Le azioni globali diminuiscono con l’aumento dei tassi di interesse delle banche centrali

  • I prezzi del greggio scenderanno
  • Il dollaro è cambiato poco
  • CBI USA martedì, riunione della Fed mercoledì
  • BCE, risultati sui tassi BOE giovedì

Londra, dicembre 12 (Reuters) – L’azionario globale è sceso lunedì mentre gli investitori si preparavano all’ultimo round di rialzi dei tassi d’interesse transatlantici di quest’anno da parte di un trio di banche centrali, sperando che il ritmo con cui i costi di indebitamento sono aumentati finora stia finalmente mostrando i suoi segni. rilassamento.

I prezzi del petrolio sono aumentati quando il presidente russo Vladimir Putin ha minacciato di tagliare la produzione come rappresaglia per i limiti di prezzo occidentali sulle sue esportazioni, poiché un oleodotto chiave per gli Stati Uniti è stato chiuso.

Il dollaro è salito rispetto allo yen giapponese, ma dopo che venerdì ha mostrato che i prezzi alla produzione negli Stati Uniti sono aumentati più del previsto, in vista dell’indice chiave dei prezzi al consumo negli Stati Uniti di martedì per novembre, indicando pressioni inflazionistiche sostenute. Si prevede un rallentamento dell’inflazione core annuale.

“Un evento pesante questa settimana è destinato a definire i temi chiave per il calendario del rischio 2023”, ha affermato ING Bank.

Il consenso del mercato continua a “sottovalutare” il rischio che l’inflazione sia troppo alta, e “indovina pericolosamente” la banca centrale in termini di tagli dei tassi nella seconda metà del prossimo anno, ha affermato ING.

Indice azionario MSCI All Country (.MIWD00000PUS) In calo dello 0,3%, il benchmark ha perso finora il 18% quest’anno, cancellando tutti i guadagni nel 2021.

In Europa, l’indice STOXX (.STOXX) 600 aziende sono scese dello 0,7%.

READ  40 La migliore eleaf istick basic del 2022 - Non acquistare una eleaf istick basic finché non leggi QUESTO!

Gli economisti si aspettano che la Federal Reserve mercoledì e la Banca centrale europea e la Banca d’Inghilterra alzeranno tutti i tassi di 50 punti base giovedì, rallentando ancora rispetto agli aumenti di 75 punti base visti nelle recenti riunioni.

Patrick Spencer, vicepresidente delle azioni presso Baird Investment Bank, ha affermato che mentre i dati sull’IPC di martedì saranno importanti, questa settimana le banche centrali inizieranno ad assumere una posizione meno aggressiva.

“È l’ultima settimana importante dell’anno, e dopo questa settimana non ci sono veri catalizzatori. Se l’IPC è un numero silenzioso, andiamo alle gare e avremo il nostro rally di fine anno. ” disse Spencer.

Ma indipendentemente dall’IPC, le pressioni deflazionistiche sono in aumento, i prezzi del greggio sono in calo per l’anno e anche i prezzi del minerale di ferro, del legname e delle abitazioni sono in calo, ha affermato Spencer.

“Il discorso di questa recessione, penso che sia certamente nei prezzi, è nei mercati. La chiave per una recessione in generale è l’occupazione, e penso che l’occupazione sia più forte di quanto le persone credano”, ha detto Spencer.

Sia i futures S&P 500 che i futures Nasdaq sono stati poco cambiati.

In calo le borse asiatiche

In Asia, il più ampio indice MSCI di azioni dell’area Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) È sceso dell’1,2%, cancellando quasi tutti i guadagni della settimana precedente derivanti dalle speranze che la Cina stia finalmente aprendo la sua economia abbattendo la sua politica zero-covid.

Nikkei del Giappone (.N225) Ridotto dello 0,2%.

Blue chip cinesi (.CSI300) L’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,1% (.HSI) In calo del 2,2%, poiché l’attenzione degli investitori si è spostata dalle paralizzanti restrizioni del COVID-19 all’impennata della pandemia che sta sconvolgendo l’economia.

READ  Gli Atlanta Braves hanno dimezzato lo svantaggio di NL Yeast con una vittoria di 11 partite

È ampiamente previsto che la banca centrale alzerà i tassi di 50 punti base nella sua ultima riunione del 2022 mercoledì, anche se l’attenzione si concentrerà sulle previsioni economiche aggiornate della banca centrale e sulla conferenza stampa del presidente della Fed Jerome Powell.

“Vogliamo anche capire se Jay Powell stia aprendo la porta a un rallentamento per un ritmo di rialzo di 25 bp da febbraio – ancora una volta, in linea con i prezzi di mercato, possiamo presumere che ci stiamo avvicinando alla fine del ciclo di rialzo. Un USD modesto negativo”, ha dichiarato Chris Weston, capo della ricerca presso Pepperstone.

Kevin Cummins, capo economista statunitense di NatWest, ha affermato che nessuna sorpresa nel rapporto CPI di novembre potrebbe allontanare la banca centrale da un aumento dei tassi di 50 punti base, sebbene giocherà un ruolo importante nella dichiarazione politica e nel tono di Powell. Conferenza.

Nei mercati valutari, il dollaro USA è sceso dello 0,143% a 104,89, anche se non lontano dal minimo di cinque mesi di 104,1 di una settimana fa.

La sterlina era a $ 1,2259, mentre il dollaro australiano è sceso dello 0,3% a $ 0,6745.

I rendimenti dei Treasury sono stati per lo più piatti lunedì. Il rendimento del titolo del Tesoro decennale di riferimento è sceso al 3,5433%, rispetto alla chiusura negli Stati Uniti del 3,5670%. Il rendimento a due anni ha toccato il 4,3294%, in leggero calo rispetto alla chiusura statunitense del 4,330%.

Il greggio Brent è sceso dello 0,4% a 75,77 dollari al barile, mentre il greggio US West Texas Intermediate è sceso a 70,84 dollari al barile, in calo dello 0,3%.

READ  Classifica del British Open 2022: copertura in diretta, punteggi del golf oggi, punteggi di Rory McIlroy nel round 4 a St Andrews.

L’oro spot è sceso dello 0,4% a 1.790 dollari l’oncia.

Segnalazione di Huw Jones, montaggio di Bradley Perrett, Sam Holmes e David Evans

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.