La Russia promuove una rapida mobilitazione ma deve affrontare il dilemma mentre gli ucraini avanzano

Il ministro della Difesa russo ha affermato che 200.000 uomini sono entrati nell’esercito nell’ambito di una rapida campagna di mobilitazione iniziata il mese scorso Le forze ucraine avanzano Nelle aree occupate dalla Russia supera la capacità di Mosca di pompare rinforzi.

Il suggerimento che la Russia sia a due terzi della strada verso l’obiettivo è stato annunciato dal ministro, Sergei Shoigu, il mese scorso dopo le critiche al processo di ritiro, anche dal presidente russo.

Il presidente russo Vladimir Putin. Ma solleva dubbi sul fatto che sia esaurito l’esercito russo Sarà in grado di gestire l’enorme numero di nuove reclute e di utilizzarle in modo efficace.

Gli analisti militari occidentali affermano che Mosca deve affrontare un dilemma. Può portare truppe impreparate in prima linea per cercare di fermare le perdite, probabilmente con scarso effetto sullo slancio della guerra. Oppure potresti aspettare fino al prossimo anno e inviare forze meglio addestrate ed equipaggiate che possono fare la differenza sul campo di battaglia. Ma a quel punto, Forze ucraine Avresti potuto ottenere guadagni aggiuntivi significativi.

“Non aiuterà i russi, almeno non quest’inverno, e prima di allora potrebbero perdere terreno”, ha affermato Lawrence Friedman, professore emerito di studi sulla guerra al King’s College di Londra.

Reclute russe in un ufficio di reclutamento a San Pietroburgo, Russia.


immagine:

Anatoly Maltsev/Shutterstock

Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell’Ucraina, ha affermato in un’intervista che la Russia ha mobilitato finora 200.000 persone. “Alcuni di loro sono già al fronte, altri sono già stati catturati e altri sono già stati distrutti”, ha detto.

“Le persone mobilitate vengono già inviate al fronte prima di essere equipaggiate”, ha detto.

La corsa al combattimento “è il peggiore di tutti i mondi possibili”, ha affermato Henry Boyd, ricercatore presso l’International Institute for Strategic Studies di Londra.

Nei commenti rilasciati dal ministero della Difesa russo, il signor Shoigu ha affermato che le nuove reclute saranno addestrate in 80 campi di addestramento e sei centri di addestramento.

Il ministero della Difesa ha anche pubblicato video che mostrano soldati mobilitati che arrivano nelle aree di Luhansk controllate dalla Russia per unirsi alla lotta, accolti da gente del posto esultante che esortano gli uomini a “liberare” l’area e garantire la loro sicurezza.

A prima vista, i 300.000 nuovi soldati potrebbero fare un’enorme differenza nella guerra in Ucraina. La Russia ha inviato 150.000 soldati in Ucraina all’inizio della guerra e da allora decine di migliaia di truppe come rinforzi, secondo le stime occidentali.

Recluta nella regione russa di Krasnodar. Il ministro della Difesa russo ha affermato che 200.000 uomini sono entrati nell’esercito come parte di una campagna di mobilitazione.


immagine:

/Agenzia di stampa

Recluta al poligono di tiro nella regione di Krasnodar.


immagine:

/Agenzia di stampa

Stime degli Stati Uniti fino a 80.000 della forza d’invasione sono stati uccisi, feriti o catturati, anche se questo probabilmente include gruppi militari non russi come le milizie per procura nell’Ucraina orientale e le PMC. Shoigu ha detto il mese scorso che quasi 6.000 soldati russi erano stati uccisi.

Sebbene le prove dai resoconti dei social media ucraini e russi mostrino che alcune nuove reclute sono state portate in prima linea, non è chiaro in che misura ciò stia accadendo o se sia sistematicamente fatto. Un alto funzionario militare statunitense ha dichiarato lunedì che le forze appena mobilitate non si sono trasferite in Ucraina su larga scala.

Dara Massicott, ricercatrice senior presso Rand Corp Imballaggio parziale– a cui Putin ha resistito a lungo – suggerisce che gli sforzi dedicati all’espansione delle forze di combattimento, alla ricerca di volontari e alla coscrizione nelle carceri, sono giunti al termine.

Un potenziale uso a breve termine dei coscritti, ha detto, è portarli a compiti non di combattimento, come la guardia ai posti di blocco, per consentire a più truppe veterane di spostarsi verso il fronte.

Ma, ha detto, ci sono alcune prove che le nuove forze vengono trasferite a formazioni già esaurite. “La realtà è che mettono queste persone direttamente in queste unità rotte dove non saranno un valore aggiunto e non contribuiranno alla capacità di combattimento”, ha detto.

