La NASA ha interrotto il lancio di Artemis I a causa di problemi tecnici

L’amministratore della NASA Bill Nelson ha detto che i responsabili della missione terranno una riunione per discutere i prossimi passi e decidere se un lancio sarà possibile lunedì o martedì o se la pila di razzi dovrà essere riportata nell’edificio di assemblaggio del veicolo.

Se dovesse tornare nell’edificio, Artemis non avrò un’altra opportunità di lancio fino a ottobre, probabilmente a causa del programma di metà ottobre della rampa di lancio, ha detto Nelson.

Rivolgendosi ai VIP del Kennedy Space Center, i vertici della NASA hanno affermato di ritenere necessario riportare il razzo lunare Artemis nell’edificio per risolvere un problema che ha fatto fallire il tentativo di lancio di sabato, hanno detto fonti a Christine Fisher della CNN.

Ciò significa che il team non può provare un’altra versione per diverse settimane. Ci vorranno almeno tre giorni e mezzo per riportare il razzo all’edificio.

L’agenzia terrà una conferenza stampa alle 16:00 ET per condividere l’aggiornamento.

Artemis I doveva decollare sabato pomeriggio, ma quei piani sono stati scartati dopo che i membri dell’equipaggio hanno scoperto una perdita di idrogeno liquido che hanno trascorso la maggior parte della mattinata cercando di riparare. L’idrogeno liquido è uno dei propellenti utilizzati nel grande stadio centrale del razzo. Nonostante il tentativo di varie procedure di riparazione, la perdita ha impedito alla squadra di lancio di poter riempire il serbatoio dell’idrogeno liquido.

È stata la seconda volta in una settimana che il conto alla rovescia del missile è stato costretto a interrompersi a causa di problemi tecnici. Il primo tentativo di lancio di lunedì è stato interrotto dopo che sono sorti diversi problemi, incluso il sistema di raffreddamento dei motori del razzo prima del decollo e varie perdite durante il rifornimento del razzo.

READ  40 La migliore portasapone per doccia del 2022 - Non acquistare una portasapone per doccia finché non leggi QUESTO!

La perdita di idrogeno liquido è stata scoperta alle 7:15 ET di sabato nel vano motore del palco centrale in uno sfiato a sgancio rapido che alimenta il razzo con l’idrogeno. È diverso dalla fuga di notizie che ha preceduto il lancio cancellato di lunedì.

I controller di lancio hanno riscaldato la linea nel tentativo di ottenere una tenuta più stretta e hanno riavviato il flusso di idrogeno liquido prima che si verificasse una perdita. Hanno interrotto il flusso di idrogeno liquido, “hanno chiuso la valvola utilizzata per riempirlo e drenarlo e hanno utilizzato l’elio per aumentare la pressione sulla linea di trasferimento a terra e tentare di ripristinarla”, secondo la NASA.

Quel piano di debug non ha avuto successo. Il team ha nuovamente tentato di riscaldare il primo progetto, ma dopo aver riavviato manualmente il flusso di idrogeno liquido, la perdita si è ripetuta.

Secondo il meteorologo Melody Lowe, c’è una probabilità del 60% di condizioni meteorologiche favorevoli per il lancio.

Lo stack Artemis I, che include il razzo Space Launch System e la navicella spaziale Orion, continua a essere posizionato sul Launchpad 39B presso il Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida.

La missione Artemis I è stata l’inizio di un programma volto a riportare gli esseri umani sulla Luna.

C’è ancora un’opportunità di riserva per il lancio della missione Artemis I il 5 e 6 settembre.

Negli ultimi giorni, il team di lancio si è preso del tempo per affrontare problemi come le perdite di idrogeno, che si sono verificate prima che fosse ripulito prima del lancio programmato di lunedì. Secondo i funzionari della NASA, il team ha anche completato una valutazione del rischio del problema del condizionamento del motore e della rottura della schiuma.

READ  40 La migliore veleno per topi del 2022 - Non acquistare una veleno per topi finché non leggi QUESTO!

Entrambi sono stati considerati rischi accettabili diretti al conto alla rovescia del lancio, secondo il responsabile della missione Artemis Mike Sarafin.

Lunedì, un sensore su uno dei quattro motori RS-25 del razzo, identificato come motore n. 3, ha rivelato che il motore non aveva raggiunto la soglia di temperatura corretta richiesta per il decollo del motore.

Prima del decollo, i motori devono essere stabilizzati termicamente prima che il propellente super freddo li attraversi. Per evitare che i motori subiscano sbalzi di temperatura, i controllori missilistici aumentano gradualmente la pressione del serbatoio di idrogeno liquido centrale nelle ore prima del lancio e inviano piccole quantità di idrogeno liquido ai motori. Questo è chiamato “sanguinamento”.

Secondo l’ingegnere capo dei sistemi di lancio spaziale John Blevins, il team ha stabilito che si trattava di una cattiva lettura del sensore, pianificando di ignorare il sensore difettoso andando avanti.

Panoramica del lavoro

Una volta lanciato Artemis I, il viaggio di Orione durerà 37 giorni mentre viaggia verso la Luna, orbita attorno ad essa e ritorna sulla Terra – un viaggio totale di 1,3 milioni di miglia (2,1 milioni di chilometri).

Sebbene non ci siano esseri umani nella lista dei passeggeri, include passeggeri: tre manichini e una bambola di peluche Snoopy cavalcheranno l’Orion.

L’equipaggio a bordo di Artemis I può sembrare un po’ insolito, ma ognuno di loro ha uno scopo. Snoopy funge da indicatore di gravità zero — significa che una volta che la capsula raggiunge l’ambiente spaziale, inizierà a fluttuare al suo interno.
Manichini, di nome Il comandante Moonkin Campos, Helga e Zohar, i futuri team che misurano le radiazioni nello spazio profondo possono sperimentare e testare nuove tute e tecnologie di schermatura. Orion ha anche ospitato un esperimento biologico che trasportava semi, alghe, funghi e lieviti. Misura anche come la vita reagisce a questa radiazione.
Aggiuntivo Esperimenti scientifici e spiegazioni tecniche Cavalcano in un anello su un razzo. Da lì, 10 piccoli satelliti chiamati CubeSats separeranno e raccoglieranno informazioni sulla Luna e sull’ambiente dello spazio profondo.
Le telecamere all’interno e all’esterno di Orion condivideranno immagini e video durante la missione. Comprese riprese dal vivo dell’esperimento Callisto, che cattura un flusso di combo del comandante Mooney seduti al posto del comandante. Se hai un dispositivo abilitato per Amazon Alexa, puoi chiedere la posizione di Mission ogni giorno.

Aspettati immagini da Earthrise simili a quelle condivise per la prima volta durante la missione Apollo 8 nel 1968, ma con fotocamere e tecnologia molto migliori.

Artemis I consegnerà il primo esperimento biologico nello spazio profondo
La missione Artemis avvierà una fase di esplorazione spaziale della NASA che mira a far atterrare Artemis II e vari altri astronauti in regioni della Luna precedentemente inesplorate. Artemide III Le missioni, previste rispettivamente per il 2024 e il 2025, alla fine consegneranno gli equipaggi su Marte.

Christine Fisher della CNN ha contribuito a questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.