Le azioni di Hong Kong sono scese del 2% a causa dei disordini in Cina e del calo del petrolio al livello più basso nel 2022

Traslocatori di Hong Kong: tecnologia, veicoli elettrici e azioni immobiliari in calo; Aumentano i casinò

I futures sul petrolio hanno esteso le loro perdite e il greggio statunitense ha toccato i livelli più bassi dell’anno

I futures sul greggio statunitense e i futures sul greggio Brent sono entrambi scesi di oltre il 2% ciascuno negli scambi mattutini in Asia, concentrandosi sulle preoccupazioni per la domanda vacillante dalla Cina.

Future intermedi del Texas occidentale È sceso a 73,86 dollari al barile, il livello più basso da dicembre 2021, mentre Future sul greggio Brent È sceso a 81,16 dollari al barile, il minimo della sessione finora.

Il WTI è sceso del 2,58% a 74,31 dollari al barile, mentre il Brent è sceso del 2,37% a 81,65 dollari al barile.

– Abigail

L’analista afferma che l’abbassamento dei requisiti di riserva della Cina non farà molta differenza con le regole Covid ancora in vigore

L’ultima mossa della Cina per tagliare coefficiente di riserva obbligatoria Per le banche, 25 punti base non avranno molta importanza per la loro economia senza un cambiamento radicale dalle dure restrizioni Covid, secondo The Economist Corporate Network.

“Il sentimento dei consumatori e degli investitori è stato colpito così duramente da queste politiche che non si vedrà una ripresa in senso significativo fino a quando non ci sarà un’inversione di tendenza”, ha dichiarato alla CNBC Matty Peckink, direttore dell’organizzazione per la Cina. “Squawk Box Asia”.

Bekink ha sottolineato come il sentimento sensibile degli investitori abbia influenzato i mercati in passato.

“Abbiamo già visto i mercati muoversi un po’ sulle voci secondo cui Pechino si allenterà, solo poche settimane fa”, ha detto.

READ  Incendi boschivi devastati dalla Spagna in un'ondata di caldo record

“I blocchi sembrano infiniti e implacabili”, ha detto Pechino.

– Jihe Lee

Anche altre valute a rischio a causa dei disordini cinesi: Standard Chartered

Anche le valute globali saranno a rischio di debolezza insieme allo yuan cinese offshore in mezzo alle turbolenze in Cina per le sue politiche anti-Covid a causa di come le catene di approvvigionamento saranno influenzate, secondo Standard Chartered Bank.

“La domanda principale su come reagirà il mondo è come risponde la catena di approvvigionamento cinese”, ha dichiarato alla CNBC Stephen Englender, amministratore delegato di Standard Chartered Bank. “Squawk Box Asia”.

“Se ci sono più interruzioni, penso che sia molto rischioso”, ha detto. “Non solo CNH, ma anche altre valute saranno a rischio”.

Englander ha aggiunto che gli operatori potrebbero cercare di ridurre la loro esposizione a ulteriori rischi.

– Jihe Lee

I prezzi del petrolio scendono mentre continuano le proteste cinesi contro il Covid-19

I futures sul petrolio greggio sono scesi all’inizio in Asia quando i casi di COVID, le restrizioni sui virus e i disordini in Cina sono aumentati, sollevando preoccupazioni sulla domanda da parte del secondo consumatore mondiale di petrolio.

Future intermedi del Texas occidentale È diminuito dello 0,35%, a 76,01 dollari al barile, mentre Future sul greggio Brent Ha perso lo 0,26%, a 83,41 dollari al barile.

I prezzi del petrolio sono diminuiti drasticamente la scorsa settimana poiché i crescenti blocchi in Cina hanno alimentato le preoccupazioni sulla domanda, hanno scritto lunedì in una nota Brian Martin e Daniel Hynes di ANZ Research.

“Questo continua a essere un ostacolo per la domanda di petrolio”, hanno affermato, aggiungendo che l’impatto dell’aumento dei casi di Covid si è riflesso anche nei dati sulla mobilità della Cina.

READ  Pechino chiude parchi e musei mentre aumentano i casi di coronavirus in Cina

– Abigail

Lo yuan cinese offshore si è indebolito in Asia mattina mentre continuano le proteste covide

Il yuan cinese offshore Si è fortemente indebolito rispetto al dollaro USA a causa del sentimento negativo per i disordini in Cina a causa delle restrizioni di Covid.

La valuta è scesa di circa lo 0,8% rispetto al dollaro USA a 7,2529 negli scambi asiatici mattutini.

Il indice del dollaro È salito dello 0,32% a 106,29, con gli investitori che probabilmente considereranno il dollaro un bene rifugio mentre cresce la preoccupazione per la Cina.

– Jihe Lee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.