Liz Truss ammette la colpa del controverso piano di taglio delle tasse, ma lo raddoppia comunque


Londra
CNN

Primo ministro britannico Le Truss Ha riconosciuto che sono stati commessi errori con il controverso “mini-budget” del suo governo annunciato la scorsa settimana – che ha spinto la sterlina ai minimi storici e ha creato caos nel mercato – ma si è attenuta alle sue politiche.

Parlando con la corrispondente della BBC Laura Koensberg domenica mattina Ingranaggi Ha detto: “Accetto che avremmo dovuto pavimentare meglio il pavimento e ho imparato da questo, e mi assicurerò di fare un lavoro migliore posando il pavimento in futuro”.

Ha detto che voleva “dire alle persone che capisco le loro preoccupazioni su ciò che è successo questa settimana e sostengo il pacchetto che abbiamo annunciato e sostengo il fatto che lo abbiamo annunciato rapidamente”.

La scorsa settimana, il governo Truss ha annunciato che avrebbe ridotto le tasse di 45 miliardi di sterline (48 miliardi di dollari) nel tentativo di rimettere in moto l’economia britannica, con un pacchetto che include l’abolizione dell’aliquota fiscale più alta per coloro che hanno redditi più alti dal 45% al ​​40 % e un aumento significativo dell’indebitamento pubblico Per tagliare i prezzi dell’energia per milioni di famiglie e imprese questo inverno.

molti massimi economisti Ha descritto le misure non convenzionali come una scommessa sconsiderata, osservando che le misure sono arrivate il giorno dopo che la Banca d’Inghilterra aveva avvertito che il paese era già in recessione.

Truss ha detto che il suo governo non ha acconsentito alle riforme, ma è stata una decisione del cancelliere Kwasi Kwarting. “È una decisione presa dal cancelliere”, ha detto alla BBC.

READ  La Cina amplia le restrizioni COVID e le interruzioni delle fabbriche Apple si aggiungono alle preoccupazioni economiche

Ma ha raddoppiato questa decisione, dicendo che il suo governo aveva preso “la decisione giusta di prendere in prestito di più quest’inverno per far fronte alle straordinarie conseguenze che dobbiamo affrontare”, riferendosi alla crisi energetica causata dalla guerra in Ucraina. Ha affermato che l’alternativa sarebbe che le persone paghino fino a £ 6.000 in bollette energetiche e l’inflazione sarebbe superiore del 5%.

“Non viviamo in un mondo perfetto, viviamo in un mondo molto difficile, con i governi di tutto il mondo che prendono decisioni difficili”, ha detto Truss.

Riguardo all’aumento del costo della vita nel Regno Unito, e in particolare all’aumento dei tassi ipotecari, Truss ha affermato che era principalmente guidato dai tassi di interesse ed era “una questione di competenza della Banca indipendente d’Inghilterra”.

La Banca d’Inghilterra ha dichiarato mercoledì che acquisterà il debito del governo britannico “di qualsiasi dimensione necessaria” in un intervento di emergenza per arginare un crollo del mercato obbligazionario che ha avvertito potrebbe minacciare la stabilità finanziaria.

Nel frattempo, Credit Suisse ha affermato che i prezzi delle case nel Regno Unito potrebbero “facilmente” scendere tra il 10% e il 15% nei prossimi 18 mesi se la Banca d’Inghilterra aumentasse in modo aggressivo i tassi di interesse per tenere sotto controllo l’inflazione.

Le ricadute potrebbero rendere difficile per le persone ottenere l’approvazione per i mutui e incoraggiare i potenziali acquirenti a ritardare i loro acquisti. Una domanda più bassa porterà a prezzi più bassi.

Truss ha difeso le politiche del suo governo alla BBC per conto di Al via la conferenza annuale del Partito conservatore a Birmingham.

Il partito è profondamente diviso, con i suoi sondaggi che scendono ancora più in basso sotto la guida in disgrazia di Boris Johnson.

READ  Almeno 12 persone sono rimaste uccise e centinaia ferite in una fuga di gas in Giordania nel porto di Aqaba

Domenica, quel freddo era evidente, con Nadine Doris, l’ex ministro della cultura che ha sostenuto Truss per assumere la carica di primo ministro, accusando Truss di aver gettato il cancelliere Kwasi Kwarting “sotto un autobus” nella sua intervista alla BBC, quando ha affermato la decisione di taglio delle tasse era stato fatto con lui, non con il gabinetto.

“Uno degli errori di BorisJohnson è che a volte può essere troppo leale e ce l’ha. Tuttavia, c’è un equilibrio e gettare il tuo consulente sotto l’autobus il primo giorno della conferenza, non è proprio vero. [Hope] “Le cose stanno migliorando e stabilizzandosi d’ora in poi”, ha detto Doris su Twitter.

I parlamentari conservatori temono che la combinazione di tagli fiscali e massiccia spesa pubblica per aiutare le persone a gestire le bollette energetiche, l’aumento dell’inflazione, l’aumento dei tassi di interesse e una sterlina in calo renderanno impossibile vincere le prossime elezioni generali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.