Le dichiarazioni dei redditi di Trump pubblicate venerdì: aggiornamenti in tempo reale

I Democratici al Congresso hanno prodotto migliaia di pagine L’ex presidente Donald Trump Le dichiarazioni dei redditi di venerdì offrono il quadro più dettagliato delle sue finanze in sei anni, compreso il periodo trascorso alla Casa Bianca, quando ha lottato per mantenere segrete le informazioni in violazione di decenni precedenti.

I documenti includono i ritorni individuali di Trump e di sua moglie, Melania, insieme alle entità commerciali di Trump dal 2015 al 2020. Mostrano come Trump abbia utilizzato la legge fiscale per ridurre la sua responsabilità fiscale e rivelare dettagli su conti esteri, contributi di beneficenza e prestazioni di alcune delle sue iniziative imprenditoriali di alto profilo, che sono rimaste in gran parte al riparo dal controllo pubblico.

La divulgazione segna il culmine di una battaglia legale lunga anni che ha infuriato ovunque, dalla campagna presidenziale al Congresso e alla Corte Suprema. Trump ha categoricamente rifiutato gli sforzi per condividere i dettagli sulla sua storia finanziaria, una violazione della pratica della trasparenza seguita da tutti i suoi predecessori nell’era post-Watergate. La pubblicazione dei documenti arriva pochi giorni prima che i repubblicani riprendano il controllo della Camera dei Rappresentanti E settimane dopo che Trump ha annunciato un’altra campagna per la Casa Bianca.

I registri mostrano come Trump abbia limitato la sua responsabilità fiscale compensando il suo reddito per perdite aziendali, nonché milioni di dollari in spese aziendali, ammortamento dei beni e altre detrazioni.

Mentre Trump ha pagato $ 641.931 in tasse federali sul reddito nel 2015, l’anno in cui ha iniziato la campagna, ha pagato solo $ 750 nel 2016 e nel 2017, secondo un rapporto pubblicato la scorsa settimana da Commissione mista congressuale apartitica sulle tasse. Ha pagato quasi $ 1 milione nel 2018, ma solo $ 133.445 nel 2019 e niente nel 2020, anno in cui ha chiesto senza successo la rielezione.

I registri descrivono anche le partecipazioni estere di Trump.

Trump ha riferito, secondo i documenti, di avere conti bancari in Cina, Irlanda e Regno Unito dal 2015 al 2017, anche quando era comandante in capo. Tuttavia, a partire dal 2018, ha segnalato solo un conto nel Regno Unito.I rendimenti mostrano anche che Trump ha rivendicato crediti d’imposta esteri per le tasse che ha pagato su numerose iniziative imprenditoriali in tutto il mondo, inclusi accordi di licenza per utilizzare il suo nome su progetti di sviluppo e un gioco del golf. Corsi in Scozia e Irlanda.

In diversi anni, Trump sembra aver pagato più tasse estere di quanto abbia pagato in imposte federali nette sul reddito degli Stati Uniti, con redditi riportati in paesi come Azerbaigian, Cina, India, Indonesia, Panama, Filippine, St. Maarten, Turchia e gli Stati Uniti. Emirati Arabi.

READ  Il governo del Regno Unito annulla il piano per tagliare le tasse ai lavoratori ad alto reddito a un punto di svolta importante

I documenti mostrano anche che le donazioni di beneficenza di Trump rappresentano spesso una piccola parte delle sue entrate. Nel 2020, l’anno in cui il coronavirus ha devastato l’economia, Trump non ha segnalato alcuna donazione di beneficenza. Nel 2019 e nel 2018, ha riferito di aver scritto assegni per circa $ 500.000 in donazioni. Negli anni precedenti, i numeri erano più alti: $ 1,8 milioni nel 2017 e $ 1,1 milioni nel 2016.

Non è chiaro se gli importi riportati includano lo stipendio annuo di 400.000 dollari di Trump, che lui, come candidato, ha detto che avrebbe rinunciato e ha affermato di aver donato a vari dipartimenti federali.

Jeff Hobbs, professore di contabilità presso la Kenan Flagler School of Business dell’Università della Carolina del Nord, ha descritto le entrate di Trump come “grandi e complesse” con “centinaia di entità sparse in tutto il mondo”.

Ha notato che molte di queste entità sono abbastanza non redditizie, che ha descritto come “abbastanza magiche in termini di diritto fiscale”.

“È difficile dire se qualcuno è davvero pessimo sul lavoro o davvero bravo nella pianificazione fiscale, perché entrambi sembrano uguali”, ha detto.

Daniel Chaviro, professore di tasse alla New York University, ha citato le grandi perdite finanziarie di diverse società Trump, nonostante le loro vendite spesso buone, come qualcosa che dovrebbe destare i sospetti dei revisori. “Ci sono cose che sembrano sospette qui.”

Chaviro ha anche citato esempi di matematica losca o sporca anche nelle piccole imprese, come una compagnia aerea soprannominata “DT Endeavour I LLC”, che nel 2020 ha registrato $ 160.144 in vendite e spese. Tali corrispondenze esatte sono insolite, ha detto Chaviro. Tuttavia, il modello ha anche registrato una perdita di $ 18.923.

“Indietro non dice, ‘Indovina un po’?’ Chavero ha detto: “Sto commettendo una frode, ma ci sono segnali d’allarme”.

Il rilascio segna l’ultima battuta d’arresto per Trump, che è stato impantanato in indagini, comprese indagini federali e statali, sui suoi sforzi per ribaltare le elezioni del 2020. Il Dipartimento di Giustizia sta anche indagando su risme di documenti riservati trovati nel suo club di Mar-a-Lago e potenziali tentativi di ostacolare le indagini.

