‘La mia vita non sarà più la stessa. La corte ascolta la prima dichiarazione sull’impatto della vittima all’udienza della pena di morte del tiratore di Parkland

“Presto diventerà una giocatrice di calcio professionista. Otterrà una laurea in giurisprudenza e diventerà uno degli avvocati di negoziazione d’affari di maggior successo che il mondo avrà mai visto”, ha detto Ilan Alhadeff martedì in un’aula di tribunale della contea di Broward. Udienza per la pena di morte per l’assassino di sua figlia.

“Si stava per sposare e io stavo andando al ballo di mio padre e mia figlia”, la sua voce si spezzò. “Aveva una bella famiglia, quattro figli, viveva in una bella casa – una casa sulla spiaggia accanto.

“Tutti quei piani si sono conclusi con l’omicidio di Alyssa”, ha detto.

Le famiglie delle 17 persone uccise nella sparatoria nella scuola di Parkland hanno continuato a prendere posizione martedì, offrendo dichiarazioni sull’impatto delle vittime per spiegare il bilancio delle uccisioni quando una giuria decide se condannare a morte l’assassino.

Nikolas Cruz, oggi 23enne Si è dichiarato colpevole in ottobre di 17 capi di imputazione per omicidio e 17 capi di imputazione per tentato omicidioE questa fase del suo processo penale è finalizzata alla determinazione della sua condanna: i pubblici ministeri chiedono la pena di morte, mentre i difensori di Cruz chiedono alla giuria l’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale.

Per raccomandare la pena di morte, i giurati devono essere unanimi. In tal caso, il giudice potrebbe seguire la raccomandazione o condannare Cruz all’ergastolo.

Per prendere la loro decisione, i giurati ascolteranno le argomentazioni di pubblici ministeri e avvocati difensori su fattori aggravanti e circostanze attenuanti, ragioni per cui Cruz dovrebbe o non dovrebbe essere giustiziato. Le dichiarazioni sull’impatto delle vittime aggiungono un altro livello, offrendo alle famiglie e agli amici delle vittime la loro giornata in tribunale, anche se il giudice ha affermato che le dichiarazioni non dovrebbero essere valutate come fattori aggravanti.

READ  I Denver Broncos superano i San Francisco 49ers nella battaglia difensiva 11-10

“Eravamo un nucleo familiare di cinque persone”, ha detto Tom Hoyer, il cui figlio di 15 anni Luke, il più giovane di tre, è stato ucciso. “Due, quattro, sei tavoli al ristorante. Due, quattro, sei pacchetti di biglietti per gli eventi. Cose del genere.”

Ma gli Hoyer non sono più una famiglia di cinque persone e “il mondo non sentirà mai che siamo una famiglia di quattro persone”, ha detto Hoyer.

“Quando Luke è morto, in me mancava qualcosa”, ha detto. “Non lascerò mai e poi mai quella sensazione.”

‘Non lo supererò mai’

La testimonianza dei genitori dei 14 studenti uccisi si è concentrata non solo su chi erano i loro figli, ma su chi non sarebbero mai diventati: un elenco infinito di cose non fatte e non dette.

Nicholas Duvoret, il capitano della squadra di nuoto del liceo, aveva una borsa di studio presso l’Università di Indianapolis quando è stato ucciso, ha testimoniato martedì sua madre, Annika Duvoret. Voleva studiare finanza e trasferirsi a Boston con la sua ragazza.

“Nick aveva grandi obiettivi, più grandi di quanto la maggior parte di noi osi sognare”, ha detto. Accanto al suo letto, ha registrato un biglietto che diceva: “Voglio diventare un olimpionico svedese e competere per il mio paese a Tokyo 2020. Darò tutto nel mio corpo e nella mia mente per raggiungere il mio obiettivo. Set”.

“Ora”, ha detto Annika Duvoret, “non sapremo mai se avrà raggiunto il suo obiettivo di andare alle Olimpiadi”.

Linda Baigel Shulman tiene una foto di suo figlio, Scott Baigel, prima di presentare un rapporto sull'impatto della vittima.

