Le forze ucraine si ritirano dalla città di Donbass dopo un attacco

Kiev, Ucraina (AFP) – Le forze ucraine hanno effettuato un ritiro ordinato da una città nella regione orientale del Donbass, ha detto mercoledì un funzionario, in quella che equivale a una rara ma modesta vittoria sul campo di battaglia per la Russia. Dopo una serie di battute d’arresto nella sua invasione iniziata quasi 11 mesi fa.

Serhiy Chervaty, un portavoce delle forze ucraine nell’est, ha dichiarato all’Associated Press che l’esercito ucraino si è ritirato dalla città mineraria di Soledar “per salvare vite umane”.

Ha detto che i soldati si sono ritirati in posizioni difensive pre-preparate. La Russia ha affermato circa due settimane fa che le sue forze avevano catturato Solidar, ma l’Ucraina ha negato.

La battaglia per la città, non lontano dalla città di Pakhmut nella provincia di Donetsk, è stata descritta da Mosca come la chiave per catturare tutta la regione ucraina del Donbass, dove i separatisti sostenuti dalla Russia hanno combattuto le forze ucraine per quasi nove anni e prima hanno conquistato parte del territorio. Russia su vasta scala. Invadere.

Il presidente russo Vladimir Putin ha citato la sicurezza dei russi che vivono a Donetsk e nella vicina provincia di Luhansk, che insieme costituiscono il Donbass, come giustificazione per l’invasione. Putin ha annesso illegalmente le province ucraine e altre due province alla fine di settembre.

Il ritiro delle forze ucraine da Solidar ha portato le forze russe un passo avanti verso Bakhmut, ma gli analisti militari affermano che la cattura della città è più simbolica che strategica. Combattimenti nell’Ucraina orientale Per lo più fermo per mesi.

READ  Ucraina: Zelensky licenzia gli alti funzionari Irina Venediktova e Ivan Bakanov a causa della "cooperazione" del personale con la Russia

L’esercito ucraino ha affermato che la sua feroce difesa di Solidar e Bakhmut ha contribuito a frenare le forze russe.

Molte delle forze russe intorno a Solidar appartengono al Wagner Group, una compagnia militare russa privata, e si dice che i combattimenti siano stati sanguinosi.

Dalla sua invasione dell’Ucraina, Mosca ha dato la priorità all’acquisizione del pieno controllo del Donbass, dove ha sostenuto un’insurrezione separatista dal 2014. La Russia ha controllato la maggior parte di Luhansk, ma circa la metà di Donetsk rimane sotto il controllo ucraino.

Il governatore di Donetsk Pavlo Kirilenko ha dichiarato alla televisione di stato: “La Russia non riduce la sua attività di combattimento nel Donbass, lasciando il deserto bruciato dove l’esercito russo riesce ad avanzare”.

Il controllo di Solidar avrebbe probabilmente consentito alle forze russe di interrompere le linee di rifornimento delle forze ucraine a Bakhmut, sebbene la forza delle nuove posizioni difensive dell’Ucraina fosse sconosciuta.

L’Institute for the Study of War, un think tank di Washington, ha affermato all’inizio di questo mese che la caduta di Solidar non rappresenterebbe “uno sviluppo operativamente significativo ed è improbabile che preannunci un imminente accerchiamento russo di Bakhmut”.

L’istituto ha affermato che le operazioni dei media russi hanno “sopravvalutato l’importanza di Solidar”, un piccolo insediamento. Ha anche sostenuto che la lunga e dura battaglia ha contribuito all’esaurimento delle forze russe.

Forse la cosa più preoccupante per Mosca è che gli aiuti militari occidentali all’Ucraina stanno ora aumentando con le consegne di carri armati.

Altrove, le forze russe hanno continuato a bombardare le regioni ucraineSoprattutto nel sud e nell’est.

READ  Le Nazioni Unite hanno avvertito che i ghiacciai in Yosemite e in Africa scompariranno entro il 2050

Il governatore provinciale Pavlo Kirilenko ha detto che martedì gli attacchi russi hanno ferito 10 civili nella provincia orientale di Donetsk.

Ha aggiunto che cinque sono rimasti feriti quando i proiettili russi hanno colpito complessi residenziali.

Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha affermato che le forze russe hanno condotto quattro attacchi missilistici, 26 attacchi aerei e più di 100 attacchi di sistemi missilistici tra martedì mattina e mercoledì mattina.

Oltre a Donetsk, gli attacchi russi hanno colpito gli insediamenti nel nord-est del paese, Kharkiv e Sumy, a nord di Chernihiv, l’estremo oriente di Luhansk, il sud-est di Zaporizhia e le province meridionali di Kherson.

Due persone sono state uccise e altre tre ferite in un bombardamento russo di un negozio di alimentari nella città di Preslav, nella regione di Kherson, mercoledì, secondo una dichiarazione online del governo regionale.

La dichiarazione afferma che il bombardamento russo ha incluso 12 attacchi martedì nella capitale della regione, chiamata anche Kherson, e ha danneggiato un ospedale per la maternità, una scuola, una clinica, edifici portuali ed edifici residenziali.

Nel frattempo, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyche era un comico e attore professionista prima della sua elezione nel 2019 ed è diventato un leader in tempo di guerra riconosciuto a livello internazionaleHa compiuto 45 anni mercoledì negli 11 mesi da quando la Russia ha invaso il suo paese.

Sua moglie, la First Lady Olena Zelenska, ha detto che mentre lui è la stessa persona che ha incontrato a 17 anni, “qualcosa è cambiato: ora sorridi molto meno”.

“Vorrei che tu avessi più motivi per sorridere. E sai cosa ci vuole. Lo facciamo tutti “, ha twittato.

READ  Zelensky agita le bandiere dopo le accuse di corruzione

___

Segui la copertura AP della guerra su https://apnews.com/hub/russia-ukraine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.