La Russia intende “liberare” parti dell’Ucraina annesse da Mosca

(Questa storia è stata riformulata per correggere un errore di battitura in “Piani” nel titolo)

MOSCA (Reuters) – Il Cremlino ha dichiarato giovedì che le sue forze continuano a controllare parti dell’Ucraina orientale e meridionale che Mosca ha rivendicato come proprie.

Tuttavia, il Cremlino non ha definito completamente gli obiettivi della sua campagna militare e il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov sembra aver posto fine ai territori ucraini che la Russia ha ora cercato di incorporare come propri.

Mosca ha annunciato di aver annesso le quattro province dell’Ucraina – Donetsk, Luhansk, Zaporizhia e Kherson – dopo aver tenuto a settembre i cosiddetti referendum che Kiev, l’Occidente e la maggioranza dei paesi delle Nazioni Unite hanno respinto come fittizi e illegali.

Nessuna delle province era completamente sotto il controllo russo e non è chiaro quanta parte avrebbe incluso Mosca.

Quando gli è stato chiesto giovedì se la Russia intende incorporare altre regioni al di fuori delle quattro regioni, Peskov ha dichiarato:

“Non ci sono dubbi. Almeno, non c’erano dati su questo punteggio. Tuttavia, molto lavoro attende la liberazione dei territori; in un certo numero di nuove regioni della Federazione Russa, ci sono territori occupati da liberare .

“Intendo una parte della Repubblica di Donetsk, così come quella che è diventata parte della Federazione Russa, e poi è stata rioccupata dalle forze ucraine”.

L’Ucraina ha espulso le forze russe da una piccola area nella provincia di Luhansk, e il mese scorso l’esercito russo si è ritirato da tutte le parti della provincia di Kherson che un tempo controllava sulla riva occidentale del fiume Dnipro, compresa la capitale provinciale, la città di Kherson.

READ  La vasta campagna cinese ha fretta di rafforzare le sue difese contro il COVID

(Questa storia è stata riformulata per correggere un errore di battitura in “Piani” nel titolo)

(Segnalazione di Reuters; Montaggio di Jay Faulconbridge)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.