La Russia si sta scagliando contro l’Ucraina, ma è in agonia per la guerra

Le auto bruciano dopo un attacco missilistico russo mentre l’offensiva russa continua a Kiev, in Ucraina, il 10 ottobre 2022.

Valentyn Ogirenko Reuters

La Russia ha intensificato notevolmente i suoi attacchi missilistici contro l’Ucraina nelle ultime 48 ore, ma gli esperti affermano che le opzioni sul campo di battaglia, così come i rifornimenti e le munizioni, sono carenti.

Martedì le sirene del raid aereo hanno suonato di nuovo in diverse regioni dell’Ucraina e i servizi di emergenza hanno avvertito che gli attacchi russi erano più probabili. Funzionari ucraini hanno affermato che le infrastrutture energetiche nella città occidentale di Leopoli sono state colpite in precedenza e anche la città meridionale di Zaporizhzhya è stata presa di mira questa mattina.

Gli ultimi attacchi arrivano il giorno dopo che una serie di attacchi russi – lanciati lo scorso fine settimana in risposta al bombardamento del ponte sullo stretto di Kerch verso la Crimea russa – hanno colpito diverse città ucraine, tra cui la capitale Kiev. Almeno 19 persone sono state uccise e più di cento ferite negli scioperi, hanno detto i servizi di emergenza.

La leadership ucraina ha affermato che non si farà intimidire dagli ultimi attacchi, con il presidente Volodymyr Zelensky che ha promesso di infliggere più dolore alle forze russe sul campo di battaglia.

Le scorte stanno finendo

Nonostante l’ultima spinta di Mosca degli ultimi giorni, gli esperti affermano che le forze russe sono sempre più disperate e poco armate.

Jeremy Fleming, direttore del GCHQ, una delle principali agenzie di intelligence britanniche, ha dichiarato martedì: “Sappiamo – e i comandanti russi sul campo lo sanno – che stanno finendo i rifornimenti e le munizioni.

“Le forze russe sono esaurite. Usare i prigionieri per rinforzare e ora mobilitare decine di migliaia di soldati inesperti parla di una situazione disperata”, avrebbe detto, secondo le osservazioni pre-pubblicate a una conferenza della RUSI.

Secondo Fleming, il popolo russo stava cominciando a capire la realtà che circondava la guerra. “Vedono quanto Putin abbia valutato male l’ambiente. Stanno fuggendo dalla leva, rendendosi conto che non possono più viaggiare. Sanno che l’accesso alle moderne tecnologie e alle influenze esterne sarà severamente limitato. Il terribile costo umano della sua guerra preferita”.

Veicoli corazzati e carri armati vengono distrutti dopo che le forze russe si sono ritirate dalla città di Lyman nella regione di Donetsk in Ucraina il 5 ottobre 2022.

Metano Octa | Agenzia Anadolu | Belle foto

Lungi dall'”inevitabile vittoria militare russa che la loro macchina di propaganda ha dimostrato”, è chiaro che l’abilità dell’Ucraina sul campo di battaglia e nel cyberspazio nel contrastare la propaganda russa sta “invertendo le sorti” della guerra, direbbe Fleming.

Nel frattempo, il processo decisionale del presidente russo Vladimir Putin appare sempre più imperfetto “con una strategia ad alto rischio … che porta a errori strategici di giudizio”.

La CNBC ha contattato il ministero della Difesa russo per una risposta ai commenti di Fleming e non ha ancora ricevuto risposta.

Fleming non era il solo a credere che la Russia fosse in agonia mortale in guerra – ea casa.

Christophe Heusken, presidente della Conferenza sulla sicurezza di Monaco, la scorsa settimana ha dichiarato alla CNBC che ci sono segnali che la Russia “sta per crollare”.

“È un buco nero [in] Russia”, ha detto. “Putin ha il monopolio della comunicazione, dei media, la sua popolarità è alta, ma a destra ea manca, le cose stanno andando in pezzi. L’esercito è oggetto di pesanti critiche, la produzione industriale è inesistente e ci sono segnali che il Paese sia in declino, ma è difficile vedere come andrà a finire e quanto tempo ci vorrà, ma la fine del governo di Putin si sta muovendo molto velocemente. ha detto alla CNBC a Varsavia.

“Ci crederesti che l’esercito ucraino è dove si trova oggi e che stanno avanzando?”

“Respingere contro l’aggressione”

I molteplici attacchi di lunedì all’Ucraina sono arrivati ​​dopo un colpo strategico e simbolico alla Russia: un’esplosione ha parzialmente distrutto il ponte di Kerch che collega la terraferma russa alla Crimea, che Mosca ha annesso illegalmente nel 2014.

Kiev non ha rivendicato la responsabilità dell’attacco al ponte, sebbene l’attentato sia stato ampiamente visto come un affronto a Mosca e un altro ostacolo alla consegna di truppe russe nelle parti occupate dell’Ucraina meridionale.

Zelenskyy ha detto lunedì nel suo discorso a tarda notte che l’Ucraina non si sarebbe lasciata intimidire dagli scioperi, giurando che il campo di battaglia sarebbe diventato “più doloroso” per la Russia in cambio.

I cittadini russi reclutati nell’ambito della mobilitazione regionale partecipano all’addestramento al combattimento nei siti di addestramento dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DPR) mentre la guerra Russia-Ucraina continua a Donetsk, in Ucraina, il 05 ottobre 2022.

Agenzia Anadolu | Agenzia Anadolu | Belle foto

La parlamentare ucraina Lesia Vasylenko è d’accordo. Martedì ha detto alla CNBC che il paese era preparato per ulteriori attacchi russi.

“Non siamo stati intimiditi il ​​24 febbraio [when Russia’s invasion began]Non siamo stati minacciati otto anni fa e non siamo stati minacciati per secoli”, ha detto a Squawk Box Europe della CNBC.

“L’unico modo per sopravvivere a questa realtà è respingere l’aggressione, respingere l’esercito russo”.

READ  Anwar Ibrahim è entrato nella storia come decimo primo ministro della Malesia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.