede apparente dell’allora primo ministro Mahathir fino al 1998, quando fu licenziato e accusato di corruzione e sodomia. Fu condannato l’anno successivo, un verdetto che portò a massicce manifestazioni di piazza.

La condanna per sodomia è stata annullata, ma la sentenza per corruzione non lo è mai stata, il che gli ha impedito di candidarsi a cariche politiche fino a un decennio dopo.

Nel 2008, una volta revocato il suo divieto di partecipazione politica, gli sono state mosse ulteriori accuse di sodomia.

Dopo aver impugnato il suo verdetto di non colpevolezza su tali accuse, è stato nuovamente condannato e incarcerato nel 2015. I gruppi per i diritti umani lo hanno aspramente criticato quando ha confermato la condanna, definendola politicamente motivata, un’accusa negata dal governo.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: Russia e Ucraina sono vicine all'accordo per estendere l'accordo

Anwar è stato rilasciato dalla prigione nel 2018 dopo essersi unito al suo vecchio nemico Mahathir e Muhyiddin per sconfiggere Barisan per la prima volta nella storia della Malesia, tra la rabbia pubblica nei confronti del governo per lo scandalo multimiliardario da 1MDB.

Questa coalizione è crollata dopo 22 mesi al potere a causa di lotte intestine per la promessa di Mahathir di cedere la carica di premier ad Anwar. Muhyiddin ha ricoperto brevemente la carica di premier, ma la sua amministrazione è crollata lo scorso anno, aprendo la strada al ritorno al potere di Barisan con Ismail al timone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.