L’esperto medico cinese afferma che Covid è mutato e dovrebbe essere rinominato

SHANGHAI (Reuters) – La Cina dovrebbe cambiare il suo nome ufficiale per COVID-19 per riflettere la mutazione del virus, e i pazienti con sintomi lievi dovrebbero essere messi in quarantena a casa, ha detto mercoledì una delle principali autorità della medicina tradizionale cinese.

Gu Xiaohong ha detto al quotidiano statale Beijing Daily che il nome cinese del coronavirus, che lo definisce una malattia che causa la polmonite, dovrebbe essere cambiato per chiamarlo semplicemente un virus infettivo.

L’approccio della Cina al COVID – che ha enfatizzato la diffusione dei test e la quarantena dei casi positivi in ​​strutture specializzate – deve passare dalla “rilevazione passiva” alla “prevenzione attiva”, con recupero domiciliare per i casi lievi.

Gu ha detto che il braccio delle malattie infettive dell’Associazione cinese di medicina cinese, che lei dirige, ha raggiunto il consenso per cambiare il modo in cui descrive il virus.

I suoi commenti sono in linea con il recente ammorbidimento degli esperti sanitari cinesi e del tono dei media statali nei confronti del coronavirus, mentre le autorità hanno allentato quelle che rimangono alcune delle restrizioni COVID più dure al mondo.

C’è un’aspettativa diffusa che le mosse possano annunciare uno spostamento più marcato verso la normalità a tre anni dall’inizio della pandemia.

I funzionari stanno iniziando a minimizzare i rischi posti dal virus. Lunedì, l’agenzia di stampa statale cinese Xinhua ha affermato in un commento che “il periodo più difficile è passato”, citando la scarsa patogenicità del virus e gli sforzi per vaccinare il 90% della popolazione.

(Segnalazione di Brenda Goh; Montaggio di Edmund Kelman)

READ  Si fida di fermare i test Covid di routine per i nuovi pazienti tra la pressione "brutale" del SSN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.