L’Indonesia ha bisogno di case resistenti ai terremoti. Costruirli è una vera sfida



Cnn

Un terremoto mortale ha ridotto in macerie gli edifici Giava occidentale, Indonesia Ha esposto ancora una volta i pericoli di vivere in case mal costruite in una delle regioni più sismicamente attive del pianeta.

Dal terremoto di lunedì, i sopravvissuti dormono all’aperto o in rifugi lontani dalle case che rischiano di crollare mentre le scosse di assestamento hanno scosso gli edifici già danneggiati dal sisma di magnitudo 5,9 che ha ucciso almeno 310 persone, secondo il capo del National Disaster del paese Agenzia di Gestione (BNPB). ). ).

Il tenente generale Suharyanto ha detto venerdì che altre 24 persone erano ancora disperse.

La bassa profondità del terremoto – appena 10 chilometri (6 miglia) – ha aggiunto stress alle strutture di West Java, dove più di 1 milione di persone hanno subito scosse molto forti, secondo l’US Geological Survey (USGS).

Il presidente indonesiano Joko Widodo durante la sua visita al sito martedì ha promesso di ricostruire le case danneggiate – più di 56.000 – per renderle a prova di terremoto.

“Le case colpite da questo terremoto sono tenute a utilizzare gli standard di costruzione antisismica dal Ministero dei Lavori Pubblici e dell’Edilizia Pubblica”, ha affermato. “Questi terremoti si verificano ogni 20 anni. Quindi le case devono essere a prova di terremoto”.

Ma in un paese in via di sviluppo in cui circa il 43% della popolazione vive in zone rurali, in case in gran parte insicure e mal costruite, il compito di costruire edifici resistenti ai terremoti rimane una grande sfida.

A partire da giovedì, più di 61.000 persone sono state sfollate, secondo la National Disaster Management Agency (BNPB) – e gli esperti affermano che il danno avrebbe potuto essere mitigato con infrastrutture adeguate.

L’Indonesia, un arcipelago di oltre 270 milioni di persone, si trova lungo l’Anello di Fuoco, una striscia intorno all’Oceano Pacifico dove si trovano i vulcani più attivi e la maggior parte dei terremoti si verificano quando le placche tettoniche si sfregano l’una contro l’altra, provocando tremori.

Delle 310 persone uccise nel terremoto di lunedì, almeno 100 erano bambini, molti dei quali erano a scuola quando il sisma ha colpito. un Ragazzo di 6 anni Sono stati estratti vivi dalle macerie della sua casa due giorni dopo, ma molti altri non sono stati così fortunati.

Il sisma ha scosso le fondamenta degli edifici, provocando il crollo delle strutture in cemento e dei tetti. Le immagini mostravano frammenti di metallo, legname e mattoni. La maggior parte dei morti è rimasta schiacciata o intrappolata sotto le macerie, ha detto Ridwan Kamil, governatore di West Java. Altri sono stati uccisi in frane.

Cleo ha detto molto bene quando ha saputo del terremoto, ha provato a chiamare sua madre a Koginang, Cianjur, ma quando non ha risposto, ha deciso di andare in moto da casa sua a Bandung.

Il viaggio, circa 65 chilometri (40 miglia), richiede solitamente meno di due ore. Ma con le strade completamente bloccate dalle frane, ci sono voluti 24 anni.

“Tutte le case erano ricoperte di sporcizia e fango”, ha aggiunto, aggiungendo di essersi riunita alla sua famiglia che era sopravvissuta al terremoto.

“Abbiamo pianto tutti per l’emozione e la felicità”, ha detto. “Tutta la nostra famiglia è subito corsa a salvarsi. Il terremoto è stato fortissimo”.

La squadra di ricerca e soccorso indonesiana evacua i corpi dagli edifici distrutti nella reggenza di Cianjur, nella provincia di West Java, il 22 novembre 2022.

In Indonesia, le case sono state tradizionalmente costruite con materiali da costruzione organici tra cui legno, bambù e tetti di paglia, a causa del clima caldo e umido del paese.

Erano considerate case sostenibili e in gran parte durevoli in caso di terremoto. Tuttavia, l’aumento della deforestazione e l’aumento del costo del legno hanno portato le persone a scegliere materiali alternativi, secondo uno studio del 2009 sulla ricostruzione post-disastro in Indonesia dell’Architectural Science Association.

Sempre più case venivano costruite in mattoni e cemento, ha detto lo studio, e mentre la facciata poteva sembrare moderna, la costruzione sottostante era scadente.

Inoltre, la bassa qualità del calcestruzzo e la scarsa armatura in acciaio rendono queste strutture sempre più vulnerabili al crollo durante un terremoto, con il massimo delle vittime causate dal peso dei materiali, afferma il rapporto.

Un uomo si trova vicino alle case danneggiate dopo il terremoto che ha colpito Cianjur, nella provincia di West Java, Indonesia, il 21 novembre 2022.

Le strutture antisismiche sono progettate per proteggere gli edifici dal crollo e possono funzionare in due modi: rendendo gli edifici più resistenti o rendendoli più flessibili, in modo che oscillino e scivolino sul terreno tremolante invece di crollare.

Gli architetti sviluppano questa tecnologia da decenni e gli ingegneri spesso adattano materiali e tecnologie locali nell’area.

L’architetto Martijn Schildkamp, ​​fondatore e direttore di Smart Shelter Consultancy, ha affermato che la sua azienda ha contribuito a costruire circa 20 scuole nella città soggetta a terremoti di Pokhara, nella regione centrale del Nepal, sette anni prima che si verificasse un grave terremoto.

Quando il terremoto ha colpito nel 2015, più di 8.000 persone sono morte, ma le scuole, realizzate con tecniche tradizionali e materiali del paesaggio, come le macerie, non sono crollate.

Ha detto: “Le nostre scuole non sono crollate”. “Hanno subito solo qualche danno estetico.”

Ha detto che nei paesi sviluppati come il Giappone, la conoscenza, le infrastrutture e il denaro sono prontamente disponibili per costruire edifici antisismici, ma l’alto costo di costruzione di tali strutture rende più difficile nei paesi in via di sviluppo.

Molte persone in Nepal costruiscono le loro case con malta di argilla, ha detto Schildkamp, ​​che è molto fragile. “Se non è completamente rinforzato, non c’è ulteriore irrigidimento nell’edificio. Questo è ciò che crollerà molto facilmente.”

Il team di Shieldcamp ha utilizzato malta cementizia e ha inserito rinforzi orizzontali nella struttura per rafforzarla, piuttosto che verticali.

I regolamenti edilizi dovrebbero impedire la proliferazione di strutture mal costruite, ha affermato Schildkamp, ​​ma in alcuni paesi i governi non stanno facendo abbastanza per far rispettare le regole.

Abbiamo bisogno di conoscenza e strategia in questi paesi. E vogliamo che i governi rendano obbligatori questi regolamenti edilizi”.

A West Java, sta svanendo la speranza che più persone vengano estratte vive dalle macerie del terremoto.

Anche le scosse di assestamento complicano gli sforzi e i residenti ora vivono nella paura che il prossimo disastro possa far crollare di nuovo le loro case precarie.

Mentre il presidente Widodo ha detto che il governo avrebbe fornito un risarcimento di circa 3.200 dollari a testa ai proprietari di case gravemente colpite, molte famiglie a Cianjur hanno perso tutto. E ora, affrontano il compito quasi impossibile di ricostruire.

READ  Funzionari britannici e delle Nazioni Unite condannano le condanne a morte del Donbass contro i soldati britannici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.