Localizzatore meteorologico: il Giappone si riscalda con l’aumento delle temperature a causa della “cupola di calore” | Giappone

C’erano condizioni molto calde in tutto Giappone Nel fine settimana, con la soglia dei 40°C superata per la prima volta a giugno. Una temperatura di 40,2 gradi Celsius è stata registrata sabato a Isesaki, nella prefettura di Gunma, a nord-est di Tokyo, battendo il precedente record di giugno di 39,8 gradi Celsius nel 2011.

Diversi allarmi per colpi di calore sono stati implementati in tutta la regione con persone ricoverate in ospedale per malattie legate al calore, con molti anziani e giovani che soccombono allo stress da caldo.

L’alta pressione nel Giappone orientale sull’Oceano Pacifico ha portato a un flusso d’aria da sud a sud-ovest che ha sollevato aria calda dalla regione equatoriale, aumentando le temperature. L’alta pressione per un certo numero di giorni ha contribuito alla creazione di una “cupola termica”, intrappolando l’aria più calda e contribuendo ad aumentare le temperature quotidiane.

Ci sarà poca tregua dal caldo nei prossimi giorni nelle parti settentrionali e orientali del Giappone, dove è probabile che le temperature anomale diurne persistano, raggiungendo i 30 gradi, grazie a un’area di pressione relativamente alta che rimane nel sito.

E non ci sarà molto riposo di notte perché in alcuni luoghi le temperature dovrebbero rimanere al di sopra dei 25°C – la valutazione minima del Giappone per una notte tropicale – fino al fine settimana, quando il caldo dovrebbe placarsi.

Una combinazione degli effetti del cambiamento climatico che potrebbe alterare la circolazione atmosferica e l’estensione delle condizioni di La Niña entro la fine dell’anno potrebbero essere fattori che contribuiscono al riscaldamento all’inizio della stagione estiva nella regione.

Iscriviti alla 1a edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00

Nel frattempo, parti dell’Europa orientale e della Scandinavia sono ancora alle prese con le ondate di caldo, con temperature che dovrebbero rimanere di 10-15°C al di sopra della media in quel periodo dell’anno. La città norvegese di Tromsø vede solitamente temperature medie diurne di 14-15°C, ma il mercoledì si possono raggiungere un massimo di 30°C.

Un quadro simile si verificherà nei Paesi baltici e nell’Europa orientale questa settimana nel fine settimana, poiché l’alta pressione continua a dominare questa parte del continente, con temperature che raggiungono la metà degli anni ’30. Le temperature estreme inizieranno a diminuire la prossima settimana quando le temperature torneranno alla normalità stagionale.

READ  Guerra ucraino-russa: notizie e aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.