La NASA afferma che Artemis I è in viaggio per il lancio sulla luna e ritorno

Questa è la conclusione del Flight Readiness Review della NASA condotto lunedì. Lo studio è stato un esame approfondito della prontezza della pila di 98 metri di altezza che ospita il razzo Space Launch System e la navicella spaziale Orion attualmente seduti sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center della NASA in Florida. .

Il team Artemis punta alla sua prima finestra di lancio di due ore dalle 8:33 ET alle 10:33 ET di lunedì 29 agosto. Le finestre di rilascio del backup sono il 2 settembre e il 5 settembre.

Il 17 agosto, la pila di razzi è arrivata alla piattaforma di lancio dopo aver lasciato l’edificio di assemblaggio del veicolo dopo un viaggio di 4 miglia (6,4 km) dall’edificio di assemblaggio alla piattaforma di lancio su un gigantesco cingolato della NASA dell’era Apollo. missioni e i razzi Apollo Saturn V una volta.

Un Artemis I non incaricato sarà lanciato in una missione oltre la Luna e di nuovo sulla Terra. Una volta lanciato, il veicolo spaziale percorrerà 1,3 milioni di miglia (2,1 milioni di chilometri) in 42 giorni per raggiungere un’orbita molto retrograda attorno alla Luna. Artemis I si tufferà nell’Oceano Pacifico al largo della costa di San Diego il 10 ottobre. Il ritorno di Orion sulla Terra sarà il più veloce e caldo che un veicolo spaziale abbia mai sperimentato.

Secondo la NASA, la navicella spaziale Orion viaggerà più lontano di qualsiasi navicella spaziale di fabbricazione umana, raggiungendo 40.000 miglia (64.000 chilometri) oltre il lato opposto della luna.

Snoopy, manichini e oggetti dell'Apollo 11 oscillano vicino alla luna a bordo di Artemis I

Non ci sono esseri umani a bordo, ma Orion trasporterà 120 libbre (54,4 chilogrammi) di cimeli, inclusi giocattoli, oggetti dell’Apollo 11 e tre manichini.

READ  Aika Sviatek interrompe il raduno di O'nes Jabur nel singolare femminile degli US Open | US Open Tennis 2022

Seduto al posto del comandante di Orion c’è il comandante Moonkin Composites, un manichino adatto da cui raccogliere informazioni su ciò che un futuro equipaggio umano potrebbe vivere in una missione lunare. Il manichino indosserà la nuova tuta Orion Crew Survival System progettata per gli astronauti da indossare durante il lancio e il rientro. La tuta ha due sensori di radiazione.

La missione lancerà il programma Artemis della NASA, che mira a riportare gli esseri umani sulla luna e a far atterrare la prima donna e il primo uomo sulla superficie lunare entro il 2025, aprendo infine la strada all’esplorazione umana di Marte.

Artemis I effettuerà anche una serie di esperimenti scientifici, alcuni dei quali verranno installati una volta che il razzo e la navicella spaziale arriveranno alla rampa di lancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.