Le forze ucraine si spinsero verso est nella città strategicamente importante di Lyman, minacciando le posizioni di Mosca nella regione di Donetsk. Il giornalista del Wall Street Journal Yaroslav Trofimov riferisce della città che è stata recentemente liberata dopo il rapido ritiro russo. Foto: Anatoly Stepanov/AFP/Getty Images

Il signor Danilov ha detto di aver capito che sarebbero stati formati nuovi battaglioni “ma per queste forze hanno bisogno di tempo per addestrarsi ed equipaggiarsi e hanno bisogno di motivazione”, cosa che non hanno. Ha citato come quest’anno si sono formate nuove unità di volontari del 3° Corpo dell’esercito russo e come si sono ritirate durante l’avanzata delle forze ucraine nella regione di Kharkiv all’inizio di questo mese. “Non hanno alcuna possibilità”, ha detto.

Anche l’efficacia dell’infrastruttura di mobilitazione russa è in discussione. La signora Massicott ha detto che il sistema era stato autorizzato ad atrofizzarsi per un decennio.

“Sanno che non hanno fatto nulla con lei in un decennio, non proprio, e aspettarsi improvvisamente che questo sistema attiri l’attenzione e funzioni bene è un presupposto molto problematico”, ha detto.

Il signor Boyd dell’IISS ha affermato che gli sforzi russi dal 2008 a aggiornamento dell’esercito Ha posto più enfasi su un esercito professionale con soldati a contratto piuttosto che coscritti.

“Quello che ho ottenuto ora è la logica conseguenza di un sistema di mobilitazione ampiamente ignorato e sottofinanziato a cui è stato improvvisamente chiesto di fare molte cose amministrative molto complesse con un gran numero di funzionari locali non necessariamente formati o nominati per essere in grado di farlo”, ha detto. .

Gli analisti hanno affermato che l’addestramento di base nell’esercito russo richiede solitamente dai tre ai quattro mesi, il che è appena sufficiente per acquisire abilità rudimentali. Ma molti potenziali addestratori sono stati uccisi o feriti in Ucraina o stanno ancora combattendo lì.

La signora Massicott ha detto che c’erano “una serie di persone scomparse nel processo perché stavano combattendo in Ucraina, sono state uccise in Ucraina”. In alcuni casi, è probabile che i reclutatori formino reclute sul campo.

Putin ha ammesso la scorsa settimana che c’erano errori nel processo di reclutamento che dovevano essere corretti, riflettendo le critiche sul fatto che i non militari non di riserva vengano arruolati in servizio in alcuni luoghi.

Un cartellone pubblicitario che promuove il servizio militare a contratto a San Pietroburgo il mese scorso.


immagine:

Olga Maltseva/AFP/Getty Images

Nei commenti pubblici di lunedì, l’intelligence britannica della difesa ha affermato che il “riconoscimento insolitamente rapido dei problemi da parte di Putin evidenzia lo squilibrio nella mobilitazione durante la sua prima settimana”, affermando che i funzionari locali probabilmente non erano chiari sulla portata e sulla base giuridica della campagna.

“Con i riservisti ancora reclutati nei campi di transito, i funzionari russi probabilmente avranno difficoltà a fornire addestramento e trovare ufficiali per guidare nuove unità”, ha aggiunto.

Sebbene la mobilitazione abbia finora prodotto pochi rinforzi per l’Ucraina, i funzionari fedeli al modo in cui le autorità installate da Mosca hanno avviato una leva segreta per i residenti locali nelle aree occupate dalla Russia mentre cercano di rafforzare le difese contro l’avanzata delle forze ucraine.

“Una mobilitazione su larga scala è iniziata nella città”, ha detto Ivan Fyodorov, sindaco ucraino in esilio di Melitopol nella regione di Zaporizhia. “L’obiettivo è avere 3.000 volontari pronti entro il 10 ottobre”. Il signor Fyodorov ha detto che i residenti che si rifiutano di combattere dovrebbero offrire alle persone di prendere il loro posto, sebbene non abbia fornito prove a sostegno dell’affermazione.

Il signor Shoigu ha anche affermato che la coscrizione annuale della Russia sarà ridotta da 7.500 uomini a 120.000 e sarà posticipata di un mese fino a novembre. Martedì, l’intelligence britannica della difesa ha dichiarato: “L’inizio tardivo del corso è indicativo della crescente pressione sulla capacità della Russia di addestrare ed equipaggiare un gran numero di nuove reclute”.

scrivere a Stephen Fidler a stephen.fidler@wsj.com, Matthew Luxmoore a Matthew.Luxmoore@wsj.com e Thomas Grove a thomas.grove@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  L'Ucraina afferma che la Russia ha lanciato bombe al fosforo su Snake Island | Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.