La Russia cerca di privare gli ucraini delle forniture di acqua ed elettricità

Un veicolo antincendio si trova di fronte a una stazione elettrica in fiamme durante un incendio l’11 settembre 2022 a Kharkiv, in Ucraina. Due persone sono rimaste uccise dopo che un missile ha colpito una sottostazione elettrica alla periferia di Kharkiv. Sono state udite esplosioni in città alle 20:00 a seguito della collisione di due missili da crociera russi, che hanno distrutto l’edificio amministrativo e dato fuoco ai trasformatori. L’intera città è stata completamente oscurata per circa quattro ore.

Immagini globali Ucraina | Notizie Getty Images | Getty Images

Questa settimana l’Ucraina ha dovuto affrontare una serie di attacchi missilistici russi alla sua infrastruttura energetica, che hanno causato una diffusa perdita di acqua ed energia elettrica, danneggiato la sua rete di comunicazioni e causato interruzioni di corrente nelle città di tutto il paese.

Hanno colpito centinaia di migliaia di ucraini e si teme che tali attacchi, e il potenziale per la Russia di continuare a prendere di mira infrastrutture critiche, stiano rendendo i civili estremamente vulnerabili con l’avvicinarsi dell’inverno.

“Le ultime cifre che abbiamo sono che circa il 30% delle infrastrutture energetiche dell’Ucraina è stato danneggiato e il governo sta facendo tutto il possibile per garantire che tutto venga rapidamente ripristinato”, ha detto alla CNBC Yury Sak, consigliere del ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov . Mercoledì.

“Con l’inizio dell’inverno, tali attacchi possono rappresentare un pericolo significativo per la popolazione civile”, ha aggiunto.

Le sirene dei raid aerei hanno suonato in diverse regioni dell’Ucraina all’inizio di questa settimana mentre i servizi di emergenza e le autorità regionali hanno dovuto affrontare le morti, i danni e la distruzione causati dagli attacchi russi a Kiev nel nord e nella città principale di Leopoli a ovest, Zaporizhia. a sud e Donbass a est.

READ  Incidente a una festa di Hong Kong: una ballerina di specchietto retrovisore in terapia intensiva dopo la caduta di un dipinto

Gli attacchi della Russia sono ampiamente visti come una rappresaglia a seguito di un’esplosione che ha distrutto il ponte sullo stretto di Kerch, che collega la terraferma russa alla Crimea (che ha annesso illegalmente nel 2014) e utilizzato per rifornire le sue forze nell’Ucraina meridionale.

Kiev non ha rivendicato la responsabilità dell’attacco, ma ciò non ha impedito a Mosca di lanciare una serie di attacchi su infrastrutture critiche e obiettivi civili, inclusi condomini, centri educativi e altri luoghi pubblici, sebbene abbia negato di prendere di mira tali siti.

Durante il bombardamento russo solo lunedì, 10 centrali termiche e 19 sottostazioni elettriche sono state danneggiate, nonché 54 condomini, secondo il ministro ucraino delle Comunità e dello sviluppo del territorio Oleksiy Chernyshov.

“Centinaia di migliaia di ucraini sono stati privati ​​di acqua, elettricità e calore mentre la temperatura media in Ucraina è di circa 45 gradi Fahrenheit (circa 7 gradi Celsius) al momento”, ha detto mercoledì in un discorso al Consiglio Atlantico.

Ha aggiunto che dal 3 ottobre un totale di 527 infrastrutture critiche nel campo della fornitura di calore sono state danneggiate a causa dell’aggressione russa. “Il mio team e io stiamo lavorando per ripristinare l’infrastruttura il più rapidamente possibile… ma le risorse sono scarse”, ha affermato.

Chernyshov ha affermato che l’Ucraina ha bisogno di quattro cose specifiche per garantire che l’Ucraina possa superare questi “tempi difficili”: impianti mobili di trattamento delle acque, centrali termiche mobili, generatori di gasolio o gas e combustibili alternativi. Il bisogno di queste cose, ha detto, “sta crescendo mentre parliamo ora”.

L’Ucraina ha interrotto le esportazioni di elettricità verso l’Unione Europea (iniziate a luglio) all’inizio di questa settimana e il governo ha anche invitato gli ucraini a limitare il loro consumo di energia, soprattutto durante le ore di punta.

READ  Le ultime notizie della guerra ucraino-russa: aggiornamenti in tempo reale

Targeting deliberato

La Russia riconosce apertamente di prendere di mira l’infrastruttura energetica dell’Ucraina. Martedì, il ministero della Difesa russo ha rilasciato un aggiornamento militare su Telegram Notando che le sue forze continuano a lanciare attacchi “su larga scala” utilizzando armi aeree e marine a lungo raggio ad alta precisione presso le strutture di controllo militare e il sistema energetico dell’Ucraina.

L’Ucraina, senza sorprese, ha criticato il fatto che la Russia prende di mira gli impianti energetici, con il presidente Volodymyr Zelensky che lunedì ha affermato che gli impianti energetici in tutto il paese erano stati bombardati e che la Russia voleva seminare “panico e caos”.

Martedì, sulla scia dei successivi raid su tali strutture, il ministro degli Esteri Demetrio Kuleba ha affermato che tali azioni erano “crimini di guerra pianificati con largo anticipo e volti a creare condizioni insopportabili per i civili – la strategia deliberata della Russia per mesi”.

Una sottostazione elettrica distrutta in un attacco missilistico russo, Kharkiv, Ucraina nord-orientale.

L’editoria nel futuro | L’editoria nel futuro | Getty Images

Entro giovedì di questa settimana, l’operatore di rete nazionale ucraino ha dichiarato che l’elettricità è stata quasi completamente ripristinata nel paese. Tuttavia, la società energetica nazionale Ukrenergo ha avvertito di avere più lavoro da fare per riparare adeguatamente le forniture.

“I dipendenti di Ukrenergo sono stanchi ma molto soddisfatti di aver ripristinato il potere dopo il più grande attacco al sistema energetico di un paese indipendente nella storia del mondo”, ha detto Ukrenergo in un post su Telegram.

Okrenigro ha affermato che gli attacchi della Russia sono stati i più grandi del loro genere nella storia moderna. “Prima della seconda guerra mondiale, non c’erano reti elettriche avanzate e dopo la seconda guerra mondiale non c’erano attacchi militari su larga scala contro le infrastrutture energetiche”.

I leader del G7 rinnovano il sostegno all'Ucraina mentre la Russia continua gli attacchi missilistici

L’operatore elettrico ha anche avvertito che, sebbene sia stato in grado di ripristinare l’alimentazione persa, “non significa che abbiamo recuperato tutto ciò che era stato distrutto”.

“Abbiamo trovato il modo di risparmiare corrente, ma c’è ancora molto da fare”, ha avvertito, e ha invitato gli ucraini a usare l’energia con saggezza, specialmente durante le ore di punta al mattino e alla sera.

Ha notato che 700 lavoratori energetici ucraini in 40 squadre di riparazione stanno lavorando per ripristinare le reti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. “Per favore aiutali – non lavorare troppo e non usare troppi elettrodomestici contemporaneamente”, ha aggiunto.

La guerra della Russia contro l'Ucraina potrebbe degenerare in una guerra informatica globale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.