In una dichiarazione di venerdì, Trump ha criticato i Democratici e la Corte Suprema per averli rilasciati.

READ  Macron: l'Ucraina decide i tempi e le condizioni per la pace con la Russia

“Porterà a cose orribili per molte persone”, ha detto. “I democratici di estrema sinistra hanno armato tutto, ma ricordate, questa è una pericolosa strada a doppio senso!”

Ha detto che i proventi hanno mostrato “quanto sono orgoglioso del mio successo e come sono stato in grado di utilizzare l’ammortamento e varie altre detrazioni fiscali” per costruire la sua attività.

Il comitato House Ways and Means, che ha condotto una votazione in linea di partito, ha pubblicato i risultati la scorsa settimana per annunciare i ritorni dopo anni di dispute legali.

I rendimenti descrivono in dettaglio come Trump ha utilizzato la legge fiscale per ridurre la sua responsabilità, incluso il riporto di enormi perdite degli anni precedenti. Trump ha detto durante la sua campagna del 2016 che pagare poche o nessuna imposta sul reddito per alcuni anni “mi rende intelligente”.

Nel 2020, più di 150 delle entità aziendali di Trump hanno elencato un reddito d’impresa negativo qualificato, che l’IRS definisce come “l’importo netto di voci di reddito, guadagni, detrazioni e perdite ammissibili derivanti da qualsiasi operazione o attività qualificata”. In totale per quell’anno fiscale, insieme a quasi 9 milioni di dollari di perdite riportate dagli anni precedenti, le perdite qualificate di Trump ammontavano a oltre 58 milioni di dollari.

Un altro perdente dei soldi di Trump: la pista di pattinaggio che la sua compagnia ha gestito fino all’anno scorso a Central Park a New York City. Trump ha dichiarato perdite totali di $ 2,6 milioni da Woolman Rink nel corso dei sei anni. La pista, una delle prime gemme della Trump Organization gestita attraverso un contratto con il governo di New York City, ha registrato una perdita di $ 1,3 milioni nel 2015 nonostante abbia generato $ 9,3 milioni di entrate, secondo le dichiarazioni dei redditi. La pista ha realizzato un profitto di $ 298.000 nel 2016, ma è tornata a sciogliersi in contanti in ciascuno dei quattro anni successivi.

ha affermato Stephen Rosenthal, un membro anziano del Brookings Urban Tax Policy Center, che ha affermato di aver trascorso 20 anni a preparare le tasse per le società e i ricchi e “Trump sembra causare enormi perdite che sono sospette o discutibili secondo la legge attuale”. Non ha visto nessuno perdere denaro così regolarmente e in modo così massiccio come Trump perde soldi anno dopo anno”.

“Per me, le operazioni commerciali di Trump sono state estremamente infruttuose e faccio fatica a vedere quanto sia attribuibile alla sfortuna di Trump come uomo d’affari e quanto sia attribuibile all’ipertrofia di Trump”, ha detto.

READ  Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan incontra Yang Jiechi

Le finanze di Trump sono state avvolte nel mistero sin dai suoi giorni come promotore immobiliare in ascesa a Manhattan negli anni ’80.

Trump, noto per la costruzione di grattacieli e per aver ospitato un reality show prima di vincere la Casa Bianca, ha fornito dettagli limitati sulla sua proprietà e reddito su moduli di divulgazione obbligatoria e rendiconti finanziari che ha fornito alle banche per ottenere prestiti e riviste finanziarie per giustificare la sua classifica. Elenchi di miliardari.

Da allora la società di contabilità di lunga data di Trump ha rinnegato le osservazioni e il procuratore generale di New York ha fatto causa Si presume che Trump e la sua organizzazione abbiano gonfiato in modo fraudolento i valori degli asset nei dati. Trump e la sua azienda hanno negato qualsiasi illecito.

Nell’ottobre 2018, il New York Times ha pubblicato una serie vincitrice del Premio Pulitzer basata su documenti fiscali trapelati che contraddicevano l’immagine che Trump aveva cercato di vendersi come un uomo d’affari fatto da sé. Ha dimostrato che, al momento, Trump ha ricevuto l’equivalente di almeno 413 milioni di dollari dalle proprietà immobiliari di suo padre, con gran parte di quel denaro proveniente da ciò che il Times ha descritto come “evasione fiscale” negli anni ’90.

Una seconda serie nel 2020 ha mostrato che Trump non ha pagato alcuna imposta sul reddito in 10 degli ultimi 15 anni perché ha perso più soldi di quanti ne avesse guadagnati complessivamente.

Nel suo rapporto della scorsa settimana, il Ways and Means Committee ha suggerito che l’amministrazione Trump potrebbe aver ignorato l’obbligo di condurre audit delle dichiarazioni dei redditi del presidente..

L’IRS ha iniziato a controllare le dichiarazioni dei redditi di Trump del 2016 solo il 3 aprile 2019 – più di due anni dopo la sua presidenza – quando il rappresentante del presidente di Ways and Means Richard Neal, D-Massachusetts, ha chiesto all’agenzia informazioni relative ai rendimenti.

Ogni presidente e candidato di un grande partito da Richard Nixon ha volontariamente reso pubblicamente disponibile almeno un riepilogo delle proprie informazioni fiscali.

___

Gli scrittori dell’Associated Press Gary Fields, Paul Wiseman e Farnoush Amiri a Washington, Meg Kennard a Columbia, South Carolina, e Nicholas Riccardi a Denver hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.