La Russia ha lanciato una raffica di missili nelle principali città dell’Ucraina

  • I missili da crociera sono stati lanciati in diverse città: l’aeronautica militare dell’Ucraina
  • 3 feriti in esplosioni a Kiev – Sindaco
  • Il russo Lavrov afferma che il piano di pace ucraino è una “illusione”.

KIEV, Ucraina, 29 dicembre (Reuters) – La Russia ha lanciato giovedì una raffica di missili contro l’Ucraina, colpendo Kiev, la città nord-orientale di Kharkiv e altre città con un massiccio bombardamento aereo che ha mandato le persone nei rifugi e ha tagliato la corrente. Hanno detto i funzionari.

A Gaya, le squadre di emergenza hanno cercato tra le rovine fumanti di una casa residenziale distrutta dall’esplosione e le riprese hanno mostrato scie di fumo dai missili che indugiavano nel cielo sopra la capitale. I vigili del fuoco stanno lavorando per spegnere un incendio in una centrale elettrica a Kharkiv.

“Barbarie insensate. Queste sono le uniche cose che vengono in mente quando vediamo la Russia lanciare un altro attacco missilistico contro pacifiche città ucraine prima del nuovo anno”, ha twittato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

L’esercito ucraino ha dichiarato di aver abbattuto 54 dei 69 missili lanciati dalla Russia nell’attacco, iniziato alle 7 del mattino ora locale. Le sirene dei raid aerei hanno suonato in tutto il paese ea Kiev per cinque ore, uno degli allarmi più lunghi della guerra.

“Questa mattina, l’aggressore ha lanciato missili da crociera aerei e marittimi, missili guidati antiaerei e ADMS S-300 contro le strutture delle infrastrutture energetiche del nostro Paese”, ha scritto in un telegramma l’alto generale ucraino Valery Zalushny.

Il generale di brigata delle forze armate ucraine Oleksiy Khromov ha affermato che i missili sono stati lanciati contro “strutture di infrastrutture critiche ed energetiche nelle regioni orientali, centrali, occidentali e meridionali”.

READ  La Russia ha messo in guardia gli Stati Uniti dal trasferimento di armi all'Ucraina, hanno affermato i media statali

Gli attacchi hanno seguito un attacco notturno di droni “kamikaze”. La Russia ha effettuato numerosi attacchi aerei contro le infrastrutture critiche ucraine negli ultimi mesi.

L’ultimo sfogo è arrivato bruscamente sullo sfondo del rifiuto del Cremlino di un piano di pace ucraino, insistendo affinché Kiev accettasse l’annessione russa di quattro regioni ucraine.

Difesa missilistica

L’amministrazione militare della città di Kiev ha riferito che due case private nel distretto di Darnytskyi sono state danneggiate da frammenti di missili caduti e un’azienda e un parco giochi sono stati danneggiati. Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha detto che 16 missili sono stati lanciati contro la capitale, ferendo tre persone.

Il sindaco di Kharkiv Ihor Terekov ha detto che le autorità chiariranno cosa è stato colpito e se ci sono state vittime, mentre il sindaco di Lviv Andriy Sadovy ha dichiarato in un telegramma che il 90% della sua città nell’Ucraina occidentale era senza elettricità. I missili hanno danneggiato il settore delle infrastrutture energetiche.

Unità di difesa aerea hanno abbattuto 21 missili nella regione di Odessa, nel sud-ovest dell’Ucraina, ha detto il suo governatore Maksim Marchenko. Frammenti di un missile hanno colpito un edificio residenziale, ma non ci sono state vittime, ha detto.

Mosca ha ripetutamente negato di aver preso di mira i civili, ma l’Ucraina afferma che i suoi bombardamenti quotidiani stanno distruggendo paesi, città e le infrastrutture elettriche, mediche e di altro tipo del paese.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un videomessaggio, ha esortato gli ucraini ad abbracciare i propri cari, esprimere il proprio apprezzamento agli amici, sostenere i colleghi, ringraziare i genitori e spesso gioire con i bambini.

READ  2 scimmie scomparse dallo zoo di Dallas trovate nel nord del Texas - NBC 5 Dallas-Fort Worth

“Anche se abbiamo sopportato mesi terribili, non abbiamo perso la nostra umanità”, ha detto. “Anche se ci aspetta un anno difficile, non lo perderemo”.

La Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio in quella che il presidente Vladimir Putin ha definito una “operazione militare speciale” per militarizzare il suo vicino. Kiev ei suoi alleati occidentali hanno denunciato le azioni della Russia come un furto di terre in stile imperialista.

La Russia è stata colpita da pesanti sanzioni per la guerra, che ha ucciso decine di migliaia di persone, cacciato milioni di persone dalle loro case, lasciato città in rovina e scosso l’economia globale, facendo salire i prezzi dell’energia e del cibo.

‘Le realtà di oggi’

Non c’è ancora alcuna possibilità di colloqui per porre fine alla guerra.

Zelensky ha promosso attivamente un piano di pace in 10 punti che vedrebbe la Russia rispettare l’integrità territoriale dell’Ucraina e ritirare tutte le sue truppe.

Ma Mosca lo ha respinto mercoledì, ribadendo che Kiev deve accettare l’annessione di quattro regioni da parte della Russia: Luhansk e Donetsk a est e Kherson e Zaporizhzia a sud. Dice anche che l’Ucraina deve accettare la perdita della Crimea, una penisola del Mar Nero annessa dalla Russia nel 2014.

“Con l’ingresso di quattro regioni in Russia, non ci può essere alcun piano di pace che non tenga conto della realtà odierna per quanto riguarda il territorio russo”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che l’idea di Zelensky di spingere la Russia fuori dall’Ucraina orientale e dalla Crimea con l’aiuto occidentale e costringere Mosca a risarcire Kiev è stata una “illusione”, ha riferito l’agenzia di stampa RIA.

READ  Il pesce d'acqua dolce più grande del mondo, la pastinaca, pesa 660 libbre ed è stato catturato in Cambogia

La TASS ha citato Lavrov dicendo che la Russia continuerà a sviluppare la sua potenza di combattimento e le sue capacità tecniche in Ucraina. Ha detto che le truppe mobilitate di Mosca sono state sottoposte a un “intenso addestramento” e che mentre molti erano ora sul campo, la maggior parte non era ancora in prima linea.

Zelenskiy ha chiesto l’unità nel parlamento ucraino e ha elogiato gli ucraini per aver aiutato l’Occidente a “reinventarsi”.

“I nostri colori nazionali sono oggi un simbolo internazionale di coraggio e indomabilità per il mondo intero”, ha affermato in un discorso annuale tenuto a porte chiuse.

Rapporto dell’ufficio Reuters; Di Himani Sarkar e Alexandra Hudson; Montaggio di Michael Perry e Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.