Jennifer Guttenberg, la madre del quattordicenne Jaime, ha detto alla corte che è stato “molto difficile” vedere gli amici e i compagni di classe di sua figlia crescere e vedere le cose che Jaime non ha mai raggiunto.

READ  I futures su azioni salgono dopo il giorno peggiore per le principali medie da giugno 2020

Anche le riunioni di famiglia e le vacanze sono difficili, con un posto in meno al tavolo e nessun Jaime per far “far ridere tutti eccitati”.

“C’è unità, ma non c’è celebrazione”, ha detto Gutenberg. “C’è un silenzio assordante tra tutti perché non vogliono ferire il nome di Jaime, ma non vogliono nemmeno dimenticarla”.

Gli ultimi quattro anni non sono stati meno dolorosi per Linda Baikal Shulman, che lunedì ha detto in tribunale che sono passati 1.630 giorni da quando lei e suo figlio, Scott Baikal, hanno parlato con un insegnante di geografia. stati uccisi Ha portato gli studenti al sicuro nella sua classe.

“Non lo supererò mai, non lo supererò mai”, ha detto lunedì. “La mia vita non sarà più la stessa”.

“Le nostre vite sono rovinate”

Cruz non ha avuto alcuna reazione apparente lunedì a nessuna delle dichiarazioni sull’impatto della vittima, anche se uno dei suoi avvocati è stato visto asciugarsi le lacrime, così come almeno due membri della giuria.

“Sono passati quattro anni e quattro mesi da quando è stato portato via da noi, dai suoi amici e dalla sua famiglia”, ha detto Patricia Oliver di suo figlio, che aveva 17 anni quando è stato ucciso. “Ci manca più di quanto le parole possano dire e lo amiamo di più”, ha detto, aggiungendo: “Le nostre vite sono state sconvolte e cambiate per sempre”.

La sorella di Joaquin, Andrea Kersey, ha descritto il suo fratellino di 6 piedi 1 come “energico, vibrante, rumoroso, sicuro di sé, forte, empatico, comprensivo, intelligente, appassionato, estroverso, giocoso, amorevole, competitivo, ribelle, divertente, leale e costantemente qualcosa.” Parlava solo quando sentiva di no.”

Victoria Gonzalez, che si chiamava la fidanzata di Joaquin Oliver, ma loro stessi "Anime gemelle"  Si asciuga le lacrime mentre fa una dichiarazione sull'impatto della vittima.

Victoria Gonzalez ha preso posizione martedì. È diventata la fidanzata di Joaquin il giorno della sparatoria, ha detto Gonzalez alla corte, ma si erano già riferiti l’uno all’altro come “anime gemelle per sempre” e lei lo ha descritto come una “personalità misteriosa, personalità romantica”. Il suo nome, ha detto, è “inciso nel profondo della mia anima”.

READ  40 La migliore pasta sbiancante denti professionale del 2022 - Non acquistare una pasta sbiancante denti professionale finché non leggi QUESTO!

Kelly Petty, madre della vittima Alaina Petty, ha descritto la 14enne come una “persona molto amorevole”.

“Amava i suoi amici, amava la sua famiglia e, soprattutto, amava Dio”, ha detto Kelly Petty di sua figlia. “Ho il cuore spezzato dal fatto che non sarò in grado di vederla diventare la straordinaria giovane donna che è diventata”.

La sorella di Alain, Megan, ha fatto eco al sentimento, dicendo alla corte: “Mi sarebbe piaciuto vederla crescere. Sarebbe stata una benedizione per il mondo”.

La madre di Luke Hoyer, Jena Hoyer, ha detto che la stanza del figlio di 15 anni era intatta. I suoi occhiali e il caricatore erano ancora sul comodino e i suoi vestiti erano intatti, ha testimoniato. Era stanca di spostare qualsiasi cosa nella stanza, ha detto.

La madre di Meadow Pollock, Shara Kaplan, ha detto ai giurati di spiegare come la morte di sua figlia l’ha colpita, per mostrare che il suo cuore era lacerato e spezzato in un milione di pezzi.

“(La morte di Meadow) ha distrutto la mia vita e ha distrutto la mia capacità di vivere un’esistenza produttiva”, ha detto.

Carlos Suarez e Sara Weisfeldt della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.