Lo stato dell’Arizona certifica l’elezione dopo l’ordine del giudice

PHOENIX (AP) – Una contea rurale dell’Arizona ha certificato le sue elezioni di medio termine I risultati di giovedì hanno fatto seguito alla sentenza di un giudice secondo cui i supervisori repubblicani hanno infranto la legge rifiutandosi di firmare il conteggio dei voti entro la scadenza di questa settimana.

Mentre la scadenza è passata lunedì, due repubblicani del consiglio di amministrazione di tre membri della contea di Cochise hanno esitato per settimane a certificare l’elezione. Non hanno detto alcun problema con i risultati elettorali. Invece, i funzionari elettorali statali e centrali affermano di non essere soddisfatti del fatto che le macchine utilizzate per tabulare le schede elettorali siano adeguatamente certificate per l’uso nelle elezioni.

Il segretario di Stato Katie Hobbs è stato perseguito Lunedì, un gruppo di elettori e pensionati locali ha chiesto a un giudice di costringere i supervisori a certificare l’elezione, formalmente nota come tela. Hobbs ha affermato che la certificazione in tutto lo stato avrebbe dovuto tenersi il 5 dicembre e potrebbe essere ritardata solo fino all’8 dicembre per legge.

Al termine di un’udienza di giovedì, il giudice Casey McKinley ha ordinato ai supervisori di riunirsi entro 90 minuti e di approvare la campagna elettorale entro la fine della giornata.

“Non mi vergogno di niente di quello che ho fatto”, ha detto il supervisore Peggy Judd, uno dei due repubblicani che hanno bloccato due volte la certificazione. “A causa della decisione del tribunale, a causa della mia salute e delle circostanze che stanno accadendo nelle nostre vite , Sento il bisogno oggi, sento il bisogno di seguire quello che ha fatto oggi il giudice”.

READ  40 La migliore smalti semipermanenti layla del 2022 - Non acquistare una smalti semipermanenti layla finché non leggi QUESTO!

Un altro repubblicano del comitato, Tom Crosby, ha saltato la riunione.

Due ore prima, il supervisore Ann English, l’unico democratico del consiglio, ha esortato il giudice a ordinare al consiglio di certificare immediatamente, non aspettare un altro giorno. Ha detto che Crosby stava cercando di avere uno “scontro tra il segretario di stato e i negazionisti” in una riunione prevista per venerdì.

“Penso che sia un circo che non ha bisogno di accadere”, ha detto English. “Quindi abbastanza è abbastanza per me. Penso che abbastanza sia abbastanza per il pubblico. Quindi chiedo una rapida risoluzione a questo, se possibile.”

Il voto consente alla certificazione in tutto lo stato di procedere come previsto lunedì.

Hobbs, un democratico candidato alla carica di governatore nelle elezioni di novembre, aveva avvertito che avrebbe dovuto certificare i risultati in tutto lo stato senza i numeri della contea di Cochise, il che potrebbe far pendere la bilancia in diverse gare ravvicinate se non ottenuto in tempo. I 47.000 voti del distretto sono stati fortemente repubblicani.

I membri del consiglio si sono rappresentati in tribunale dopo aver lottato per trovare qualcuno disposto a occuparsi dei casi. Il procuratore distrettuale eletto, che normalmente rappresenta il gruppo nelle controversie legali, ha rifiutato di occuparsi dei casi, affermando che i supervisori hanno agito illegalmente. Il consiglio ha votato ore prima dell’udienza per assumere un avvocato dell’area di Phoenix, ma non è riuscito ad alzarsi abbastanza in fretta prima dell’udienza e non ha detto alla corte che rappresentava i supervisori.

Alcuni giorni prima delle elezioni dell’8 novembre, i supervisori repubblicani hanno abbandonato un piano per contare tutte le schede, che un tribunale ha dichiarato illegale, ma la scorsa settimana ha richiesto al segretario di stato di dimostrare che le macchine di conteggio erano legalmente certificate prima di approvare le elezioni. Risultati. Lunedì, hanno affermato di voler sentire di nuovo queste preoccupazioni prima di votare sulla certificazione. L’incontro si terrà venerdì.

READ  I Denver Broncos licenziano l'allenatore Nathaniel Hackett dopo un inizio di 4-11

L’Arizona ha due organizzazioni accreditate dalla Commissione di assistenza elettorale degli Stati Uniti per condurre test e certificazioni delle apparecchiature di voto, come i tabulatori elettronici utilizzati per leggere e contare i voti.

Le teorie del complotto che circondano il processo sono emerse all’inizio del 2021, concentrandosi su un certificato di accreditamento scaduto per una delle società pubblicato online. I funzionari federali hanno indagato e segnalato un errore amministrativo nella mancata riemissione da parte dell’agenzia di un certificato rinnovato nel 2018 e all’inizio del 2021 perché la società era in regola e soggetta a audit.

I funzionari hanno anche notato che la legge federale stabilisce che l’unico modo in cui un’agenzia di test può perdere la certificazione è che la commissione la revochi, cosa che non è avvenuta.

Nel frattempo, un giudice federale di Phoenix ha permesso agli avvocati che rappresentavano rispettivamente i candidati repubblicani sconfitti a governatore e segretario di stato, Gary Lake e Mark Finchem, di contare tutti i voti a mano.

Il giudice John Tucci, nominato da Barack Obama, ha concordato con gli avvocati della contea di Maricopa, che hanno discusso il caso sulla base di informazioni inconsistenti, e ha ordinato agli avvocati di pagare le spese legali della contea.

I pubblici ministeri hanno fatto “asserzioni fattuali false, fuorvianti e prive di fondamento” nel loro caso, ha scritto Tucci. Ha detto che la corte non condonerà gli avvocati per “false narrazioni che minano infondatamente la fiducia del pubblico” nel processo democratico.

Gli avvocati di Lake e Finchem, incluso il noto professore della Harvard Law School Alan Dershowitz, non hanno risposto a una richiesta di commento da parte dell’Associated Press. Hanno detto alla corte che le loro affermazioni erano “giuridicamente valide e supportate da forti prove”.

READ  40 La migliore pianoforte digitale del 2022 - Non acquistare una pianoforte digitale finché non leggi QUESTO!

____

Questa storia corregge una versione precedente che diceva che il candidato repubblicano alla carica di procuratore generale era Mark Finchem. Era candidato alla carica di Segretario di Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.